Archivio per settembre 2007 | Pagina di archivio mensile

TGR Potenza

Set
2007
16

scritto da in C'è Vita a Matera, Cinema & TV

12 commenti

Sir Drake, o zio Alfry, non te la prendere, ma devo scrivere 2 parole sul TGR Poten…ehm…Basilicata (ops, mi è sfuggito nel titolo)…

Allora, per chi non lo sa, c’è una forma di “lotta politica” tra Matera e Potenza… una lotta che non porta niente di buono a nessuno dei due capoluoghi… una lotta che si manifesta palesemente nel TGR Basilicata, all’interno del quale le notizie su Potenza e provincia rappresentano circa l’80% del totale…

Ieri, come è sottoriportato, c’è stata la Notte Bianca a Matera. Secondo voi il TG Potenza ne ha dato notizia? Bravi, avete indovinato… non ne hanno dato neppure un accenno. Eppure poteva essere una notizia di un evento che fa da volano ad altre attività turistiche lucane. Magari affiancare alla notizia un servizio sul Volo dell’angelo così i turisti giunti a Matera poi potevano visitare il potentino…

Invece no, bisogna per forza darsi la zappa sui piedi… non bisogna aiutarsi… Matera è staccata da Potenza… chi va a Potenza non bisogna farlo andare a Matera e viceversa…

Quando vogliamo finirla con questa storia? Quando vogliamo capire che l’unione fa la forza? Allora, forse, sarà troppo tardi…

Oramai molti materani stanno sintonizzando RaiTre sulle frequenze pugliesi per seguire il TGR Puglia che riporta notizie sul materano (vedi la notizia sul mosaico in onore del neo-sindaco) e guardano anche emittenti locali come TeleNorba che danno ampio spazio alle tematiche del nostro territorio.

scritto da in C'è Vita a Matera, Cose Serie, Questa è la mia Vita

1 commento

Dopo un decennio i Sassi hanno ripreso a vivere… Era dal 1996 che non vedevo così tanta gente… L’ultima manifestazione era stata “I Sassi a Carnevale“: maschere, orchestrine e stelle filanti che coloravano le stradine di tufo… Un atmosfera incantata e surreale.

Ora ci hanno riprovato con La Notte Bianca e, a mio parere, ci sono riusciti! I Sassi brulicavano di gente. In ogni angolino c’era qualche “attrazione” oltre alle vere e proprie manifestazioni nelle piazze più grandi. L’unica nota dolente è stata la discoteca in Piazza San Rocco (o San Giovanni, come la volete chiamare): ma secondo voi, cosa ci fa una discoteca con musica tecno in un’elegante piazzetta antica con un’ottima acustica, ideale per concerti o gruppi teatrali?

La manifestazione è riuscita nonostante il rischio dispersione perchè le varie attrazioni erano disposte su un territorio molto vasto e nonostante non fosse stato chiamato nessun artista “famoso” ma si sono esibiti solo gruppi nostrani (materani o del vicinato).

Spero che questo evento non sia il primo e l’ultimo ma che il Comune di Matera valorizzi la nostra amata città facendola essere sempre protagonista di manifestazioni e eventi di spicco.

Potete vedere alcune foto della Notte Bianca nel mio account Flickr: http://www.flickr.com/photos/clarita_it/tags/nottebianca/

Ringrazio il sito ufficiale della Notte Bianca per il link alle mie foto.

T9

Set
2007
13

scritto da in New Technologies

14 commenti

(Testo di un’email inviatami da Ste’ – tipo catena di S. Antonio… Albo, mi ci fai una strip, please??? ;))

A me piacerebbe fare quattro chiacchiere con l’inventore del T9, un giorno.
Me lo metterei davanti. Gli offrirei un tè. Lui è sicuramente uno che non beve alcolici, lui sarà per forza uno che beve tè e un sacco di caffé. Gli offrirei dei pasticcini, anche. Aspetterei di vederlo addentare la ciliegia verde della frolla per bloccargli il polso e chiedergli:

“Ma ora, dimmi: come cazzo ti è venuto di mettere «vi» come prima opzione al posto di «ti»??”
Chi è che non ha mai ricevuto il famigerato sms ottocentesco “Vi passo a prendere stasera”?

E quando lui tossirà, si ingolferà, si batterà il petto e cercherà di arrivare con quella sua mano pallida alla tazzina di tè, io stringerei ancora di più la morsa e gli chiederei: “E come cazzo ti è venuto di mettere «paura» come prima opzione rispetto a «scusa»?? …”Paura, ero senza credito”.
Chi è che utilizza la parola “paura” negli sms? A chi pensavi come utente ideale? A Stephen King? Dimmelo.

A questo punto ingoierei anch’io un pasticcino per ostentare nervosismo.
E perché (sputando briciole di pasticcino) quando scrivo \”tu\” mi viene fuori \”tv\”? Che prendi, le mazzette dalla Rai? A questo punto lui cercherebbe di bofonchiare qualcosa. Io lo interromperei bloccandogli anche l’altro polso.

Alla mia coinquilina oggi è arrivato un messaggio che diceva: \”Ti rifaccio gli ampliodoti per il meraviglioso sorriso\”.
Cosa sono gli ampliodoti, testa di minchia?
I complimenti??
\”Ampliodoti\” n-o-n-e-si-s-t-e.

Il tuo dizionario di merda è pieno di parole che n-o-n-e-si-s-t-o-n-o.

A questo punto gli toglierei la tazza davanti, mi alzerei e la metterei nel lavandino. Così, per fare massaia. Con voce ferma gli direi (magari strofinandomi le mani sul grembiule):\”Il mio amico si chiama Savior. Ok, ha un nome di merda, siamo d\’accordo. Fatto sta che per colpa del tuo cazzo di T9 lui non si chiama più Savior, che è un brutto nome, si chiama Pathos, che è peggio.

E per dirti quante vite hai incasinato. Il mio amico Bernardo. Ok, un nome di merda anche quello, siamo d\’accordo, infatti è amico di Savior. Bè il caro Bernardo stava tampinando una ragazza. Era riuscito ad avere il numero.
Le stava mandando il primo dannato messaggio galante per rompere il dannato ghiaccio. Il messaggio diceva: \”Vi va se stasera andiamo a mangiare qualcosa e poi andiamo a ballare? Vi porto a Testaccio, c\’è il mio amico che mette i dischi. Vi riaccompagno a casa io\”.
E a parte che sembra scritto da Mozart. Ma a parte. A un certo punto lo spazio era quasi finito, per cui Bernardo non si firmò \”Bernardo\”, si firmò \”Bern\”.
Peccato che il messaggio sia arrivato firmato \”Afro\”, a sottintendere un individuo con una minchia di due metri intenzionato a concludere degnamente la serata sul divano. Ovviamente la ragazza in questione non si è mai più fatta viva, e Afro si è fatto un anno di pippe.

A questo punto mi risiederei e lo fisserei negli occhi.

Uno scrive aiuto. E fin qui. Poi gli diventa aiutò. E fin qui. Poi diventa bitum. Sì, esatto, bitum. Intendi bitume? Sì, intendi bitume.

E allora se conosci la fottuta parola bitume, perché non mi prendi \”merda\”?? Secondo te c\’è più gente al mondo che scrive \”merda\” o che scrive \”bitume\”!?

Poi volteggerei sollevando la gonna e direi: \”Oggi mi sento romantica:
«Variazioni sul Ti amo»\”.
\”Vi con\” (dislessia allo stato puro. Variante: un noto detersivo d’importazione)
\”Vi amo\” (un po\’ demodé, ma pur sempre efficace)
\”Vi amm\” (vi amm, vi amm, \’ncopp viamm ià)
\”Ti bon\” (nota bistecca)
\”Ti anm\” (un volgare insulto in foggiano)
\”Ti coo\” (…pulo)
\”Ti bom\” (bo)
\”Ti ano\” (vabè)
\”Tg com\” (mazzetta da Canale 5)
\”Tg cnn\” (notizie dal mondo).

Perché? Non? Vai? Da? Un? Buon? Psicologo?
Dovresti smettere di fare questo lavoro. Dovresti fare un lavoro che più ti si confà.

E a questo punto lo porterei al lavandino e gli farei lavare la tazzina.

scritto da in Questa è la mia Vita

2 commenti

Ecco come sto organizzando le mie pause in questi giorni di super-lavoro… In questi giorni questa è la mia postazione per aggiornare il blog…

(foto segnalata da Ste’ e tratta da Manager.it)