La mia vita con l’iPhone

Ott
2009
16

scritto da in New Technologies, Questa è la mia Vita

3 commenti

Foto di Shapeshift

Mi avevano detto che iPhone creasse dipendenza ma non credevo fino a questo punto. Almeno per me. Da quasi un mese la mia vita è stata letteralmente rivoluzionata dall’uso di questo “diabolico” marchingegno. Vediamo come.

  1. Appena sveglia prendo in mano l’iPhone e mi aggiorno su cosa bolle in pentola già nelle prime ore del mattino: controllo le previsioni del tempo, la posta elettronica, le mie pagine su Facebook, Twitter e Friendfeed e do il buongiorno a tutti. Idem al momento della buonanotte. Il tutto comodamente sotto le mie copertine, senza alzarmi per attivare la connessione wifi, visto che ho 1 GB di traffico incluso nel canone mensile e devo pur utilizzarlo;
  2. Vado in ufficio (a piedi), ovviamente dotata di cuffiette nelle orecchie per ascoltare le mie canzoni preferite dall’iPhone;
  3. Ogni volta che qualcuno mi telefona appare la sua foto sull’iPhone. Il tutto settato con fatica pari a 0 grazie a fEx che ha sincronizzato i miei contatti presenti nella rubrica dell’iPhone con i miei amici su Facebook.
  4. Ogni qualvolta necessiti di un’informazione particolare ho sempre lo zio Google a portata di mano a cui chiedere l’aiuto da casa. E mi risponde in pochissimi secondi.
  5. Grazie alle varie applicazioni installate tutto è intorno a me (altro che la Vodafone – che forse ha capito e ha cambiato pay-off): quando parcheggio la macchina ho un’applicazione che mi ricorda dove l’ho lasciata e anche a che ora scade il “grattino” del parcheggio;
  6. Ho in mano la situazione di tutti i treni in Italia: ritardi, tratte e costi. E addirittura posso visualizzare le rotte degli aerei in tempo reale. L’agenzia di viaggi a me mi (figura retorica) fa un baffo;
  7. Posso registrare i miei programmi televisivi preferiti (tranne quelli sulle reti di Mediaset) direttamente dal mio iPhone (previa registrazione a VCast);
  8. Posso ascoltare le radio di tutto il mondo e anche guardare alcune TV;
  9. Non devo lasciare per strada le briciole di Hansel e Gretel per ritrovare la strada del ritorno ma ho un potente GPS che mi localizza dappertutto (con bussola annessa e connessa);
  10. Quando mi ferma per strada qualche turista che parla una lingua a me sconosciuta, so come aiutarlo visto che ho un traduttore potente nella manica.

Insomma, ho già scoperto un mondo fantastico (e mi sento molto Heidi) anche se credo di essere ancora all’inizio dell’esplorazione 🙂

E tu? Cosa sai fare con il tuo iPhone? Hai qualche aneddoto particolare da raccontare?

Tags: , ,

3 commenti

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento