Archivio per 2012 | Pagina di archivio annuale

scritto da in Da "The Style Glossy"

Nessun commento

By Sonia Fossi for The Style Glossy

La frangia Millennium

La frangia è tornata di moda si sa, ma adesso la versione più di tendenza è la frangetta. Dopo l’inarrestabile successo del film Millennium – Uomini che Odiano le donne, il look dell’attrice protagonista Rooney Mara che interpreta la supertatuata Lisbeth Salander ha dato il via a tantissime ispirazioni diverse. Oggi il trend impazza sulle modelle e sulle star e, preparatevi, sarà protagonista per tutto l’inverno: Calvin Klein, Versace, Marni, Chanel, John Galliano e Antonio Berardi sono solo alcuni dei designer che hanno proposto il look in passerella per questa stagione.

Ma se già abbiamo visto la top-model Maria Carla Boscono splendida nella campagna di YSL tanto quanto Marion Cotillard sul tappeto rosso del MET Gala lo scorso maggio in occasione della mostra-celebrazione delle power women della moda italiana Miuccia Prada e Elsa Schiaparelli, è dalla musica arrivano le ispirazioni più audaci. Basta vedere il taglio cool del genio dell’elettronica Grimes oppure quello platino di Yolandi Visser dei Die Antwoord.

E per noi comuni mortali quali sono i segreti per sfoggiare questo nuovo look? Ecco una guida al taglio del momento.

A Ogni Viso il Suo Taglio
“Bisogna adattare la pettinatura al viso, non limitarsi a fare un semplice copia-incolla,” dice Danilo Dixon, l’inventore del celebre taglio di Lisbeth nonché hair stylist di Rooney Mara, ma anche di altre star come Gwen Stefani e Zooey Deschanel. “Più che dare troppo peso alle dimensioni del viso occorre analizzare la propria fisionomia e capire con il parrucchiere come valorizzare i punti forti”.

Generalmente parlando questa pettinatura dona a tutte un look interessante e particolare, ma se avete un viso tondo forse sarebbe meglio evitare perché la frangetta corta può enfatizzare le rotondità del viso. Per le altre invece l’importante è tenere il colore dei capelli uniforme (niente meches!) così da esaltare le geometrie del taglio. Mantenete le sopracciglia ben curate e riducete il trucco al minimo privilegiando eyeliner nero e rossetto rosso: in questo modo il vostro aspetto sarà impeccabile e raffinato.

Dal Parrucchiere
Jill Vergottini, erede del famoso salone milanese e autrice del nuovo libro ‘Mi Raccomando la Frangia’, spiega come la riuscita di un taglio parta da una buona comunicazione con il proprio hair stylist. “Permettete al parrucchiere di spostarvi la testa in modo che possa tagliare nel modo migliore,” spiega. “Non accavallate le gambe, quando lo fate spostate il baricentro e rischiate di trovarvi con una parte di capelli più lunga e l’altra più corta.”

E’ importante che il parrucchiere poi individui le naturali rose o vertigini della cliente e controlli le attaccature, specie se il taglio è corto. “I greci, i capostipiti dell’acconciatura, riuscivano a raccogliere i capelli usando solo dei nastri, sfruttando il naturale giro dei capelli,” dice Jill. “Se una testa è ben tagliata, se dona eleganza e stile, se ti lascia libera di pettinarti a casa senza diventare matta, a questo punto basta un bel vestito, un filo di trucco e il gioco è fatto.”

Scegli il Prodotto Giusto
Lavereste mai un golfino di cashmere con il detersivo per i piatti? Un taglio perfetto richiede prodotti dello stesso livello e qualità concordano sia Jill che Danilo. Se la frangia è l’ideale per nascondere le rughe sulla fronte allo stesso tempo può essere causa di fastidiosi brufolini sulla pelle per via dell’umidità. Danilo ci rincuora dicendo che oggi in commercio esistono tantissime soluzioni per non dover mai incorrere in questo problema: basta cercare prodotti che proteggano dal calore e dall’umidità come spray e creme anti-frizz, seguite dall’applicazione di una lacca leggera per capelli.

Se avete i capelli lisci e la chioma non è troppo voluminosa, questo taglio a metà strada tra il caschetto e l’effetto scodella è particolarmente indicato, perché i capelli fini saranno più facili da modellare. Fondamentale comunque è mantenere il taglio liscio. “E’ importante che la frangia rimanga piatta e che il volume sia tenuto al minimo, altrimenti rischia di apparire un po’ troppo retro,” dice Danilo. Punta quindi su prodotti liscianti oppure chiedi al tuo parrucchiere di consigliarti i trattamenti a lungo termine più indicati da fare nel suo salone di bellezza.

Sonia Fossi scrive da anni per le più importanti riviste di moda, bellezza, arte e design.



scritto da in Da "The Style Glossy"

Nessun commento

By Mariel Chua for The Style Glossy

Come Scegliere il Tubino Nero Perfetto

Come diceva Coco Chanel, cui si deve dare il merito di aver reso popolare il tubino nero: “La semplicità è la chiave della vera eleganza.”

Prima di contemplare applicazioni, plissé o altre decorazioni, prendi in considerazione i contorni naturali del tuo corpo. “Corporatura, personalità e carriera variano tanto da donna in donna, pertanto un abito dovrebbe esaltare la nostra bellezza interiore ma anche essere appropriato all’occasione,” dice Mariane Perez, fashion designer e stylist del suo proprio marchio, ShopMariane.Multiply.com Su questo sito offre consigli su come trovare l’abito perfetto a seconda delle diverse tipologie di corpo e come coordinare accessori in maniera sensata. In più, Perez rivela come portare i propri abiti con la giusta determinazione e portamento.

Donna Triangolo: a Pera/Mela
Per ottenere una silhouette più armoniosa occorre ridimensionare le parti piu’ ampie del corpo, come il torso, le spalle o i fianchi, che potrebbero creare uno sbilanciamento visivo accanto alle parti piu’ magre. “Se hai i fianchi larghi, cattura l’attenzione in alto con dettagli voluminosi come un top con le ruches o con le spalle strutturate e important,” suggerisce Perez. “Se il tuo busto e’ grosso, focalizzati nel creare volume in basso con una gonna ampia. Aggiungi una cintura in vita per un tocco finale sexy.” Perez conclude dicendo che anche che capi strutturati sono buoni per questa categoria.

Donna Petite: Longilinea
“Petite è una figura che si basa non sul peso o la taglia, ma sulle proporzioni,” dice Leah Feldon, autrice di “Does this make me look fat?”, best-seller che spiega le regole dell’abbigliamento a donne di tutte le taglie, altezze e conformazioni. “Non fatevi ingannare dal termine petite, non vuol dire piccolo. Ci sono anche delle taglie forti che possono essere petite!” spiega. Puntate su abitini neri (o comunque monocromatici) dalla linea asciutta oppure su mini-dress morbide che slanciano le gambe.

Donna Rettangolare: Alta e Androgina
“Le donne alte sono perfette per indossare le cromie del nero e abiti lungi con nonchalance.” Basta pensare a Charlize Theron! Se credete di essere troppo alte o troppo “dritte”, Perez consiglia abiti stile impero oppure semplicemente di indossare una cintura in vita. “Questo darà l’illusione di una silhouette a clessidra.”

Donna Formosa o a Cerchio
Secondo Perez le donne con una silhouette voluttuosa dovrebbero mostrare un po’ di pelle nuda perché il coprirsi troppo potrebbe farle apparire più grosse di quanto non siano. “Scolli a V e a balconcino sono l’ideale perché esaltano il decolleté e attirano l’attenzione verso l’alto,” dice Perez, che incoraggia le donne con una silhouette abbondante a prendere in considerazione sia la qualità che il taglio di ogni capo che acquistano. Abiti semplici dal sapore sartoriale regaleranno una forma più slanciata alla linea del corpo.

Come Dare il Meglio con il Vostro Tubino Nero

Accessoriare
“Andate sul classico indossando un filo di perle oppure puntate sull’effetto teatrale con una collana o bracciale importanti,” suggerisce Perez. “Nell’ultimo caso, ricordate di bilanciare il tutto tenendo il resto degli accessori al minimo oppure evitandoli del tutto.” Per evitare di strafare, Perez segue il consiglio dii Chanel: “Prima di uscire di casa, guardatevi allo specchio e togliete un accessorio.”

Investire
Comprate l’abito più costoso che potete permettervi; varrà ogni centesimo speso perché durerà tanto tempo e si ripagherà da solo dopo l’ennesima volta che l’indosserete. Puntate sulla qualità senza dimenticare che questo non equivale per forza a un prezzo eccessivamente costoso. Occorre solo cercare nei posti giusti e approcciare un sarto che può eseguire delle alterazioni su abiti acquistati preconfezionati.

Lavare con Cura
Per quanto possibile, lavate il vostro abito a mano in acqua fredda usando il detersivo più delicato che trovate in commercio: il colore sarà preservato e il vostro capo durerà più a lungo.

Photo: Corbis Images

Mariel Chua è stata beauty editor e scrittrice per una serie di pubblicazioni tra cui Cosmopolitan



Materadio 2012

Set
2012
18

scritto da in C'è Vita a Matera

Nessun commento

Dopo il grande successo dello scorso anno, ritorna la kermesse di Materadio.

L’Europa (e dunque anche l’Italia) vista da qui: c’è un filo rosso nelle voci, gli ospiti, i suoni di questa seconda edizione di Materadio. E’ il tentativo di trovare un punto di vista diverso per guardare spazi e problemi del nostro tempo. Con la particolarità di provare a farlo dal cuore di un luogo assolutamente unico come i Sassi e le piazze di Matera, città peculiare ovviamente per la sua storia ma originale anche nella sua tensione contemporanea verso una dimensione diversa, che fa della cultura l’asse di una nuova avventura urbana. E dunque non può che guardare all’Europa, l’ambito nel quale oggi si ridefiniscono tutte le nostre contraddizioni e le nostre qualità. E l’Europa emergerà in maniera più o meno evidente in tutti gli appuntamenti di questa nostra seconda festa.

Dunque saranno 3 giorni di musica, cultura e attualità, il tutto dislocato nelle piazze principali della mia città ma non solo. Infatti sono interessati anche altri centri della Basilicata in questa manifestazione.

Il programma delle 3 giornate è qui. Mentre il sito ufficiale della manifestazione è qui.

 

scritto da in Da "The Style Glossy"

Nessun commento

By Valli Herman for The Style Glossy

Prenditi cura dei tuoi capelli come ti prendi cura della tua pelle

Da adolescenti tendiamo a dare per scontato che i capelli siano morbidi e setosi tanto quanto la pelle sia senza rughe. A un certo punto, intorno ai trent’anni, ci potrebbe capitare di notare che la nostra chioma non è poi più così giovane. Come una truppa di guerrieri pronti all’assalto inizieranno a spuntare indomabili le ciocche grigie, e quelli che un tempo erano capelli morbidi improvvisamente diventeranno secchi, sfibrati e devitalizzati, e non saranno più recettivi ai soliti prodotti per lo styling.

Non c’e’ bisogno di disperarsi. Gli scienziati stanno studiando come i capelli cambiano mentre invecchiamo, esaminando sia come sono influenzati dagli agenti esterni (come i raggi solari o l’eccessivo calore per via dello styling) e anche fattori interni (come i cambiamenti ormonali) che possono avere effetti sia sulla brillantezza che sulla texture. Il risultato, dice Steven Shiel esperto di cura per capelli Pantene con un dottorato in chimica organometallica, è un complesso di tecniche e prodotti anti-età disegnati per aiutare i nostri capelli a mantenere la propria brillantezza, densità ed elasticità.

Ecco una guida per far apparire i propri capelli al meglio.

Ravviva la luminosità giovanile
L’esposizione a raggi solari, trattamenti chimici e fonti di calore troppo forti, nel corso degli anni possono danneggiare le cuticole dei capelli creando una superficie non uniforme che assorbe la luce senza rifletterla. Allo stesso tempo, dopo i trenta, gli oli naturali del corpo che enfatizzano la lucentezza naturale vanno progressivamente diminuendo. “Invecchiando la produzione di sebo diminuisce,” spiega Shiel, “e questo determina cute e capelli più secchi.”

Si può restituire lucentezza ai capelli a ogni lavaggio utilizzando un regime che include un balsamo. Cerca gli ingredienti cetyl alcohol e dimethicone – che preservano idratazione e luminosità – e un trattamento intensivo nutriente che puoi usare una volta alla settimana. Per un immediato effetto splendente, aggiungi uno spray fissante illuminante alla tua routine quotidiana di styling.

Crea più volume
Se gli uomini tendono a stempiarsi oppure a soffrire di calvizie, nelle donne l’invecchiamento dei capelli si manifesta con un assottigliamento progressivo del fusto il cui diametro si rimpicciolisce progressivamente nel corso del tempo. Potresti notare, ad esempio, che per farti una coda di cavallo che tenga hai bisogno di dover attorcigliare due volte l’elastico.

Anche la texture dei capelli cambia. “Assottigliandosi i capelli possono anche diventare fini e devitalizzati,” spiega Shiel, “con il risultato di una capigliatura piatta se lo shampoo o il balsamo sono troppo pesanti.” I prodotti disegnati specificamente per i capelli fini contengono ingredienti detergenti che rimuovono gentilmente oli accumulati sulla cute, sporco e residui di styling, tutti elementi che potrebbero far afflosciare i capelli.

Per capelli più voluminosi, le mousse non dovrebbero mancare nel kit per lo styling, suggerisce l’esperto di capelli John Gray, autore di The World of Hair. Le mousse contengono la più grande concentrazione di polimeri cationici, elementi che Gray chiama “colpi magici” che aiutano a inspessire le ciocche di capelli fini.

Strano ma vero, colorare i propri capelli di fatto può aiutare i capelli fini a sembrare più spessi, sani e voluminosi. Questo perché i coloranti fanno alzare le cuticole, inspessendo ogni singola fibra capillare. Le meches regalano un’ulteriore densità alla chioma grazie al contrasto tra toni chiari e scuri.

Chiome trattate
Ma se è vero che la colorazione dona ai capelli un aspetto più corposo, allo stesso tempo tingere o schiarire i capelli non vuol dire solo alterarne il colore ma anche la struttura. I capelli trattati assumono una carica negativa, e diventano così predisposte a essere più ruvide, spente e vulnerabili ai danni. La prima mossa di prevenzione è usare gli strumenti di styling caldi con cautela. Prima di fare la messa in piega o di usare il ferro per stirarli, applica un prodotto che protegge i capelli dai danni causati dal calore troppo forte. Seleziona la temperatura più bassa per ottenere lo styling che vuoi senza danneggiare i tuoi capelli.

Un altro modo per prevenire è quello di usare shampoo e balsamo formulati per capelli colorati e trattati. Questi contengono filtri UV per proteggere i capelli dai raggi solari che tendono a sbiadire la colorazione e a trasformare le meches in ruggine, ma anche ingredienti idratanti che proteggono e lisciano le cuticole maltrattate.