Archivio per febbraio 2011 | Pagina di archivio mensile

Web e gravidanza

Feb
2011
27

scritto da in Cronache appanzate, Web Area

6 commenti

Lo so, in questo ultimo periodo non faccio che parlare di questo, ma il blog è uno spazio personale che in qualche modo riflette la propria vita, no? Però, visto che non voglio tediarvi con i miei racconti sulla vita che cresce (e scalcia) dentro di me, oggi vorrei rendere un servizio utile al mondo e in questo post vorrei fare una raccolta dei siti più interessanti che sto seguendo e che mi sono davvero utili.

Foto di katiew

Appena si scopre di essere incinta la domanda nasce spontanea: qual è la data di presunto parto (dpp)? Ci sono molti siti che la calcolano. Ma in questo è possibile anche personalizzare la durata del ciclo e della fase luteinica: http://www.gravidanzaonline.it/medico_risponde/dataPresuntaParto.htm. Se state monitorando le betaHCG, un sito che potreste utilizzare come riferimento per i valori è questo: http://www.betahcg.it/8094/index.html. Per calcolare se l’aumento è avvenuto nel modo migliore, potete usare questo tool: http://www.obfocus.com/calculators/betahCG.htm.

Poi è il momento di prendere tutte le info sul percorso che si sta iniziando: quale alimentazione seguire? Cosa sta succedendo dentro la pancina? Un sito veramente fatto bene e in cui trovare tutte queste informazioni è questo: http://www.gravidanzaonline.it/home/index.asp. Gli articoli sono scritti da medici ed altri esperti nel campo. Se invece volete un manuale sulla gravidanza stampabile, eccolo qua: http://www.zucca.bs.it/manuale.gravidanza.pdf.

Durante la gravidanza si ha diritto ad essere esenti dal pagamento di alcune prestazioni sanitarie. Ecco quali sono, settimana per settimana: http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_normativa_1653_ulterioriallegati_ulterioreallegato_1_alleg.pdf.

E’ anche affascinante vedere a che punto è la formazione del marmocchietto. Per fare ciò potete andare qua: http://your-embryo.blogspot.com/2010/10/see-your-baby.html, inserire la data del presunto concepimento (intorno al 14° giorno del ciclo, se è regolare) e vedrete, giorno dopo giorno, i progressi del vostro bebè. Per leggere ciò che accade nel dettaglio potete consultare questo calendario della gravidanza: http://www.periodofertile.it/calendario-gravidanza.

Un altro sito molto ben fatto è anche questo: http://www.pregnancyway.com/index.php?lg=it. Anche qui potete trovare tante informazioni utili, tra le quali le dimensioni dell’embrione/feto nella settimana in cui vi trovate.

Alla fine del terzo mese, di solito, ci si sottopone ad un test (non invasivo) denominato traslucenza nucale, che serve a determinare il rischio che il bebè sia affetto dalla sindrome di down. Potete trovare tante informazioni su questo test in questo sito: http://www.translucenza.it/.

Quando il cucciolo cresce, cambiano anche le tecniche della sua misurazione. Si inizia a parlare anche di peso fetale, oltre che della lunghezza. Sono stime, ovviamente. Ma con alcuni dati alla mano che il ginecologo ci fornisce durante la visita, possiamo capire se il nostro bebè sta crescendo nel modo giusto. In questo sito potete trovare le tabelle e le curve ecografiche di accrescimento, per vedere se il bebè è nella media oppure no: http://www.awog.it/index.php?option=com_content&view=article&id=127&Itemid=93. Invece per calcolare la lunghezza e il peso, potete andare qui: http://www.gravidanzaonline.it/medico_risponde/calcolaInfoFeto.htm.

Il settimo mese è il momento giusto per preparare l’occorrente per accogliere il bebè in casa. E anche per preparare la valigia per l’ospedale. Cosa metterci dentro? Qui c’è una buona lista: http://www.gravidanzaonline.it/parto/la-valigia-per-ospedale.html. Ma cosa serve davvero per accogliere questa nuova vita? Mobili, vestitini, utensili vari… leggete qua: http://www.pianetamamma.it/gravidanza/preparazione-al-parto/corredino-neonato-cosa-serve-davvero_pag2.html

Questo è quello che mi viene in mente al momento. Ma vorrei che questo post rimanga aperto di modo che io possa inserire altri link utili che magari non conosco ancora. Se conoscete qualche sito che potrebbe essere inserito in questo articolo me lo inserite nei commenti? Grazie! 🙂

scritto da in Fashion & Trends

3 commenti

E’ da un po’ che non scrivo di moda e tendenze su questo spazio. Diciamo la verità, sto trascurando il mio blog. Prima riuscivo ad aggiornarlo ogni giorno ma ora non ci riesco più. Un po’ per via del 1000 impegni, che non mi lasciano spazi liberi, un po’ per un piccolo calo d’ispirazione che sto avendo (forse Paola mi sta rubando tutta la creatività?).

Torniamo a noi. Il 2011, ormai iniziato da 2 mesi (capperini, come vola il tempo!!!), ha un suo “colore dell’anno” che vedremo utilizzato e riutilizzato in tutte le stagioni. Qual è? Il rosa, meglio ancora il fucsia!

Per Pantone è proprio questo il colore che rappresenterà questo anno. Questo colore è molto energico e stimolante, proprio l’ideale per tirarsi su di morale. Poi è un colore che sta bene a tutti, uomini e donne, con carnagione chiara o scura. Sicuramente aggiunge un tocco di vivacità al nostro abbigliamento e può essere utilizzato sulle cravatte, sui vestiti, sulle gonne, insomma, dappertutto.

A me piace molto questo colore, molto allegro, pieno di vita. Di sicuro lo utilizzerò molto e non solo per me… anche per la mia cuccioletta 😉

scritto da in Letture & Romanzi

Nessun commento

Posso mai rifiutare un libro da leggere io? No di certo! E così quando Michela, che è anche mia nuova “collega” di blog su DettoFraNoi,  mi ha offerto questa nuova lettura non ho esitato a dire di sì.

Il libro in questione si intitola Una Vita in Più ed è stato scritto dalla scrittrice e conduttrice televisiva, Antonella Boralevi.

La trama:
Lola è un’umile ragazzina di origine calabrese, piena di incantato stupore, ignorante eppure maestra nell’arte generosa di farsi coinvolgere da tutto ciò che la circonda, dando luce a ogni cosa che sfiora. Ernesto è un professore universitario cinquantenne, introverso, abitudinario, a suo agio soltanto nell’ordinato mondo dei numeri. La sua vita, deserta di affetti fin nei più lontani ricordi, è improvvisamente attraversata da una passione sorprendente, folgorante e vitale. Michele è un giovane studente universitario, bello di una bellezza consapevole, indolente e dispettoso, ribelle e allo stesso tempo conformista. Un ragazzo pieno di contraddizioni e alla ricerca di un’identità ancora tutta da scoprire. E poi c’è Josè, un figlio che nessuno sembra volere ma che scoprirà, inaspettato, l’amore vero, quello che nulla chiede e però sa dare. Perché, come dice Lola: “I figli sono di chi gli vuole bene”. Attraverso le storie di questi personaggi, così veri, così profondi, Antonella Boralevi ci consegna una storia straordinaria che sa parlare al cuore dei lettori, una vicenda che tocca i nervi scoperti del presente, e pone delle domande essenziali sull’amore, sull’essere genitori e sull’estenuante complessità dell’oggi. Ma Una vita in più è anche un romanzo che scava in fondo al disordine dell’amore, all’imperscrutabile mondo dei sentimenti, che esplodono, fanno male, eppure sono l’essenza profonda di ciò che ci rende umani.

Siamo davanti ad una storia molto particolare, quasi irreale. I personaggi principali, Lola ed Ernesto, sono molto diversi tra di loro, proprio agli antipodi, e ciò è evidenziato anche nello stile di scrittura. Chi unisce storie e personaggi è il piccolo Josè. Be’, non posso dire di più se no qui sveliamo tutto, no?

La storia non scorre fluidamente, si fa un po’ di fatica a leggerlo, diciamo che non è proprio il mio genere di libro, ma sono riuscita a finirlo 🙂

scritto da in Cronache appanzate, Cronache casalinghe, Questa è la mia Vita

1 commento

Qualche settimana fa sono stata contattata dalla Palmolive per provare le sue nuove linee di Bagnoschiuma e Docciaschiuma. Visto che sono amante delle prove di cosmetici/profumi/detergenti, non ho esitato a dare il mio sì.

Dunque qualche giorno fa è arrivato un bel pacco carico di: 3 docciaschiuma della linea “Aroma Therapy” (Absolute Relax, Morning Tonic e Sensual) e 3 della linea “Thermal” (Mineral Massage, Nutriente e Thermal Fresh). La prima è la linea che propone un universo di nuove fragranze, mentre la seconda sfrutta le benefiche proprietà dell’acqua associate agli oligoelementi termali per rigenerare corpo e mente.

In questi giorni li ho provati e li ho fatti anche provare da mio marito (ogni tanto faccio fare la cavia anche a lui, eh). Per ovvi motivi ho evitato di fare le foto mentre li provavamo, anche perchè oramai sto prendendo le sembianze di un cetaceo e farei scappare via tutti i visitatori di questo blog. Da bravi tester abbiamo stilato la nostra personale classifica dei bagnoschiuma. Volete sapere quali hanno vinto? Per me al 1° posto va il docciaschiuma Nutriente, che contiene olio essenziale di mandorle ed essenza di vaniglia. Ti stai chiedendo il perchè? Sono incinta e la pancia aumenta di giorno in giorno a vista d’occhio. I tessuti sono spesso tesi come un tamburo. Questo docciaschiuma mi ha lasciato la pelle molto morbida e idratata, alleviando quella sensazione di tensione che è davvero antipatica. Una bella spalmata di olio di mandorle puro ha completato il tutto (e potevo passare direttamente in padella per la frittura).

Per mio marito, invece, il docciaschiuma che ha scalato la “classifica” è stato Morning Tonic: una profumazione determinata e stimolante per i sensi, ottima per iniziare una dura giornata lavorativa in pieno benessere.

Anche gli altri docciaschiuma hanno una profumazione molto gradevole e lasciano una bella sensazione sulla pelle. Io, che sono molto sensibile agli odori, devo dire che nessuno di loro mi ha dato nausea/fastidi.

Articolo sponsorizzato