Piccole taccole crescono

Mag
2009
25

scritto da in Questa è la mia Vita

7 commenti

Non posso non raccontare su questo blog ciò che mi è successo qualche giorno fa. Tornata dall’ufficio, mia madre mi chiama a gran voce: è nello sgabuzzino di casa, una piccola stanza piena di mensole, senza finestre (tranne una piccola apertura coperta ovviamente di rete protettiva) e tutta vuota… Vabbè, mica tanto vuota… ERA vuota… ma ora non più!! Mi affaccio e vedo un ammasso di “cose” bianche, marrone, verdi che sembrava provenire da un film dell’orrore… mi spavento e scappo via… Ma non era così. Tutto quel “casino” era stato provocato da una coppia di taccole, che ha rotto la rete protettiva dello stanzino e ha costruito un enorme nido per i loro pulcini!!! E così a casa Clarita ci sono delle piccole taccole che crescono… ma, non appena saranno in grado di spiccare il volo, dovremo distruggere il nido e provvedere ad un’attenta ripulita, considerando che il nido è fatto da cartacce, legnetti, pezzi di tubo e tutte le porcherie che si trovano in mezzo alla strada.

La taccola (Corvus monedula) è una delle specie più piccole (32-39 cm in lunghezza) del genere corvus. Nidifica in muri e rocce, in cavità possibilmente spaziose con ingresso relativamente stretto. Spesso coabita con altre specie. Altezza dal suolo: da 2-3m ad oltre 100m. Il nido è a coppa, composto da stecchi, rametti, pezzi di carta, pelli, plastica, ossa, ciuffi erbosi, radici, piuma, lana, corda, fili naturali e\o artificiali etc. Il nido viene costruito dalla coppia in 1-3 settimane. Di solito viene rioccupato. Le uova sono da ovali a ellettiche, lisce, lucide, di colore nero, bruno-oliva o grigio, di solito sono 4-5 uova per covata. La deposizione è da circa la prima metà di aprile fino a fine maggio. Le uova vengono covate per 17-18 giorni. Il nome di questo uccello è tradotto in lingua ceca «Kavka»,da ciò ne deriva il nome del famoso scrittore ceco-tedesco Franz Kafka . Oltre a ciò in alcune culture il volatile è una forma di buon augurio:se si posa sul tetto di una casa indica che questa riceverà a poco un ospite desiderato. (fonte: wikipedia)

Immagina quindi quando fanno un nido IN una casa che dovrebbe succedere… 🙂

Tags: , , , ,

7 commenti

  1. Stefania

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento