Archivio per 2012 | Pagina di archivio annuale

scritto da in Cinema & TV, Io mamma?

Nessun commento

Qualche settimana fa ho visto un film leggero e rilassante che mi incuriosiva parecchio: “Travolti dalla cicogna“. Trama un po’ ovvia, secondo me racconta perfettamente i clichè più comuni su gravidanza e maternità.

Barbara (Louise Bourgoin) e Nicolas (Pio Marmai) vivono a Parigi, la passione comune per il cinema li fa incontrare. Giovani, spensierati e innamoratissimi conducono la tipica vita della coppia senza figli. Lui ne desidera uno, Barbara resta incinta e l’evento sconvolgerà la sua vita affettiva, sessuale e familiare: ormoni impazziti, nausea, sbalzi d’umore, il fisico trasformato… “si sente posseduta e abitata da un alieno”. E quando nasce la piccola Lea tra Barbara e Nicolas tutto cambia: è così difficile ritrovarsi in tre! Tratto dal romanzo “Lieto Evento” di Eliette Abécassis (pubblicato da Marsilio Editori) una commedia divertente, dissacrante, intelligente e sarcastica.

Secondo me più che le gioie, questo film mette in luce i dolori della maternità. Ma non quelli provati dalla maggior parte delle mamme. Sei proprio sfigata se hai avuto un parto terribile, un compagno bamboccio e menefreghista e una figlia che piange 24 ore su 24! Tutto insieme nello stesso momento, eh! Insomma, se fossi in attesa e avessi visto il film in quello stato, avrei una paura matta di quel piccolo cuore che batte nella pancia.

Invece no, la vita da mamma non è poi così terribile. Non diventi uno straccio vivente come la protagonista del film. Sì, si arriva mani e piedi ad abbracciare il cuscino di sera, non nascondiamolo. Ma ci sono anche mamme che non allattano mai di notte da quando i bambini hanno pochi giorni/mesi, ci sono anche bambini che piangono di rado, ci sono anche papà che si mettono il grembiule in casa e fanno le pulizie pur di concedere un’ora di relax alla loro moglie/compagna. Non è tutto così nero. E poi, per chi ha la possibilità, ci sono i nonni che danno una grossissima mano. I primi 2-3 mesi sono quelli più duri ma poi va tutto in discesa. E quei sorrisoni sdentati ci fanno sentire in Paradiso e alleviano tutte le fatiche accumulate durante la giornata.

scritto da in Fashion & Trends

Nessun commento

Quello che ho capito guardando le vetrine oggi:

  • Va di moda il corto: abiti corti, cappotti corti, giubbotti corti, pantaloni corti
  • Delle gonne non c’è nemmeno l’ombra
  • Va di moda o l’extrastretto o l’extralargo: tubini, pantaloni skinny, ma anche maglie xxl, casacconi
  • Color block e total black, passando per il color ocra, il verde smeraldo e il grigio
  • Ovunque è un proliferare di pelle e pellicciotti
  • Su ogni abito che si rispetti è d’obbligo indossare una maxi collana
  • E’ immancabile un cappello in testa
  • Imperano sbrilluccichii vari e pizzi
  • Scarpe e borse più o meno simili alle scorse stagione: tacchi vertiginosi o ballerine piattissime, la via di mezzo non esiste. Così le borse o maxi o mini.

Insomma, come al solito in vetrina ci sono capi che stanno bene alle magre. E su di noi che siamo dalla 44 in su, cosa starà bene di tutto questo?

A dire la verità, non ho ancora visto nulla nelle vetrine che mi abbia fatto pensare: “Questo capo devo averlo assolutamente nel mio guardaroba”. O nella mia scarpiera. Nada de nada.

Ok, capito, mi butterò sullo shopping per mia figlia… quello non mi delude mai.

scritto da in Da "The Style Glossy"

Nessun commento

By Nicole Pearl for The Style Glossy

4 Prodotti di Bellezza da Tenere nel tuo Beauty Case

Ogni estate cambio un po’ di prodotti nel mio beauty case. Ecco quattro prodotti che faccio in modo di avere sempre a portata di mano:

Lucida labbra con filtro solare: il rossetto mantiene la bocca idratata durante il freddo invernale, ma le tonalità scure possono sembrare troppo dure durante una luminosa giornata di sole. Quando inizi a eliminare maglioni e cappotti, pensa anche alle labbra e inizia a giocare con formule più delicate come gloss e lucidalabbra. Sono il complemento perfetto alla spensieratezza estiva, perché offrono un tocco di colore e una lucentezza sexy che è ulteriormente enfatizzata dalla luce del sole. Quando scegli il tuo prodotto, assicurati che abbia un fattore protettivo di almeno 15. Il cancro può svilupparsi anche sulle labbra, quindi sempre più aziende stanno creando lucidalabbra con filtri solari.

Terra abbronzante: Il modo più veloce per donare al viso un colorito sano? Tieni una terra abbronzante a portata di mano. Scegli una tonalità un po’ iridescente da applicare dove il sole colpirebbe naturalmente la tua pelle. Un buon consiglio è quello di iniziare sugli zigomi e continuare formando una “C”, passando una spolverata sulle tempie e finendo sulla fronte.

Mattifier: Spesso vengono sottovalutati, eppure i mattifier, ovvero i trattamenti opacizzanti, sono la chiave per risolvere uno dei problemi più comuni che affligge le donne durante i mesi estivi: la pelle lucida. Lo scopo di un prodotto opacizzante è quello di fare esattamente quello che dice la parola stessa: dare una finitura opaca alla pelle del viso. I mattifier sono fatti con ingredienti in grado di assorbire gli oli che producono i pori prima che una chiazza di grasso percorra tutto il vostro viso. I miei prodotti opacizzanti preferiti sono quelli con una doppia o tripla funzione. Alcuni idratano e forniscono protezione contro il sole, altri agiscono come primer o fondotinta.

Ombretto luminoso: Sottolinea gli occhi con nuance vivaci come il giallo canarino e il verde erba, colori che hanno dato vita alle passerelle primaverili. Se usare un ombretto troppo intenso vi spaventa, un modo più facile per interpretare questo trend e’ quello di applicare un eyeliner luminoso sulle ciglia superiori o inferiori.

Photo: @iStockphoto.com/dachimage

Nicole Pearl scrive di bellezza per una serie di pubblicazione ed è la fondatrice di TheBeautyGirl.com, un sito web che vi offre notizie rubate dietro le quinte, ma anche consigli e tendenze su tutto quello che e’ il mondo beauty.



scritto da in C'è Vita a Matera

Nessun commento

Puntuale come ogni anno, a fine settembre Matera si veste di rosa, si mette gli occhiali e si prepara a diventare la capitale europea del romanzo femminile. Anche quest’anno scrittrici di tutto il mondo arriveranno nella città dei Sassi per la nona edizione del Women’s Fiction Festival, Festival della narrativa femminile.


Le danze si apriranno il 27 settembre e si chiuderanno 3 giorni dopo, il 30. Il tema di quest’anno è “Leggo di gusto“.

Descrizioni barocche di ricche e sontuose tavole imbandite, pranzi pantagruelici, cibo spazzatura, fantasie compensatorie: c’è un cibo per ogni tempo e per ogni cultura. Al Women’s Fiction Festival si renderà omaggio al gusto di leggere e al leggere di gusto, con incontri e presentazioni di libri dedicati al cibo, laboratori di cucina, degustazioni e mercatini alimentari a Km 0 dove gustare i sapori della gastronomia locale. I protagonisti saranno l’alimentazione e il nutrimento del corpo e della mente.

Anche quest’anno Il programma comprende un Congresso internazionale per scrittori, master class condotte da scrittrici best seller, “Briefings for thriller writers” dedicati ai giallisti, appuntamenti a tu per tu tra scrittori, editor, agenti letterari e consulenti editoriali, incontri con il pubblico, happy hour, concerti e premiazioni letterarie.

Per maggiori informazioni e per scaricare il programma ufficiale della kermesse, visita il sito della manifestazione: http://www.womensfictionfestival.com/index.php.