Consigli per non diventare di cattivo umore

Mar
2010
24

scritto da in Cose Serie

4 commenti

Elena ha proprio ragione:

Vediamo grigio, nel migliore dei casi, e quando raccontiamo quello che vediamo tendiamo a dire solo le cose negative.
.
La stanchezza, la delusione, le espressioni deluse, la poca voglia di stare insieme, questo strano isolamento che non è solo “colpa” della tv o della rete.

Il cattivo umore è divenuto uno stato d’animo costante per molti. Dovremmo vincere questo sentimento e cercare di vedere il bicchiere mezzo pieno.

Foto di Mel B.

Su Pinkblog ho trovato alcuni consigli su come difendersi dalle emozioni negative, cioè consigli per non diventare di cattivo umore in ambito lavorativo. Questi sono stati a loro volta letti su Openforum. Vogliamo vedere quali sono?

  1. Se sei il capo, considera che gestire il tuo stato d’animo è una delle tue responsabilità.
  2. Crea un umore positivo durante le riunioni.
  3. Crea una lista di cose da non fare più.
  4. Aumenta la consapevolezza dei tuoi stati d’animo.
  5. Elimina ciò che ti fa perdere energia.
  6. Focalizzati su cosa sai fare nel migliore dei modi.
  7. Sii scettico nell’autovalutazione quando non sei di buon umore.
  8. Sii consapevole del rapporto positivo/negativo.
  9. Sii consapevole del legamen che c’è tra buon umore e creatività.
  10. Controlla il contagio emotivo dei dipendenti che s’interfacciano con i clienti.
  11. Rivaluta ciò che scrivi in un’email prima di cliccare sul pulsante “Invia”.
  12. Non lasciarti influenzare dagli stati d’animo degli altri.

Per approfondire il significato di questi consigli ti consiglio una lettura dell’articolo su Openforum.

E, forza, sforziamoci di sorridere, di trovare un piccolo qualcosa di positivo in ciò che facciamo. Se continuiamo a vedere tutto grigio o nero, niente potrà mai migliorare.

Tags: , , ,

4 commenti

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento