Archivio per gennaio 2010 | Pagina di archivio mensile

scritto da in Il giorno più bello, Web Area

2 commenti

Grazie a Catepol ho scoperto che esiste una guida al colore nel matrimonio dettata niente poco di meno che dal mitico Pantone grazie al quale possiamo ispirarci e capire quale sia il colore ideale per il nostro matrimonio. Sì perchè ormai il matrimonio non è più solo bianco, ma si arricchisce di altre tonalità che rendono l’atmosfera ancora più festosa.

Come funziona? Si acquista la “mazzetta” Pantone creata per il matrimonio e la si utilizza per coordinare i fiori con il tovagliato e con l’abito delle damigelle, per fare un esempio.

Se non si sa proprio da dove iniziare e non si sa ancora quale sarà il colore del proprio matrimonio, c’è una galleria di immagini da dove si può prendere spunto, abbinamenti inclusi. E me per che sono una fissata in abbinamenti è una mano santa. Ecco qui qualche esempio:

Utile, no?

Ovviamente ogni stagione c’è una nuova mazzetta Pantone, sempre aggiornata con i colori più trendy.

scritto da in C'è Vita a Matera, MateraCamp, Questa è la mia Vita

5 commenti

Qualche giorno fa ho ricevuto un messaggio che desidero condividere con voi:

Ciao Clara,

Sta succedendo una cosa bellissima. Non so se sai che uno degli alberghi che rappresento sta a Matera, si chiama Palazzo Gattini. Ho parlato ai miei clienti in modo così entusiasta della città, oltre che della struttura, che adesso iniziano a prenotare eventi ed escursioni alla scoperta del territorio. GRAZIE ANCHE AL MATERACAMP!!! Lo cito sempre come grande esempio. Mando questo messaggio anche a Caterina. Bacio Matera Girl!!! ib

Ho conosciuto Irene al Materacamp, dove ha presentato il suo blog, e ci siamo subito aggiunte sui vari social network, in modo da non perderci di vista. Ricevere questo messaggio è stato davvero gratificante perchè vedo, dopo tante fatiche, che i nostri sforzi non sono stati vani e che, grazie al Materacamp, la nostra Matera è sempre più conosciuta nel mondo. Tutto questo passaparola sulla mia città è qualcosa di fantastico. Mi sento utile al mio territorio e ricevere questi feedback mi incoraggia a non mollare ma, anzi, a continuare nel mio intento.

Quest’anno non so se ci sarà un Materacamp: alcuni di noi dell’organizzazione sono presi da avvenimenti importatissimi della propria vita (me too, visto che mi sposo) e quindi dobbiamo vedere se riusciremo ad organizzare qualcosa magari dopo l’estate. Anche perchè se dobbiamo fare una cosa o la facciamo bene o non la facciamo proprio, vero?

Grazie, Irene, e grazie a tutti quelli che sono stati qui a Matera per condividere con noi quei giorni meravigliosi.

Foto di alibabaoglan

Foto di alibabaoglan

scritto da in Fashion & Trends, Il giorno più bello

7 commenti

Su Oggi Sposi ho trovato un interessante articolo che elenca 22 consigli su cosa indossare quando si è invitati ad un matrimonio, senza tralasciare le regole del bon ton. Vediamoli insieme (e commentiamoli):

Foto di efeunodos

  1. Assolutamente banditi il bianco, colore esclusivo della sposa, ed il nero.
    Purtroppo questa regola viene spesso disattesa, e sto parlando soprattutto del fatto che spesso e volentieri gli invitati (specie le donne) indossano vestiti tutti neri. Io cerco di evitarlo. O almeno di indossare un capo nero ed uno colorato.
  2. Ricordare che è la sposa la sola protagonista per quel giorno (anche lo sposo, anche se è inutile negarlo: tutti gli occhi saranno puntati su di lei!). Assolutamente vietati quindi tutto ciò che può dare nell’occhio.
    Capito, invitati? Sarò io la protagonista e quindi lasciatemi la scena 🙂
  3. Meglio evitare anche il rosso, oggi tanto di moda, un colore troppo acceso e non facile da indossare.
    Su questo non sarei d’accordo anche perchè mi piace molto il rosso (e mi sta anche bene)
  4. Le tinte pastello, nelle loro varianti, sono le più appropriate.
    Su questo non ci piove 🙂 Sono sobrie ed eleganti.
  5. Le signore che proprio non si vedono con un colore vivace possono proporsi in sabbia, beige, marroni chiari e ecru.
    … che su di me stanno malissimo… Meglio un rosa o un celeste.
  6. Mai indossare di sera abiti di color oro, rosso, nero e viola.
    Questa non la sapevo… chissà qual è il perchè…
  7. Il cappello è indicato per le cerimonie di tipo formale. Ricordate però che se lo sceglierete dovrete portarlo per l’intera durata dei festeggiamenti.
    Quindi, soprattutto per i nostri matrimoni “giornalieri” (nel senso che durano un giorno intero), non conviene indossarli
  8. Se la sposa intende proporsi con il tradizionale abito lungo e desidera le invitate in lungo, deve avvisarle a voce. Se decide invece per il corto, comunicherà la propria decisione in modo che nessuna invitata si presenti in lungo.
    Il mio abito è lungo, quindi, invitate, sbizzarritevi come volete: lungo, corto, a voi la scelta!
  9. Secondo il galateo: la cerimonia formale diurna richiede il vestito lungo o l’abito da sera, la cerimonia semiformale diurna la gonna o l’abito da cocktail medio lungo, la cerimonia informale diurna il vestito semplice medio lungo, la cerimonia formale serale l’abito da sera lungo, la cerimonia semiformale serale e quella informale invece l’abito da cocktail.
    Lungo o da cocktail? A me piace più il secondo.
  10. La lunghezza delle gonne dovrebbe essere ragionevole, bandite minigonne e look aggressivi, più adatti a serate in discoteca.
    …ovviamente
  11. Necessarie le calze, sempre e comunque, sinonimo di vera eleganza, anche se fa molto caldo. Esistono infatti modelli velatissimi e quasi impalpabili perfetti per climi torridi.
    Nooo, questo non lo dovevo leggere. Io odio indossare i collant d’estate! Non li sopporto proprio!
  12. Meglio optare per scarpe decolleté, con tacco alto solo per chi non può farne a meno, da preferire comunque ai sandali.
    Io preferirei i sandali e non le decolletè… ma per il MIO matrimonio farò un’eccezione (perchè questa regola vale anche per la sposa, no?)
  13. Gioielli e accessori sempre discreti, trucco e acconciature idem.
    Io in questo sono una garanzia (fin troppo)
  14. I signori avranno meno possibilità di sbagliare, indossando un abito scuro, grigio, o blu, camicia bianca, calze scure e scarpe scure. In quanto alla cravatta, è lecito azzardare.
    Questi maschi, sempre fortunati. || Read more

Chemical Party

Gen
2010
27

scritto da in Web Area

3 commenti

Come si potrebbe spiegare la chimica facendo finta che tutti gli elementi della tavola periodica siano delle persone che s’incontrano ad un party? La risposta è qua:

Originale, vero?