Alla ricerca dei dati perduti… alla fine recuperati!

Feb
2009
23

scritto da in New Technologies, Questa è la mia Vita

12 commenti

Ecco la cronaca di un recupero dati con lieto fine… Affinchè questa storia possa essere di aiuto per qualcun altro che si trova nella medesima situazione in cui versavo.


(foto di Pedro Rocha)

Agosto 2008: il pc è abbastanza impallato e urge una sua formattazione. Ho un hard disk esterno che uso proprio come disco di backup. Così prendo tutti i dati del mio pc, li porto sull’hard disk esterno e formatto il computer. Reinstallo tutti i programmi e l’ultimo passo da compiere è rimettere tutti i dati al proprio posto sul pc ripulito come nuovo. Mentre carico le varie cartelle con i dati all’improvviso l’hard disk esterno smette di funzionare… Riavvio il pc, provo a collegare il mio hard disk esterno agli altri computer ma non succede nulla: il computer rileva la presenza dell’hard disk ma non mi permette la sua esplorazione. Lo porto da un tecnico che con tanta pazienza cerca di recuperare i dati con vari software ma nulla da fare… il problema è di natura elettronica. Dato il gran caldo di quei giorni, credo che qualcosa si fosse fuso nell’hard disk.

I mesi passano e il mio hard disk rimane rotto a casa mentre io sono in Belgio.

Gennaio 2009: inizio ad informarmi sui centri di recupero dati specializzati dove poter mandare il mio hard disk. Ormai ho poche speranze di riuscire da sola a recuperare i dati. Ma non demordo e provo anch’io ad utilizzare un paio di software di recupero. Ovviamente non recupero un fico secco…

Febbraio 2009: decido di inviare il mio hard disk ad un centro di recupero e decido di affidarmi alla Kroll Ontrack che, sesto senso, mi ispira sicurezza anche perchè ha creato anche dei software professionali per questo genere di problematica. Chiamo il numero verde il 09 febbraio e mi faccio inviare via email tutte le informazioni che necessito. Mi comunicano che il costo per il recupero dati è di 650€ + IVA, compresi anche le spedizioni e un nuovo hard disk su cui inserire i dati recuperati. Il costo è fisso e non dipende da quanti GB di dati voglio recuperare, come invece accade per altre aziende, dove si arriva a spendere anche 2000€. Se non viene recuperato nulla, non pago nulla, tranne se rivoglio indietro il mio hard disk rotto, per 50€. Il 10 febbraio chiamo il corriere che viene a ritirare il pacco. L’11 febbraio il mio hard disk è già nel centro di recupero dati. Ricevo un’email per ogni movimento del mio HD. Il 17 febbraio vengo contattata con la notizia che più dell’80% dei dati sono recuperabili. Ricevo la lista dei files recuperabili e dò l’ok a proseguire, con conseguente addebito sulla mia carta di credito dell’importo per il recupero. Il 18 febbraio il mio nuovo hard disk parte dal centro di recupero e il 20 lo ricevo a casa. Mi hanno salvato quasi tutti i dati (150 GB): solo una 50ina di file non sono stati recuperati.

Insomma, sono rimasta davvero soddisfatta per la celerità e la trasparenza dell’operazione. In quell’hard disk avevo i ricordi più cari della mia vita e adesso li ho recuperati e sono qui con me.

Tags: , , , ,

12 commenti

  1. Stefania
  2. Lucia

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento