Archivio per la Categoria ‘Cinema & TV’

scritto da in Cinema & TV, New Technologies

4 commenti

Non so se avete visto il film “Cambia la tua vita con un click“…

Il protagonista cerca un telecomando universale che poi gli cambia la vita (soprattutto in peggio)… Bhè io non avevo idea che esistesse qualcosa di simile in commercio… Non controlla tutte le azioni quotidiane, ma per lo meno un aspetto temporale viene efficacemente controllato: il tempo televisivo.

Philips  Hard Disk/DVD Recorder 160 GB DVDR3570H/31Avete presente quando state guardando la scena clou del vostro film preferito e in quel preciso momento suona il citofono o il telefono o incombono altre urgenze? In quel momento programmare una registrazione è un’azione inaspettata e richiede qualche momento in più di premere un semplice pulsante. Ma io può, eccome se può!!!

Spesso la sera mi rilasso davanti alla TV guardando di tutto e soprattutto, come dice il mio boy, le mie amate fictions… così quando lui mi chiama per darmi un bacio, io spesso ho un tono scocciato perchè non voglio perdermi 1 attimo della trama. Ora il mio boy ha risolto questo problema. Il nome della soluzione è Pause Live TV ed è una funzione del mio Philips DVDR3570H ricevuto in regalo proprio da lui. In pratica io stoppo il programma televisivo eppoi lo riprendo da dove l’ho stoppato. Se non m’interessano alcune scene o voglio vedermele di sfuggita, vado avanti e mi risincronizzo con tempo reale. E ciò funziona anche quando vedendo un film non capisco un dialogo, vado indietro, lo riascolto e vado avanti per risincronizzarmi con il real time. Il tutto senza che c’è una registrazione in corso.

Questa è la feature che mi ha sconvolto di più del regalo… Poi c’è anche la possibilità di collegare la telecamera (con il cavo IEEE) al recorder e scaricare sull’HD i filmati, editarli, metterli sul DVD… eppoi posso anche guardare i film dalla penna USB!!! E ovviamente posso registrare su HD, su DVD… ed è semplicissimo grazie al sistema Guide Plus+ che mi scarica i palinsesti televisivi nel registratore e mi permette di impostare una registrazione solo con un click…

Da 1 a 10? 10 e lode!!!

scritto da in C'è Vita a Matera, Cinema & TV

5 commenti

Nella mia to-do-list c’è anche quella di acquistare i biglietti per i consueti appuntamenti del Natale materano. Da qualche anno a questa parte, i filmakers locali utilizzano le festività natalizie per proiettare le loro opere al grande pubblico locale. Quest’anno sono ben 3 i films materani in programmazione:

27 DICEMBRE 2007 | IL NUMERO UNO (maggiori info su Egghia!)

Dice l’autore Antonio Andrisani: “Da tempo volevo realizzare una commedia semplice, leggera e spensierata come quelle degli anni 50 e dei primi 60. Non a caso il film è dedicato a Mario Mattoli, grande regista-artigiano, autore di tanti film di Totò ma anche di Franchi e Ingrassia per intenderci. Ed è proprio al modello della coppia comica (vittima-carnefice) che mi sono ispirato trovando in Gianfranco Ferrara il partner ideale per metterla in azione.
Il film è anche dedicato al grande Mario Bava, autore del film su Diabolik, personaggio dei fumetti intorno al quale ruota tutta la storia de Il numero uno. Altri temi del film sono la crisi del lavoro e la fortuna come illusoria dispensatrice di felicità. Il film racconta l’organizzazione di un colpo e dello sforzo per attuarlo che si rivelerà vano, altro tema classico della commedia italiana
.”

03 GENNAIO 2008 | IL VASO DI PANDORA (maggiori info sul sito ufficiale del film)

Inspirata al tema del destino e della fortuna, la trama del film estrinseca il significato del mitologico vaso, attraverso un intreccio narrativo dal ritmo frenetico, in cui l’oggetto di valore si pone al centro delle vicende quotidiane dei personaggi coinvolti, in un’alternanza di gags, skatches e situazioni deliranti che rasentano il paradossale. La sceneggiatura rispetta i canoni della commedia italiana, riservando agli spettatori, oltre all’esilarante gran finale, la possibilità ulteriore di riflettere e trarre considerazioni sulle sconnessioni e assurdità del modus vivendi nello scenario dell’economia globale.

Infine dopo la prima proiezione sotto la neve, ho sentito che con l’avvento del 2008 ce ne sarà una seconda de: 

LO SCHELETRO MASSICCIO (maggiori info sul sito ufficiale del film)


 Lo scheletro massiccio è la base in ferro su cui si costruisce il Carro Trionfale. L’elemento simbolo della Festa della Bruna che persiste, negli anni. Su di esso s’incrociano la Santità della Madonna e la forza maschile di chi lotta per strappare un pezzo dal Carro Trionfale, benedetto; convivono l’arte della cartapesta e l’amore di chi governa i muli che guidano il carro verso la distruzione. Il 2 Luglio i protagonisti della Festa in onore di Maria SS della Bruna, protettrice della Città di Matera, chiudono il cerchio emozionale della propria esistenza in gesti ripetuti da secoli e tramandati oralmente di generazione in generazione
Un film di 50 minuti, frutto di tre anni di studio, denso di immagini inedite, in cui donne e uomini raccontano la necessità di condensare in quel giorno la spinta emotiva di un anno di attesa.

Dimenticavo, grazie Gigicogo per avermi ricordato, i films che invece riempiranno le serate festose di queste vacanze oramai alle porte:

BEE MOVIE 

COME D’INCANTO

E anche per farmi due risate non disdegno i classici film panettone:

NATALE IN CROCIERA

MATRIMONIO ALLE BAHAMAS

UNA MOGLIE BELLISSIMA

[tags]il numero uno, il vaso di pandora, lo scheletro massiccio, matera, antonio andrisani, geo coretti, rvm, natale, bee movie, matrimonio alle bahamas, come d’incanto, natale in crociera, una moglie bellissima[/tags]

scritto da in Cinema & TV, Il mondo della Pubblicità

4 commenti

Anni ’90: c’era ancora la Sip, Massimo Lopez condannato a morte e la telefonata che gli allunga la vita:

Erano ben 10 spot concepiti nello stesso modo. Il primo è riportato lì sopra gli altri li trovate qua:
http://www.youtube.com/watch?v=hRSVWtDg5qs
http://www.youtube.com/watch?v=_o6kPyTHXw0
http://www.youtube.com/watch?v=wRWYGIMSVJA
http://www.youtube.com/watch?v=hN-1zAYkwxk
http://www.youtube.com/watch?v=QrHgEfrbSw8
http://www.youtube.com/watch?v=QN5mialLe4Q
http://www.youtube.com/watch?v=opvF44wAElk
http://www.youtube.com/watch?v=rGL1ldmKzvs
http://www.youtube.com/watch?v=2BUbUI6w1Eo

Anni ’00: Christian De Sica sogna di essere al posto di Lopez e di salvarsi la vita grazie al suo cellulare con cui può parlare anche utilizzando il numero di casa:

Iniziano i remake delle pubblicità?

[tags]massimo lopez, sip, anni ’90, christian de sica, tim, pubblicità, spot, remake[/tags]

scritto da in Cinema & TV, Nostalgia del passato

10 commenti

Nel 1959 nasceva lo Zecchino d’Oro, condotto dal Mago Zurlì, alias Cino Tortorella, che è rimasto al timone del programma per tutti questi anni. Com’è nato questo programma che forse è rimasto tra i pochi  esempi di “buona televisione”? «Nel 1959 – spiega Tortorella in un articolo di Corriere.it – realizzai per il salone del Bambino di Milano lo Zecchino d’oro che si ispirava ad una specie di Festival di Sanremo per i bambini. L’idea è piaciuta ed è nato lo Zecchino. Le prime due edizioni dello Zecchino le organizzai a Milano con un buon successo, poi mi trovai per caso a Bologna e incontrai i Frati dell’ Antoniano che mi invitarono a continuare con lo Zecchino. Era il 1961 e in quel momento, sotto l’ombra del Duomo c’erano problemi di budget per preparare l’edizione successiva. Alla terza edizione giunsero tantissime lettere di persone che richiedevano i dischi dello Zecchino, nacque così una nuova produzione, e il magico incontro con Mariele. A quei tempi era una parrocchiana che si era appena diplomata in pianoforte. Poi sappiamo come è andata: quella donna fantastica dedicò tutta la sua vita al coro e come direttrice è entrata nel cuore di tutti, al punto che c’è in corso una causa di beatificazione che sottoscrivo anch’io».

Ieri è iniziata la 50^ edizione. I conduttori sono Lorena Bianchetti, Massimo Giletti e Veronica Pivetti, ma non manca la presenza di Cino Tortorella. Unico personaggio storico mancante è Topo Gigio, sostituito da Geronimo Stilton, dopo aver “tradito” la Rai con Mediaset nel 2004. Ma per il bene dei bambini e l’identità del programma credo si poteva passarci su.

Il sito del Corriere dedica una pagina ad una carrellata di canzoni storiche del programma ascoltabili qui: http://www.corriere.it/spettacoli/07_novembre_19/zecchino_multimedia.shtml. E’ molto carino anche il sito ufficiale del programma: http://www.zecchinodoro.org.

Mi auguro che anche i miei figli cresceranno nella genuinità di canzoni semplici e non volgari e che i bambini di oggi possano ricercare in questo programma un angolo di spensieratezza che la televisione del 2007 non offre più.

[tags]zecchino d’oro, cino tortorella, raiuno, programma televisivo, bambini, canzoni[/tags]