Archivio per gennaio 2010 | Pagina di archivio mensile

scritto da in C'è Vita a Matera, Web Area

Nessun commento

Apprendo da Donato che finalmente anche Matera è visibile in modalità street view su Google Map.

Non appena l’ho letto, mi sono subito fiondata sul sito per vedere come si vede casa mia con lo street view. Ebbene, la Google Street Car, che ha passato in rassegna tutte le strade della mia città (quelle percorribili con la macchina, perchè nelle straduzze nei Sassi è un po’ difficile farlo), non è passato davanti a casa mia. Ho capito, si trova in ZTL (Zona a Traffico Limitato) ma ciò non vuol dire che la strada in cui abito non sia percorribile. E poi anche se è ZTL, visto che sono decine e decine gli abusivi che ogni giorno occupano impropriamente la strada (vigili, quando vi svegliate un pochino? dovete passare in continuazione da queste parti) causando tantissimi disagi ai residenti (soprattutto quando occupano i pochi parcheggi per noi disponibili e così siamo costretti a mettere la macchina “in capo al mondo” e a portare la spesa a piedi), almeno la Google Street Car avrebbe avuto un buon motivo per percorrerla, no?

Insomma, sono rimasta delusa. Google Street Car, la prossima volta che passi da queste parti (se ci sarà una prossima volta), non dimenticarti di passare davanti a casa mia, ok?

Comunque l’automobile di Google ha anche beccato un matrimonio 🙂

scritto da in Il giorno più bello

6 commenti

Ho già scritto su questo blog che il 2010 sarà l’anno del nostro Sì. E così mi sono abbonata ai feed di alcuni siti che parlano di matrimonio, preparativi, dispensando suggerimenti e proposte. Sul sito Oggi Sposi, oggi ho trovato un articolo interessante in cui Gaia Lunard elenca alcuni suggerimenti su come arrivare all’altare senza stress, quindi su cosa bisogna fare e cosa non bisogna fare per  al preparare meglio il matrimonio. Vediamoli insieme (con l’aggiunta di qualche nota personale).

Foto di Andrea Balducci

Cosa NON fare:

  1. Vi capiterà di entrare in dei negozi per provare l’abito da sposa e che la venditrice sia antipaticissima, scortese e vi irriti. A me è capitato e ho deciso di non andare li a comperare il mio abito…volevo che tutto quello che circondava il mio matrimonio fosse il più sereno e rilassante possibile. Nota: Con questo non voglio dire che bisogna testare la pazienza e la cortesia delle commesse ma solo scegliere tra i marchi che ci fanno sentire bene e a nostro agio.
    Per fortuna io ho già scelto il mio abito. E la commessa è stata paziente e disponibile. Praticamente ho “occupato” l’atelier per più di due ore. Ma l’ho trovato 🙂
  2. Non seguire alla lettera quello che una rivista vi dice di comperare. Non tutto è necessario e non tutto deve per forza essere come te lo descrivono. Per esempio non è necessario avere il profumo ‘speciale matrimonio ‘ se il vostro vi piace e lo usate da anni andrà benissimo anche per quel giorno.
    Personalmente io uso riviste e libri come spunto per il mio matrimonio e non come legge. Poi tutto dev’essere personalizzato. Il mio matrimonio dev’essere diverso dagli altri, se no non è più mio.
  3. Non bisogna aver paura delle riviste sui matrimoni. Anche se fai parte di quelle ragazze che già hanno tutto in testa e sanno cosa vogliono, può sempre essere d’aiuto per trovare un’idea originale per la torta, i fiori o i welcome bags. Le riviste che preferisco e vi consiglio sono White, Instyle wedding Elle sposa e come libri il più bello ineccepibilmente è “Il matrimonio che vorrei” (Mondadori)
    Ecco, le riviste, io ne ho comprate davvero tante e credo ne comprerò ancora.
  4. Non comprare un vestito di una taglia inferiore alla tua, è vero che di solito uno dimagrisce durante l’organizzazione del matrimonio ma si è sempre in tempo a farlo stringere ma non a farlo allargare….e per informazione anche se perdi peso durante il matrimonio di solito lo recuperi subito …(ps : anche i maritini di solito aumentano post wedding…) Prendete un abito che vi dona cosi come siete, e poi prendete cura della vostra pelle, fate attenzione all’alimentazione e non dimagrire non vuol dire che dovete ingrassare….
    Il mio vestito è perfetto, mi calza a pennello. E comunque sia credo che i 2 mesi prima del matrimonio li passerò a pane e acqua… non si sa mai 🙂
  5. Non vi vergognate a chiedere nel giorno del matrimonio al vostro parrucchiere di mettervi le canzoni che vi rilassano o che volete sentire. Ascoltare la musica preferita il giorno del matrimonio aiuta a rilassarsi e sprigiona l’energia.
    Il parrucchiere dovrebbe venire a casa mia. Quindi la musica la deciso io. Anche se spesso il silenzio è più rilassante.
  6. Non abbiate paura a commentare o a dire che non vi piace qualcosa nella pettinatura o nel trucco. Se preferite una sfumatura rosa invece di quella marrone ditelo senza problemi o discutetene per lo meno e vedete facendo una prova. Siete voi la reginetta della festa e dovete sentirvi e vedervi bellissima !
    Diciamo che se non lo direi sarei sciocca…
  7. Vietato mangiare o bere una volta che avete indossato l’abito da sposa. (un sorso d’acqua al limite sperando che non si bagni l’abito e se si bagna sperare che si asciughi prima dell’arrivo in chiesa)
    Dai, anche l’acqua. No, dai, l’acqua non me la potete togliere. Anche perchè d’estate fa caldo…
  8. Bisogna pianificare ma non troppo. (Dopo il taglio torta è importante divertirsi ! … passa tutto cosi in fretta…)
    Questo è un mio punto debole. Tendo a pianificare troppo. Ma credo che quel giorno non ci penserò. Sarò presa da altro. || Read more

Brodo di tacchino

Gen
2010
17

scritto da in Clarita in Cucina

3 commenti

Qual è il piatto invernale per definizione secondo voi? Secondo me è lui, il brodo che riscalda le fredde giornate invernali e dà sollievo ai malanni stagionali. Esiste di carne e vegetale.

C’è a chi piace e a chi non piace. A me piace. E pure tanto. Soprattutto quello vegetale, quello di pollo e di tacchino, un po’ meno quello di vitello. Ma come si prepara? Vediamo come si prepara il brodo di tacchino ma lo stesso procedimento è valido anche per quello di pollo e di vitello, ovviamente.

INGREDIENTI (per 4 persone):
400 gr di carne di tacchino (coscia e sopracoscia)
1 cipolla
100 gr di pomodori (pelati o freschi)
1 gambo di sedano
sale e acqua q.b.

PREPARAZIONE:
Lavare la carne in abbondante acqua tiepida. Metterla in una pentola e coprirla con acqua fredda fino a riempire la pentola stessa. Far riscaldare l’acqua e prima che bollisca, abbassare la fiamma e con una schiumarola eliminare la schiuma che si forma in superficie. Dopo averla eliminata, alzare la fiamma e portare l’acqua all’ebollizione aggiungendo la cipolla, il sedano a pezzi grandi, i pomodori e il sale. Lasciare cucinare per circa 2 ore. Quando il brodo è cotto, si può filtrarlo in un altra pentola e in esso può essere cotta la pasta (di piccolo formato o i tortellini) o il riso. Ottima è anche la stracciatella in brodo che consiste nel versare sul brodo bollente un uovo sbattuto e una spolverata di parmigiano. Ottima è anche la carne di tacchino utilizzata per cucinare il brodo. Può essere servita come secondo piatto accompagnata ad una salsa agrodolce o a dei sott’oli o sott’aceti.

scritto da in Previsioni del Tempo

Nessun commento

Certo che questo inverno, dal punto di vista meteorologico, si sta dimostrando proprio noioso: nessuna bufera di neve, neanche qualche piccolo fiocco, ma solo sole, vento, pioggia, freddo e umidità.

Foto di Giorgio Marandola

Almeno abbiamo il freddo. Ma la neve? Quando arriva? A Marzo/Aprile? Per il momento non si vede neanche l’ombra della neve da queste parti sulle previsioni dei modelli meteorologici. I prossimi giorni proseguiranno simili ad oggi: cielo variabile, con momenti di timido sole che si alterneranno a momenti coperti, temperature leggermente al di sotto delle medie del periodo. Solo giovedì dovremmo avere probabilità di precipitazioni. Per il resto nulla. Calma piatta.