Archivio per la Categoria ‘Io mamma?’

scritto da in Io mamma?

Nessun commento

Una delle cose che più temevo prima che Paola nascesse era: "E quando non respira bene, cosa devo fare? Come si fa a pulire il nasino di una bambina così piccola? Ovviamente lei non sa usare il fazzoletto come noi adulti!" Non è che bisogna avere necessariamente il raffreddore per avere il nasino chiuso, i bambini molto piccoli hanno sempre delle fastidiosissime caccolette nei loro teneri nasini, almeno la mia ce le ha ogni giorno. L'apoteosi, naturalmente, del naso sporco viene raggiunta quando hanno il raffreddore: sembrano dei piccoli maialini che grugnicono di continuo e piangono per il fastidio. Poveracci! Non riescono a mangiare, a giocare, sono perennemente nervosi e piagnucolosi!

Fin dai primi giorni di vita di Paola, ho preso la sana abitudine di pulirle ogni giorno il nasino con una soluzione salina, sia nei tempi di pace, cioè quando sta bene, e sia quando è raffreddata. Nei giorni "buoni" lo faccio una volta sola, di sera, prima di metterla nel suo lettino. Quando è raffreddata, invece, lo faccio 3-4 volte al giorno, per alleviarle il fastidio.

Cosa utilizzo? Ho provato le soluzioni fisiologiche "semplici", ma a loro preferisco Physiomer che a differenza delle soluzioni fisiologiche (e saline) è un siero di mare, cioè non è acqua di mare diluita o acqua salata, ma è proprio pura acqua di mare e ne contiene tutti i minerali e gli oligoelementi. Questa sua particolare composizione fa in modo che la soluzione sia non solo decongestionante, ma anche rigenerante delle mucose nasali. Utilizzandola quotidianamente, il nasino è sempre integro e si mantiene più forte per l'attacco di virus e schifezze varie.

Io utilizzo il Physiomer Baby Spray nebulizzato che ha un beccuccio morbido e ben tollerato dalla mia bambina. Lei che si muove in continuazione durante il lavaggino non corre il rischio di graffiarsi il naso con questo beccuccio. Inoltre è molto più pratico è comodo rispetto alle soluzioni da utilizzare con la siringa. Qui metti il beccuccio nel naso e spruzzi. E basta. Per completare il tutto, utilizzo l'aspiratore nasale (sempre della Physiomer) che mi aiuta a liberare completamente il naso. Sì, perchè la soluzione ripulisce e l'aspiratore asciuga. E le caccole di Paola pussano via.

Articolo sponsorizzato

Viral video by ebuzzing

scritto da in Io mamma?, Questa è la mia Vita

1 commento

Mi piace molto il video che ha creato lo zio Google per rivivere in neanche 3 minuti le emozioni – belle e brutte – di questo 2011 che ci stiamo lasciando alle spalle.

Per me il 2011 è riassumibile in un solo nome: Paola, il dono più grande che Dio ha donato a me e a mio marito. Il 2011 è stato l’anno che ci ha cambiato totalmente la vita. Ora è sicuramente più dura ed impegnativa ma grazie a lei è molto ma molto più bella di prima. Come abbiamo fatto a vivere senza di lei?

scritto da in Clarita in Cucina, Io mamma?

4 commenti

Mea culpa, sono 2 settimane che non metto piede qui dentro. Ma torno con una bella ricettina utile soprattutto alle mammine: la prima pappa preparata con il Bimby. Sottotitolo: come preparare una riserva settimanale (o per metà settimana se il pupo mangia anche a cena) di brodo vegetale e passato di verdure.

Vi svelo un trucco da mamma-lavoratrice-moglie-bella lavanderina. Grazie a questa ricetta sfamo la mia pupetta per ben 7 pasti. Ora che ha 6 mesi e mi fa anche la cena preparo questa pappa 2 volte alla settimana. Ciò che consumo in giornata e il giorno dopo lo conservo in frigo. Le altre porzioni vengono congelate nel freezer e scongelate al momento del loro utilizzo (di solito le esco dal freezer qualche ora prima e le lascio scongelare a temperatura ambiente.

INGREDIENTI:
300 g di zucchine
200 g di patate
120 g di una carota
200 g di bietola
100 gr di lattuga
1 litro di acqua

PREPARAZIONE:
Lavare per bene le verdure. Tagliarle a pezzi e metterle nel boccale insieme all’acqua. Cucinare per 60 minuti a 100°C, velocità 1, antiorario. Una volta cotto, filtrate il brodo e mettetelo nei vasetti. Poi rimettere le verdure nel boccale e tritare tutto per 30 secondi, velocità 8. Aggiungere al brodo nei vasetti un cucchiaio di passato di verdure.

Ovviamente poi aggiungo al brodo con passato di verdure, il semolino o la crema di riso, 1 cucchiaino di olio, 1 di parmigiano, 1\2 omogeneizzato di carne e la pupa mangia soddisfatta. Di sera sostituisco alla carne il formaggio fresco.

La sua prima Barbie

Ott
2011
13

scritto da in Io mamma?, Web Area

Nessun commento

Ebbene sì, oggi è stata un’altra “prima volta” per la mia Paola. E siamo tanto futili, sì perchè oggi è la prima volta che Paola si è trovata faccia a faccia con una Barbie! Ovviamente potete ben immaginare la sua prima reazione: ha cercato di mangiarsela. Meno male che Barbie è dotata di una folta acconciatura bionda, se no quella sua bella testolina sarebbe finita subito nelle fauci bavose della mia Ranocchia.

Insomma, la prima Barbie di Paola. Ma ora non siamo più negli anni ’80 ed esiste anche un Barbie Club online. Praticamente è il programma che Mattel dedica alle piccole consumatrici attente alle promozioni; un programma di loyalty che coinvolgerà e divertirà le bambine facendole tuffare nel mondo di Barbie e gratificandole con regali e giochi ideati su misura per loro. Come funziona? La bambina si iscrive sul sito e accede al programma di loyalty che prevede, all’acquisto di qualunque prodotto Barbie (sia Mattel che prodotto a licenza), e dopo aver registrato il prodotto, la raccolta di preziosi punti.

L’acquisto non è l’unico modo per accumulare punti, infatti si possono collezionare anche guardando nuovi contenuti postati sul sito del barbie club, giocando con un nuovo gioco, in questo caso solo la prima volta che si accede al contenuto o al gioco, oppure partecipando agli eventi Barbie nel corso dell’anno.

I punti accumulati potranno essere “spesi” dalla bambina richiedendo i premi Barbie scegliendoli sul catalogo on-line presente sul sito e in continuo aggiornamento.

Insomma, prima Barbie, prima raccolta a punti a soli 5 mesi e (quasi) mezzo… sto costruendo un mostro 😀 🙂 🙂 😉 || Read more