Archivio per la Categoria ‘Cose Serie’

Influenza suina 2.0

Nov
2009
04

scritto da in Cose Serie, Web Area

5 commenti

Ehy, te che sei giunto qui perché cerchi informazioni sull’influenza H1N1, detta anche influenza A o influenza suina, vorrei segnalarti un sito web in cui si sta analizzando la situazione in modo molto obiettivo: www.psichesoma.com. Oggi per esempio si parla del vaccino contro la suddetta influenza: i pro e i contro del vaccinarsi, chi deve farlo, cosa contiene il vaccino.

Il sito è curato dal dott. Daniele Aprile, medico chirurgo.

Daniele ha creato proprio una sezione sull’influenza suina per rispondere a tutte quelle domande che ci poniamo ogni giorno in questo periodo (diciamolo, a causa dell’allarmismo prodotto dai media):

Ora ti senti più tranquillo?

influenza suina di edoardo baraldi

Foto di Edoardo Baraldi

scritto da in C'è Vita a Matera, Cose Serie

2 commenti

Ne parlavo più di un anno fa. Oggi è ufficiale. Anche Matera è tra i 23 comuni (per 22 aree urbane) che oggi hanno firmato, presso il Ministero dello Sviluppo Economico a Roma, il contratto per la zona franca urbana.

Come ho scritto tempo fa, le Zone Franche Urbane (ZFU) sono aree infra-comunali di dimensione minima prestabilita dove si concentrano programmi di defiscalizzazione per la creazione di piccole e micro imprese. Obiettivo prioritario delle ZFU è favorire lo sviluppo economico e sociale di quartieri ed aree urbane caratterizzate da disagio sociale, economico e occupazionale, e con potenzialità di sviluppo inespresse.

Si legge sul sito del ministero sopra citato: “Dal prossimo gennaio per le aree disagiate saranno operative agevolazioni fiscali e contributive per la creazione di nuove attività economiche nelle micro e piccole imprese, con una dotazione finanziaria iniziale di 100 milioni di euro. Con l’autorizzazione della Commissione Europea, infatti, sono stati sbloccati i fondi necessari all’avvio del progetto. […] Nel dettaglio, le piccole imprese beneficeranno di esenzioni fiscali e contributive (Ires, Irap, Ici e previdenza) sino a 14 annualità. La Legge Sviluppo incrementa la dotazione annuale per il potenziamento delle Zone Franche Urbane di ulteriori 50 milioni di euro annuali, anche per consentire l’individuazione di altre aree svantaggiate.” Per il Comune di Matera ha firmato la dott.ssa Maria Giovinazzi, dirigente delle attività produttive, visto che non abbiamo più il sindaco.

A Matera c’è l’Associazione ZFM Zona Franca Matera ONLUS che “ha lo scopo di diffondere la promozione e divulgazione della Zona Franca Urbana di Matera, con attività di coordinamento delle Zone Franche Urbane Nazionali ed Internazionali, e servizi integrati di comunicazione ed informazione inerente la Zona Franca Urbana di Matera”. Sicuramente sarà uno dei punti di riferimento nell’avviamento della ZFU.

scritto da in Cose Serie

3 commenti

Stanotte ritorna l’ora solare: alle ore 3.00 della prossima notte riporteremo le lancette sulle ore 2.00.

Foto di ar973

Alcune persone non vivono molto bene questo cambiamento. Qualche giorno fa (precisamente lo scorso martedì) ho trovato sul quotidiano Repubblica alcuni consigli per superare l’effetto “breve jet lag” che comporta il passaggio da un orario all’altro. Vediamoli insieme:

  1. Stasera fa’ un bagno caldo a 37°C poichè l’idroterapia aiuta in queste occasioni;
  2. Prima di andare a letto accertati di aver sistemato tutti gli orologi con il nuovo orario di domani;
  3. Fa’ una cena leggera e preparati a dormire per almeno 8 ore di seguito;
  4. Domattina non sovraccaricare l’organismo con stress eccessivi: alzati con la luce naturale (senza sveglia – se possibile);
  5. Appena sveglio, fa’ una doccia alternando il getto dell’acqua calda a quello dell’acqua fredda, aiutando il riequilibrio del ritmo della temperatura;
  6. Per colazione scegli cibi ricchi di L-triptofano (latte, banane) e cereali integrali che aiutano la sintesi della serotonina;
  7. La luce naturale sincronizza i ritmi corporali e in particolare migliora il rapporto serotonina-melatonina cortisolo-melatonina. Inoltre influisce sulla secrezione dei neurotrasmettitori che modulano l’umore;
  8. E’ cosa buona e giusta trascorrere all’aperto tutti i giorni almeno 20 minuti, possibilmente camminando;
  9. Prima di andare a letto, fa’ un pasto leggero escludendo cibi troppo grassi;
  10. Modera il consumo di alcol, caffè o altri cibi e bevande eccitanti che possano alterare il sonno.

scritto da in Cose Serie, Questa è la mia Vita

12 commenti

Questo è un post di risposta alla richiesta di aiuto della cara Placida Signora, sommersa dal cambio di stagione e bisognosa di consigli su come sistemarlo. Ma può essere di aiuto anche ad altre amiche “afflitte” da questa “problematica esistenziale”.

Non esiste un criterio per sistemare i propri indumenti negli armadi e nei comò. Ognuno ne ha uno. Più o meno. Io ne ho ideato uno che mi permette di risparmiare qualche minutino quando devo scegliere cosa indossare ogni giorno. Come ho organizzato il mio guardaroba?

Partiamo dall’armadio:

Ho creato una zona per i pantaloni, una per le gonne, una per le giacche, una per le camicie, una per i cardigan da appendere ed infine una per i vestiti. In ogni zona gli indumenti sono divisi per colori. Per esempio, per i pantaloni, ci sono prima tutti quelli neri, poi quelli grigi ed infine i jeans. Così per gli altri indumenti. Il vantaggio: se di mattina, appena sveglia, ho bisogno di un certo pantalone nero vado a colpo sicuro su dove trovarlo e non devo svuotare l’armadio inutilmente.

Vediamo uno dei cassetti in cui conservo i miei maglioni:

Anche qua vige il criterio dei colori. Ho ammucchiato i maglioni per colore tranne quelli più particolari, che utilizzo nelle occasioni speciali, che sono, invece, tutti in una zona. Quindi se voglio indossare un maglione viola so dove trovarlo (anche se questo cassetto contiene circa 20 maglioni).

Ora puoi darmi della maniaca dell’ordine. Mi sa tanto che ho fatto outing. Insulti per insulti, spero almeno di essere stata utile a qualcuno 🙂