Apertura della nuova sede della Scuola di alta formazione dell’ISCR a Matera

Ott
2008
06

scritto da in C'è Vita a Matera, Cose Serie

1 commento

Mentre questo post viene pubblicato io sono in viaggio per Bruxelles…

Che bello quando istituiscono qualcosa di utile allo sviluppo della propria realtà territoriale!!! E bisogna ringraziare gli amministratori locali ed in particolar modo la Fondazione Zetema per essere stati determinanti per l’apertura della nuova sede della Scuola di alta formazione dell’Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro.


(foto di Nicolino2008)

Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dal 2006, nell’ambito del più vasto e complesso progetto di riassetto degli Istituti centrali e scuole di restauro, ha avviato il progetto di creazione di una sede distaccata della Scuola dell’allora Istituto Centrale per il Restauro da realizzarsi in una zona baricentrica del sud Italia. E’ stata individuata la città di Matera, “Città dei Sassi”, sia per il ruolo culturale nazionale e internazionale rivestito (nel 1993 ha ottenuto dall’ UNESCO il riconoscimento di patrimonio dell’umanità), nonché per avere nel suo territorio e nella contigua regione Puglia una serie di Istituzioni culturali (universitarie e private) impegnate in vari settori di ricerca relativi alla conservazione e restauro dei beni culturali. Sono stati così avviati incontri con gli enti Locali Lucani (Regione, provincia di Matera e Comune di Matera) e la Fondazione Zetema (Centro per la Valorizzazione e Gestione delle Risorse Storico-Ambientali) di Matera, al fine di valutare le volontà politiche e le possibilità tecnico-amministrative di pervenire a forme di accordi che coinvolgessero i vari soggetti a sostegno della creazione e avvio di una nuova struttura dedicata alla formazione nel campo del restauro. Attraverso tappe successive nel marzo di quest’anno è stata sottoscritta la “Convenzione per la realizzazione e il funzionamento della Sezione distaccata di Matera della Scuola di Alta Formazione e Studio dell’Istituto Centrale per il Restauro”.
(fonte: ISCR)

Ieri, 5 ottobre, è stato presentato il progetto per la realizzazione di questa sede.

Per questo progetto la Regione Basilicata ha già trasferito alla Provincia di Matera le aree e le opere già realizzate e destinate al centro di formazione professionale della zona Paip (1.500 metri quadri) ed ha messo a disposizione un milione di euro nell’ambito del quarto atto integrativo dell’accordo di programma quadro in materia di beni e attività culturali. Mentre le attività formative potranno avvalersi dei finanziamenti del Fondo sociale europeo della programmazione 2007 – 2013.
Inoltre, la Regione ha coordinato l’intesa tra il ministero dei Beni e delle Attività culturali, l’Istituto centrale per il restauro, la Regione, la Provincia e il Comune di Matera, e la Fondazione Zètema con la quale si darà piena attuazione al progetto.
La Regione Basilicata, la Provincia e il Comune di Matera garantiranno l’attivazione e il funzionamento della scuola di alta formazione e studio, mentre la Fondazione Zetema offrirà il supporto per le attività di insegnamento all’interno della scuola.
(fonte: Basilicatanet)

Dal 5 ottobre al 2 Novembre nell’Ipogeo di Piazza San Francesco rimane aperto un corner informativo sul progetto.

Figata, eh??? W Matera!!! 😀

Tags: , , , , , , , , ,

1 commento

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento