La frangia Millennium

Set
2012
24

scritto da in Da "The Style Glossy"

Nessun commento

By Sonia Fossi for The Style Glossy

La frangia Millennium

La frangia è tornata di moda si sa, ma adesso la versione più di tendenza è la frangetta. Dopo l’inarrestabile successo del film Millennium – Uomini che Odiano le donne, il look dell’attrice protagonista Rooney Mara che interpreta la supertatuata Lisbeth Salander ha dato il via a tantissime ispirazioni diverse. Oggi il trend impazza sulle modelle e sulle star e, preparatevi, sarà protagonista per tutto l’inverno: Calvin Klein, Versace, Marni, Chanel, John Galliano e Antonio Berardi sono solo alcuni dei designer che hanno proposto il look in passerella per questa stagione.

Ma se già abbiamo visto la top-model Maria Carla Boscono splendida nella campagna di YSL tanto quanto Marion Cotillard sul tappeto rosso del MET Gala lo scorso maggio in occasione della mostra-celebrazione delle power women della moda italiana Miuccia Prada e Elsa Schiaparelli, è dalla musica arrivano le ispirazioni più audaci. Basta vedere il taglio cool del genio dell’elettronica Grimes oppure quello platino di Yolandi Visser dei Die Antwoord.

E per noi comuni mortali quali sono i segreti per sfoggiare questo nuovo look? Ecco una guida al taglio del momento.

A Ogni Viso il Suo Taglio
“Bisogna adattare la pettinatura al viso, non limitarsi a fare un semplice copia-incolla,” dice Danilo Dixon, l’inventore del celebre taglio di Lisbeth nonché hair stylist di Rooney Mara, ma anche di altre star come Gwen Stefani e Zooey Deschanel. “Più che dare troppo peso alle dimensioni del viso occorre analizzare la propria fisionomia e capire con il parrucchiere come valorizzare i punti forti”.

Generalmente parlando questa pettinatura dona a tutte un look interessante e particolare, ma se avete un viso tondo forse sarebbe meglio evitare perché la frangetta corta può enfatizzare le rotondità del viso. Per le altre invece l’importante è tenere il colore dei capelli uniforme (niente meches!) così da esaltare le geometrie del taglio. Mantenete le sopracciglia ben curate e riducete il trucco al minimo privilegiando eyeliner nero e rossetto rosso: in questo modo il vostro aspetto sarà impeccabile e raffinato.

Dal Parrucchiere
Jill Vergottini, erede del famoso salone milanese e autrice del nuovo libro ‘Mi Raccomando la Frangia’, spiega come la riuscita di un taglio parta da una buona comunicazione con il proprio hair stylist. “Permettete al parrucchiere di spostarvi la testa in modo che possa tagliare nel modo migliore,” spiega. “Non accavallate le gambe, quando lo fate spostate il baricentro e rischiate di trovarvi con una parte di capelli più lunga e l’altra più corta.”

E’ importante che il parrucchiere poi individui le naturali rose o vertigini della cliente e controlli le attaccature, specie se il taglio è corto. “I greci, i capostipiti dell’acconciatura, riuscivano a raccogliere i capelli usando solo dei nastri, sfruttando il naturale giro dei capelli,” dice Jill. “Se una testa è ben tagliata, se dona eleganza e stile, se ti lascia libera di pettinarti a casa senza diventare matta, a questo punto basta un bel vestito, un filo di trucco e il gioco è fatto.”

Scegli il Prodotto Giusto
Lavereste mai un golfino di cashmere con il detersivo per i piatti? Un taglio perfetto richiede prodotti dello stesso livello e qualità concordano sia Jill che Danilo. Se la frangia è l’ideale per nascondere le rughe sulla fronte allo stesso tempo può essere causa di fastidiosi brufolini sulla pelle per via dell’umidità. Danilo ci rincuora dicendo che oggi in commercio esistono tantissime soluzioni per non dover mai incorrere in questo problema: basta cercare prodotti che proteggano dal calore e dall’umidità come spray e creme anti-frizz, seguite dall’applicazione di una lacca leggera per capelli.

Se avete i capelli lisci e la chioma non è troppo voluminosa, questo taglio a metà strada tra il caschetto e l’effetto scodella è particolarmente indicato, perché i capelli fini saranno più facili da modellare. Fondamentale comunque è mantenere il taglio liscio. “E’ importante che la frangia rimanga piatta e che il volume sia tenuto al minimo, altrimenti rischia di apparire un po’ troppo retro,” dice Danilo. Punta quindi su prodotti liscianti oppure chiedi al tuo parrucchiere di consigliarti i trattamenti a lungo termine più indicati da fare nel suo salone di bellezza.

Sonia Fossi scrive da anni per le più importanti riviste di moda, bellezza, arte e design.



Tags: , , , , , ,

Lascia un Commento