Archivio per la Categoria ‘Momenti di Delirio’

scritto da in Momenti di Delirio

1 commento

moglie meraviglia spiderman hulk thor batman e robinsuperman

(appena arrivata via email)

Quanti giorni hai?

Ott
2009
05

scritto da in Momenti di Delirio

Nessun commento

(via maestroalberto)

Io ne ho 9.976 e il 29 ottobre ne compio 10.000! E tu? Cavolo, vista così, mi sento vecchissima 🙂

Come si fa a calcolare quanti giorni hai?

Basta inserire la data nel formato Inglese (mese/giorno/anno) nel sito Days Alive Calculator e procedere per ottenere automaticamente il risultato.

E ogni giorno un compigiorno da festeggiare…


(foto di aryaessenziale)

scritto da in Momenti di Delirio, Music & co

Nessun commento

Riflessioni di fine estate
Michael Jackson era l’unico che, anche con il calzino bianco, faceva la sua porca figura.

scritto da in Momenti di Delirio

3 commenti

Ho trovato su Humanitech un divertentissimo post di Dario Banfi che illustra 10 consigli per rientrare al lavoro dopo le vacanze. Perchè non condividerlo anche con i visitatori di questo blog?

Foto di Lizapalooza

Foto di Lizapalooza

Consigli per il primo giorno di un lavoratore dipendente.

  1. Non rientrate.
  2. Se proprio vi tocca, fate con calma, magari perdete il primo autobus o treno appositamente…
  3. Varcate la soglia di ingresso in ufficio con circospezione, come se vi foste dimenticati a casa il badge o vi sia capitato un incidente che ha generato amnesia a intermittenza;
  4. In ufficio salutate altri soggetti senzienti come l’orso appena svegliato, con un “umpf”, alzando il mento e la testa, senza pronunciare parole di alcun genere e se vi chiedono come va fate una smorfia con la bocca, inclinando leggermente il capo sul fianco;
  5. Accendete il computer come se fosse una macchina del caffé e attendete senza dire nulla, guardando fissi lo schermo come si fa con la centrifuga della lavatrice nei giorni di pioggia;
  6. Aprite il client di posta elettronica e aspettate, guardando il muro;
  7. Alzate la cornetta del telefono almeno due volte, per varificate che il tu-tu non sia degenerato in un blurp-blurp per il caldo estivo;
  8. Ora calcolate il tempo che vi resta alla pausa pranzo e poi all’uscita, in ore, minuti e secondi. Se serve fate un foglio Excel;
  9. Non prendete neppure un caffé, state nel vostro dormiveglia, pensando magari ai 147 milioni di euro che si sta godendo qualcun altro;
  10. Riordinate tutto il riordinabile, ma non fate una virgola di fatica, magari anticipate la pausa pranzo, fate finta di fumare una sigaretta in balcone oppure uscite a sgranchirvi le gambe per almeno 10 minuti ogni 35 minuti.. Importantissimo: non rispondete a nessuno, a voce o via e-mail. Voi non siete ancora rientrati, vero?

|| Read more