Archivio per la Categoria ‘Web Area’

scritto da in Il giorno più bello, Web Area

2 commenti

Grazie a Catepol ho scoperto che esiste una guida al colore nel matrimonio dettata niente poco di meno che dal mitico Pantone grazie al quale possiamo ispirarci e capire quale sia il colore ideale per il nostro matrimonio. Sì perchè ormai il matrimonio non è più solo bianco, ma si arricchisce di altre tonalità che rendono l’atmosfera ancora più festosa.

Come funziona? Si acquista la “mazzetta” Pantone creata per il matrimonio e la si utilizza per coordinare i fiori con il tovagliato e con l’abito delle damigelle, per fare un esempio.

Se non si sa proprio da dove iniziare e non si sa ancora quale sarà il colore del proprio matrimonio, c’è una galleria di immagini da dove si può prendere spunto, abbinamenti inclusi. E me per che sono una fissata in abbinamenti è una mano santa. Ecco qui qualche esempio:

Utile, no?

Ovviamente ogni stagione c’è una nuova mazzetta Pantone, sempre aggiornata con i colori più trendy.

Chemical Party

Gen
2010
27

scritto da in Web Area

3 commenti

Come si potrebbe spiegare la chimica facendo finta che tutti gli elementi della tavola periodica siano delle persone che s’incontrano ad un party? La risposta è qua:

Originale, vero?

scritto da in C'è Vita a Matera, Web Area

Nessun commento

Apprendo da Donato che finalmente anche Matera è visibile in modalità street view su Google Map.

Non appena l’ho letto, mi sono subito fiondata sul sito per vedere come si vede casa mia con lo street view. Ebbene, la Google Street Car, che ha passato in rassegna tutte le strade della mia città (quelle percorribili con la macchina, perchè nelle straduzze nei Sassi è un po’ difficile farlo), non è passato davanti a casa mia. Ho capito, si trova in ZTL (Zona a Traffico Limitato) ma ciò non vuol dire che la strada in cui abito non sia percorribile. E poi anche se è ZTL, visto che sono decine e decine gli abusivi che ogni giorno occupano impropriamente la strada (vigili, quando vi svegliate un pochino? dovete passare in continuazione da queste parti) causando tantissimi disagi ai residenti (soprattutto quando occupano i pochi parcheggi per noi disponibili e così siamo costretti a mettere la macchina “in capo al mondo” e a portare la spesa a piedi), almeno la Google Street Car avrebbe avuto un buon motivo per percorrerla, no?

Insomma, sono rimasta delusa. Google Street Car, la prossima volta che passi da queste parti (se ci sarà una prossima volta), non dimenticarti di passare davanti a casa mia, ok?

Comunque l’automobile di Google ha anche beccato un matrimonio 🙂