Archivio per giugno 2011 | Pagina di archivio mensile

scritto da in C'è Vita a Matera, Momenti di Festa, Previsioni del Tempo

Nessun commento

Oggi, 29 giugno, puntuale come ogni anno da 622 anni a questa parte, entrano nel vivo i festeggiamenti, nella mia città, per la sua Santa Patrona: Maria S.S. della Bruna.

La festività vera e propria si celebra il giorno 2 luglio ma da oggi la città si riempie di bancarelle, di palloncini colorati, le luminarie si illuminano, la banda suona, insomma si addobba a festa per celebrare il suo giorno più importante.

Il programma integrale è nel sito dedicato all’evento. C’è anche la possibilità di guardare la festa in diretta, sempre nel sito che ho linkato qui sopra. Alcuni momenti della festa, come il famoso “sfascio del carro” saranno visibili anche via webcam su Sassiland.

Come sarà il tempo in questi giorni? Eh, insomma! Oggi i festeggiamenti inizieranno con sole e caldo accettabile ma da domani potrebbero interessarci delle piogge pomeridiane e le temperature si abbasseranno un pochino, cosa che potrebbe essere vista positivamente. Stando ai modelli meteorologici, forse proprio il 2 luglio sarà il “giorno peggiore”. Il 3 la situazione migliorerà con temperature in rialzo e sole.

scritto da in Fashion & Trends

Nessun commento

Ho scovato nel web questo video su come fare una perfetta pedicure fai-da-te.
Oggi inizia l’estate ed urge avere piedi decenti per sfoggiare sandali folgoranti.
Vediamo quindi cosa dobbiamo fare:

(via pinkblog)

scritto da in Fashion & Trends, Io mamma?

Nessun commento

Girovagando in rete, cercando qualcosa sull’abbigliamento post partum, mi sono imbattuta in un articolo su Pianeta Mamma su come essere una mamma fashion. Son fregnacce o consigli utili? Vediamoli un po’. Con commento della sottoscritta incluso.

Foto di Becaberry

  1. Durante le ultime settimane di gravidanza, prendiamoci un po’ di tempo per organizzare l’armadio, creando abbinamenti già collaudati e tenendo presente che probabilmente non riacquisteremo subito la taglia che avevamo prima dell’attesa. […] Per le scarpe, optiamo per modelli stilosi ma tassativamente comodi. […]
    Diciamo che molte cose che abbiamo utilizzato in gravidanza ci serviranno anche nel post parto. Personalmente ho trovato molto utili i leggings e i giacchini lunghi (che coprono coscione e sederone). Anche perchè non è che dopo il parto si possono indossare maglie ultra aderenti. Bisogna fare i conti con la panza. Quello che non si può prevedere, però, è il “fattore mucca”: il seno aumenta se si allatta (almeno per me è così) e questa cosa non è stata possibile prevederla. Discorso scarpe: sto approfittando del fatto che porto a spasso il carrozzino per portare i tacchi. Non corro e ho un costante appoggio. E non li portavo da mesi, non ce la facevo più.
  2. Mentre siamo in giro con la carrozzina, osserviamo le vetrine dei negozi o le passanti più modaiole per capire cosa è di tendenza quest’anno. A volte si tratta di capi che andavano già qualche anno fa e che quindi abbiamo ancora nell’armadio. […] Non potremo forse permetterci un pomeriggio di shopping, ma una capatina su internet durante le notti insonni forse riusciamo a ritagliarcela.
    In effetti è un po’ difficile andare a fare shopping. Viva lo shopping online. E non c’è bisogno per forza di guardare le vetrine, ci sono le riviste e tantissimi siti web con suggerimenti sulla moda.
  3. […] Prendiamoci un minuto in più per fare mente locale di quello che abbiamo nell’armadio. […] Basta pensarci per cinque minuti, focalizzando mentalmente quale abito ci potrebbe stare bene e con cosa abbinarlo. […]
    Io forse ho esagerato: un pomeriggio, approfittando del pisolino della pupa, ho provato praticamente tutto il guardaroba estivo dividendo la roba in: bocciata (da dar via), bocciata (da tenere sperando che un giorno entri), promossa con riserva (da mettere solo se proprio non ho nulla), promossa (praticamente 3-4 cose).
  4. Magari un’incursione nel nostro guardaroba ci lascia depresse e scoraggiate […]. Possiamo focalizzarci sugli accessori e sui dettagli: bracciali, orecchini scintillanti, un rossetto audace, una sciarpa sfiziosa. Il parto è un’ottima occasione per richiedere una generosa aggiunta al nostro “parco-gioielli”: alla fine ce lo siamo meritate!
    Eh, com’è che non ho proprio il tempo di pensare agli accessori? Riesco a malapena ad abbinare l’abbigliamento alla borsa e alle scarpe ma proprio non riesco a truccarmi…
  5. Non dimentichiamo quanto possono essere sensuali le forme morbide di una neo mamma. L’essere provocanti deriva dal comportamento, da come ci sentiamo. Sì, si può decidere di essere sexy: un sorriso raggiante, un pensiero positivo e un po’ di faccia tosta sono gli ingredienti giusti per incominciare.
    Ehm… passo!!!
  6. Sembra una mostruosità, ma osserviamo come le star utilizzino sistematicamente i loro bambini come accessori! E’ ovvio che nostro figlio è enormemente più importante di una borsetta, ma non c’è niente di male a vestirlo in un modo che non faccia a pugni con il nostro abbigliamento. Facciamo anche caso ai colori della carrozzina, del passeggino e del marsupio, e a come legano (o viceversa) coi nostri vestiti. […]
    Su questo approvo alla grande. Cioè io ADORO vestire mia figlia con tanti splendidi vestitini. E preferisco addossare su di lei le mie idee creative in tema di abbigliamento. A lei sta bene tutto, poi 🙂 Nonostante sia un piccolo cotechino vivente che a 1 mese e 1\2 indossa già la 3-6 mesi. || Read more

scritto da in Clarita in Cucina

2 commenti

Come per le previsioni del tempo, anche per le ricette stendiamo un velo pietoso sull’ultimo aggiornamento. E’ da 3 mesi che non pubblico una ricettina. Buuuuuuuuuuu!

Ricominciamo alla grande con un primo bello fresco e veloce, ideale per la stagione estiva: la pasta con il pesto alla siciliana.

INGREDIENTI (per 2 persone):
200 gr di pasta (io ho scelto le linguine)
250 gr di pomodori
100 gr di ricotta
1 mazzetto di basilico
1 spicchio d’aglio (che può essere anche non utilizzato, rendendo la pietanza più digeribile)
50 gr di parmigiano grattugiato
30 gr di pinoli
50 gr di olio extravergine d’oliva
sale e pepe q.b.

PROCEDIMENTO:
Lavate bene i pomodori e il basilico. Prendete i primi, tagliateli a metà e privateli del liquido in eccesso e dei semi. Metteteli quindi nel frullatore insieme a tutti gli altri ingredienti, tranne sale e pepe. Frullate il tutto in modo da ottenere una crema, salate e pepate. Intanto lessate la pasta e scolatela. Mischiatela al pesto e servite in tavola.