Risotto al nero di seppia

Ago
2009
09

scritto da in Clarita in Cucina

2 commenti

Caro visitatore, Clarita è tornata… le vacanze di questa estate 2009 sono finite… ci sarà qualche scampolo, qualche altra giornata di mare (1-2 al massimo) e qualche giorno a Roma ma la Vacanza, quella con la V maiuscola, è finita… sigh… sob… sob…

Oggi è domenica, è il giorno della ricettina, appuntamento che manca su questo sito da qualche settimana. Allora, per farmi perdonare, pubblico un’ottima ricetta assaporata durante i miei giorni a Maratea, un piatto preparato sapientemente da un’ottima cuoca milanese secondo le istruzioni di un’amica siciliana: il risotto al nero di seppia. Prepara le tue papille gustative ad un incontro bomba!!!

INGREDIENTI (per 5 persone):
500 gr di seppie (preferibilmente del giorno prima)
3 bustine di nero di seppia
500 gr di riso carnalori
1/2 l di passata di pomodoro
1 e 1/2 dado da cucina
1 pezzetto di peperoncino
1 bicchiere di vino rosso
30 gr di parmigiano o pecorino grattugiato
olio, burro, cipolla, aglio e prezzemolo q.b.

PREPARAZIONE:
Bisogna preparare dapprima il brodo di seppie. Taglia le seppie a pezzetti e mettile insieme a metà cipolla e all’olio a far rosolare sul fuoco in una pentola. Una volta che si sono rosolate bisogna aggiungere la salsa, i dadi, il peperoncino, un pò di aglio e di prezzemolo e 2 bustine di nero di seppia. Infine bisogna aggiungere tanta acqua da coprire il contenuto della pentola. Fai cuocere finche i dadi non si sono sciolti e il brodo non diventa omogeneo.
Ora bisogna preparare il risotto. Fa’ soffriggere la cipolla nell’olio, poi aggiungici il riso, fallo tostare, versaci su un bicchiere di vino, fa’ asciugare il tutto e poi aggiungi man mano il brodo con le seppie fino alla cottura completa del riso. Quando il riso è al dente, versaci su l’ultima bustina di nero di seppia, un pò di aglio e prezzemolo, una noce di burro e abbondante parmigiano. Fa’ mantecare il composto e lascialo riposare a fuoco spento per qualche minuto. Buon appetito!!!

Tags: , , , , ,

2 commenti

  1. Mauro

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento