La cassata siciliana a Pasqua

Apr
2009
11

scritto da in Clarita in Cucina, Questa è la mia Vita

Nessun commento

Domani è Pasqua. Che dolce hai preparato? Vuoi stupire i tuoi cari con un dolce davvero ottimo e anche coreografico. Sei nel posto giusto… Dopo alcune settimane, tornano le ricette di Clarita e la special guest di questa Pasqua è la cassata siciliana a forma di agnellino (e così non uccidiamo nessun tenero animaletto).

INGREDIENTI:
per la pasta di mandorle
300 gr di mandorle spellate
300 gr di zucchero
60 gr di acqua
limone grattugiato
per la farcitura
600 gr di ricotta
cedro candito
150 gr di cioccolata fondente a pezzetti
1 cucchiaio di zucchero
per il pan di spagna
6 uova
200 gr di farina 00
200 gr di zucchero
1 bustina di lievito Pan degli Angeli
per guarnire
100 gr di cioccolato fondente
1 ovetto di cioccolata

PROCEDIMENTO:
Il giorno prima della farcitura dall’agnellino, e due giorni prima di mangiarlo, bisogna preparare la pasta di mandorle e il pan di spagna. Io preparo la prima con il Bimby: innanzitutto metto le mandorle con la pelle in acqua bollente in modo che si spellano più facilmente, poi le metto in acqua fredda e infine le faccio tritare finemente nel Bimby. Appoggio le mandorle tritate in un piatto e metto nel Bimby l’acqua e lo zucchero a 90°C per 5 minuti. Dopo 1 minuto circa, senza spegnere il Bimby, verso nel boccale le mandorle e la scorza di limone grattugiato. Ed ecco pronta la pasta di mandorle. Ora bisogna metterla in un piatto per farla raffreddare.

Ora tocca al pan di spagna: mettere in un recipiente i tuorli con lo zucchero e in un altro i bianchi. Lavorare con le fruste entrambi separatamente e solo quando i tuorli sono amalgamati completamente con lo zucchero e i bianchi son montati a neve, possiamo unirli in un unico recipiente e lavorarli insieme. Ora bisogna mettere la farina, un poco alla volta, passandola al setaccio e concludere con il lievito in polvere, lavorando lentamente con una frusta a mano. Mettere l’impasto in una teglia imburrata a forma di agnellino. Far cuocere in forno riscaldato a 160°C per 30-40 minuti.

Il giorno dopo la preparazione dei suddetti ingredienti, si può passare alla preparazione della farcitura. Mettere la ricotta, il cedro candito a pezzettini, la cioccolata fondente a pezzettini e un cucchiaio di zucchero in un recipiente e mescolare, mescolare, mescolare…

Ora si può farcire l’agnellino. Come si fa? Innanzitutto bisogna stendere la pasta di mandorle. Io la metto tra due fogli di pellicola e la stendo con il matterello. Poi tolgo il primo foglio di pellicola e metto la pasta di mandorle con l’altro foglio all’interno della teglia a forma di agnellino in cui ho cucinato il pan di spagna. Ora bisogna mettere la farcitura e infine si mette uno strato di pan di spagna, precedente mente cotto (di solito taglio in due il pan di spagna e ci metto una metà scarsa). Coprire l’agnellino con un foglio d’alluminio e lasciarlo riposare in frigorifero per un pò di ore.

Il giorno dopo la farcitura, si può finalmente mangiare questa cassata. Ma prima bisogna guarnirla. Rovesciare la teglia con il dolce su un piatto ricoperto di carta crespa verde (che fa da prato). Sciogliere il cioccolato fondente a bagno maria e con l’aiuto di un cucchiaino, versarlo nei segni lasciati dalla teglia. Dividere in due un ovetto di cioccolato e metterlo come occhio dell’agnellino.

Buona Pasqua!!!

Tags: , , , ,

Lascia un Commento