Archivio per la Categoria ‘C’è Vita a Matera’

scritto da in C'è Vita a Matera, Cose Serie

1 commento

Riconquistare il proprio “ritmo naturale” per prevenire le malattie e per stimolare la capacità di autoguarigione insita in ogni individuo, ripristinando la condizione di benessere psicofisico della persona nella sua globalità. Ovvero: la Naturopatia. Medicina complementare nei paesi anglosassoni e che in Italia sta riscuotendo sempre maggiore consenso fra quanti desiderano gestire la propria vita seguendo uno stile naturale.

La Naturopatia sarà al centro della conferenza che Natale Petti, laureato in Psicologia clinica e della Salute all’Università degli studi di Chieti e naturopata, titolo conseguito presso la Universitè Europèenne”Jean Monnet” di Bruxelles, terrà qui a Matera lunedì 31 gennaio alla sala “Carlo Levi” di Palazzo Lanfranchi. La conferenza, organizzata e promossa dall’Accademia Aires (Accademia Internazionale Ricerca e Scienza) di Roma, sarà articolata in due incontri – dibattiti per permettere a un più vasto pubblico di partecipare. Incontri che si terranno la mattina dalle 10 alle 13 e nel pomeriggio dalle 16.30 alle 19.30. Tema della conferenza è: “Il naturopata, una professione emergente: origini, significati ed inquadramento scientifico”.

La conferenza delineerà una nuova figura professionale che è già riconosciuta nella maggior parte dei Paesi europei e che rappresenta un valido supporto alla figura del medico: il naturopata. Lo scopo principale della professione del naturopata non è direttamente la cura delle malattie, ma la promozione dell’equilibrio energetico degli individui attraverso: lo sviluppo delle potenzialità individuali di prevenzione attraverso l’informazione e l’educazione alla gestione e al rafforzamento delle proprie risorse fisiche, psichiche ed emozionali.

La Naturopatia ha, infatti, intuito e constatato che si rende indispensabile un diverso stile di vita, modo di alimentarsi, modo di curarsi, attraverso un’integrazione della medicina ufficiale con le metodiche naturali. L’uomo deve responsabilmente farsi carico della propria salute e deve attivarsi quotidianamente con comportamenti corretti e naturali per ottenere un conseguente miglioramento di un sistema di vita altrimenti disordinato e scarsamente aderente alle leggi di Madre Natura.

Foto di SpecialKRB

Per ulteriori informazioni, visita il sito dell’Accademia Aires.

scritto da in C'è Vita a Matera

Nessun commento

Cavolo, alcune volte mi stupisco davvero di come sono. Oggi mi è venuto in mente di scrivere un post sugli eventi programmati nella mia città in occasione delle festività natalizie e mi sono appena accorta che l’anno scorso avevo fatto la stessa cosa proprio in questa data!!

Ovviamente non ce li metto tutti tutti, faccio solo una selection, ok? Da dove partiamo?

Matera, le vie del Natale (dal 1° dicembre all’8 gennaio)
Iniziativa organizzata dalla Camera di Commercio di Matera e dal Comune. Il programma coinvolge il centro storico di Matera dove, lungo un itinerario tematico, sono state installate 12 capanne in legno con presepi in cartapesta e tufo e allestimenti di arredi floreali e arborei negli ipogei di piazza San Francesco d’Assisi, i rioni Sassi dove si terranno eventi e spettacoli organizzati dal Consorzio Sviluppo Sassi, le periferie e i borghi. Dal 1° dicembre e fino all’Epifania i luoghi saranno interessati da momenti di animazione e da concerti di gruppi locali e del Conservatorio ”Egidio Romualdo Duni”. Spazio anche alla solidarieta’ con iniziative che interesseranno anche la Casa circondariale e l’ospedale Madonna delle Grazie e promozionali, per il 28 e 29 dicembre, organizzate dall’Unione nazionale Pro Loco.
Leggi qui il programma completo della manifestazione.

Natale al Musma (dall’11 dicembre)
Sabato 11 dicembre 2010, alle ore 18.00, nelle sale del Musma – Museo della Scultura Contemporanea e, a seguire, in Palazzo Lanfranchi, sede del Museo Nazionale d’Arte Medievale e Moderna della Basilicata sisono inaugurati  due presepi d’artista: Il presepe sfolgorante di Giulia Napoleone e Il presepe alluminato di Carlo Lorenzetti. Questa iniziativa rappresenta la naturale evoluzione del rapporto di collaborazione avviato dalla Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici della Basilicata e la Fondazione Zetema, avviata in occasione della Grande Mostra nei Sassi che il Circolo La Scaletta di Matera ha dedicato a Kengiro Azuma nell’estate 2010.

Matera Wine Festival (18-19 dicembre)
Promosso dal Dipartimento Agricoltura della Regione Basilicata, il Matera Wine Festival propone laboratori d’assaggio, degustazioni guidate, workshop di cucina, percorsi sensoriali, master class dedicate all’enologia, spettacoli e attività di intrattenimento in cui il vino è protagonista indiscusso per qualità e pregio.
Leggi qui il programma completo della manifestazione.

Grande Show di Natale – Officina del Jazz (20 dicembre ore 20 – Cine Teatro Duni)
Concerto gospel del Wanted Chorus. Il ricavato sarà devoluto in beneficenza alla “Mensa di Don Giovanni Mele”. Clicca qui per maggiori info.

Matera in Musica – Concerto di Natale (21 dicembre – Auditorium Gervasio)
Concerto di classici natalizi e gospel organizzato dall’Orchestra Ico della Magna Grecia. Saranno sul palco, insieme all’Orchestra citata, Iskra Menarini e il gruppo vocale “Wake Up Gospel Project”.

Il Cinepanettone materano: Il numero due (dal 27 dicembre ore 21 – Cinema Duni)
Don Gaetano (Pippo Franco), e due disoccupati con non molta voglia di lavorare, Franco (Gianfranco Ferrara ) e Antonio (Andrisani). I due amici de “Il numero uno” (2007) sono costretti a compiere un furto commissionato dal sacerote biricchino, con finale a sorpresa. Una commedia candida e ingenua, ispirata alla commedia degli anni ‘50.
Un film di Vito Cea, Scritto e interpretato da Antonio Andrisani. Con Pippo Franco, Gianfranco Ferrara, Antonio Montemurro, Mariolina De Fano, Brando Rossi, Mario Parlato, Giovanna Armando, Eustachio Scarano, Sergio Palomba, Dino Paradiso, Franco Paltera, Anna Cimarrusti, Silvio Olivieri, Lucia Lasala, Donato Loparco, Armando Gurrado, Angelo Cotugno, Francesca Divella, Joseph Paradise, Mariangela Perrucci, Franco Gravela, Claudio Salvato, Ele Cappiello, Francesco Morelli, Pino Lauria e altri.

Il Presepe d’amore nei Sassi (28 e 29 dicembre)
La città di Matera ospiterà oltre mille figuranti provenienti da tutta Italia, i quali daranno vita al più grande presepe vivente del mondo nella magica atmosfera notturna dei Sassi.
Un percorso meticolosamente ricostruito che andrà da piazza San Pietro Caveoso fino al termine di via Madonna delle Virtù, articolandosi per 900 metri. A fare da colonna sonora alla scena saranno i Cantori Materani, affiancati dalle letture evangeliche di attori professionisti.
Per maggiori info, clicca qui.

Ci sono tanti altri eventi in programma in questi giorni di festa. Se vuoi darci un’occhiata, ti suggerisco di visitare la pagina degli Eventi di Egghia, sempre aggiornata.

scritto da in C'è Vita a Matera, Cinema & TV

Nessun commento

Dopo i successi dei film “ Il rabdomante (2006 ) “ “Il vaso di Pandora” (2007), e “ Oro nero “ ( 2008) “ la società materana BLUVIDEO è pronta ad investire nuove risorse per produrre un lungometraggio destinato a valorizzare il patrimonio storico-culturale, paesaggistico, turistico e enogastronomico della Provincia di Matera. Il titolo provvisorio scelto dal regista ed autore della sceneggiatura Geo Coretti è “21 settembre 1943 ”, data molto importante per la nostra città poichè in quel giorno c’è stata l’insurrezione con cui è terminato l’assedio nazifascista.

TRAMA:
All’indomani dell’armistizio dell’8 settembre 1943 la popolazione materana, stanca dei saccheggi e dei soprusi perpetrati dalle truppe tedesche che occupavano la città, insorse dando luogo alla prima spontanea sollevazione popolare antinazista nel mezzogiorno d’Italia.
Nel pomeriggio del 21 settembre 1943, in diversi punti nevralgici della città, gruppi di cittadini armati, aiutati da elementi militari locali, ingaggiarono furiosi combattimenti con i soldati tedeschi costringendoli ad una precipitosa ritirata. Prima di abbandonare Matera i tedeschi come atto di ritorsione nei confronti della popolazione, fecero esplodere la caserma della milizia fascista, dove erano rinchiuse 16 persone e uccisero deliberatamente 4 civili nei pressi dell’edificio della società Lucana per l’elettricità. Una pagina di storia e di eroismo che nei libri non è mai entrata.

La lavorazione del film è già cominciata. Le riprese sono previste lungo il corso dell’anno 2011 mentre l’uscita nelle sale è prevista per dicembre 2011. Il lungometraggio sarà prodotto con strumenti tecnici e risorse umane appartenenti al nostro territorio.

Dunque Bluvideo cerca dei contributi per poter realizzare questo progetto che ha come finalità anche il fiorire di un’industria del cinema nel territorio, che sia sorgente di nuove opportunità di lavoro. Il contributo economico verrà pertanto utilizzato per una produzione costituita per l’80% da operatori residenti in Basilicata, in questo modo non ci sarebbe dispersione di capitali, avremmo opportunità di lavoro e faremmo un passo in avanti lungo l’itinerario dell’indotto dell’industria del cinema.

La società ha già dimostrato che si può produrre cinema in casa nostra grazie al contributo di professionisti che possono realizzare grandi progetti se vengono supportati in modo adeguato quanto meno dal punto di vista logistico e finanziario. Quindi sarebbero risorse economiche che resterebbero qui in Regione.

Ci si propone di portare il film presso distribuzioni cinematografiche, chiudere accordi di coproduzione con mediapatner (emittenti televisive e testate giornalistiche) e coinvolgere attori e professionisti del settore di chiara fama nazionale, affinché il territorio della Provincia di Matera abbia la giusta visibilità, nella sua interezza.

Insomma, spesso vengono finanziati progetti che davvero sono fine a se stessi, vediamo di dare una mano a chi crede nel nostro territorio e vuole attivare una catena di benefici che non si chiudono all’interno del loro piccolo.

scritto da in C'è Vita a Matera, Cose Serie

Nessun commento

Stanotte ritorna (finalmente) l’ora solare. La cosa positiva è che quando ci sveglieremo non sarà buio pesto, ma purtroppo alle 5 del pomeriggio il cielo sarà già nero. E’ l’inverno, è la natura, è l’alternarsi delle stagioni…

Dunque, stanotte alle 3,00 prendete le lancette dell’orologio e spostatele sulle 2,00, tornando un’ora indietro.

Come per lo scorso 28 marzo (data d’ingresso dell’ora legale), anche per questo passaggio la I.A.U. (Incursioni Artistiche Urbane) sta organizzando qui a Matera un orologio umano per spostare le lancette dell’orologio. Vuoi partecipare anche tu? L’appuntamento è in Piazza Vittorio Veneto, stanotte alle 3,00. Se sei troppo pigro e vuoi goderti lo spettacolo da casa, puoi vederlo attraverso la webcam di Sassiland:

Webcam Matera

Ecco, invece, cos’è successo lo scorso 28 marzo (l’orologio della webcam va circa 10 minuti avanti):

Molto carino, vero?

Chissà se stanotte, visto che è Halloween, non vedremo in webcam qualche mostro e qualche strega 🙂