scritto da in Clarita in Cucina

Nessun commento

Ero in cerca di una nuova ricetta a base di pesce, semplice e veloce da preparare per cena. Su GialloZafferano ho trovato la soluzione: gli anelli di calamari al forno. Poi, se consideriamo che sono anche light e molto gustosi, abbiamo fatto centro!

INGREDIENTI (per 2 persone):
700 gr di calamari (o seppie)
pangrattato q.b.
olio q.b.

PROCEDIMENTO:
Lava bene i calamari e tagliali ad anelli. Io ho chiesto al pescivendolo di farlo e così è stato ancora più semplice e veloce. Metti in un piatto del pangrattato. Versaci i calamari, facendo aderire il pangrattato. Intanto accendi il forno a 180°C. Disponi il pesce impanato in una teglia ricoperta di carta da forno e su cui versiamo un filo d’olio. Versa l’olio anche sul pesce prima di infornarlo. Cuoci per 30 minuti e servi i calamari caldi. Se vuoi puoi spruzzarci del succo di limone per renderli più profumati.

scritto da in Web Area

Nessun commento

Quando si hanno amici brillanti e pieni di iniziative non si possono non pubblicizzare. Soprattutto quando si conoscono da 25 anni.

Giancarlo, 30 anni, laurea in economia e pluri-“masterizzato”, ha deciso, insieme ad alcuni suoi amici, di creare qualcosa che possa aiutare a dare un calcio alla crisi ed insieme a tessere relazioni.

E’ nato ScambioScambio.it il sito su cui è possibile sfruttare gli oggetti che non si utilizzano più e le proprie capacità per fare acquisti senza spendere denaro.

Tramite ScambioScambio.it, infatti, è possibile accedere gratuitamente ad una community dedicata allo scambio di oggetti e competenze.

L’attuale momento socio-economico è particolarmente difficile e complesso, in questo contesto ScambioScambio.it si propone di creare una rete di relazioni incentrate sull’aiuto reciproco e sulla condivisione di “ciò che si ha” o di “ciò che si sa”.

In sintesi, ScambioScambio.it ti permette di: fare acquisti senza spendere denaro, rispettare l’ambiente riducendo i rifiuti, condividere le tue passioni e fare nuove amicizie.

Come funziona?

Dopo una procedura di registrazione rapida e gratuita, tutti gli utenti possono visualizzare le “proposte di scambio” presenti sul sito o pubblicare una nuova proposta. Gli scambi possono essere effettuati attraverso due modalità:

  • “Baratto classico”, un oggetto o un servizio viene scambiato con un altro oggetto o servizio
  • “Scambio indiretto”, un oggetto o un servizio viene scambiato con dei Crediti. Chi riceve Crediti potrà utilizzarli in un secondo momento per realizzare un nuovo scambio ed ottenere quello che desidera

Un esempio?

Francesca è appassionata di grafica e web ed inserisce un annuncio in cui si rende disponibile a realizzare un logo in cambio di 15 crediti…

Matteo risponde all’annuncio ed offre a Francesca i 15 crediti richiesti.

Francesca accetta l’offerta e riceve i 15 crediti. Qualche giorno dopo li utilizza per rispondere all’annuncio di Giulia, insegnante di inglese, che è disponibile per conversazioni in inglese.

Il meccanismo è analogo nel caso in cui lo scambio sia relativo ad un oggetto e non ad un servizio.

Insomma, un baratto di beni e servizi.

Scambioscambio.it è anche su Facebook.

scritto da in C'è Vita a Matera, Sport

Nessun commento

Caterina Ambrosecchia è una sprintosissima mamma-professoressa ed anche una fan sfegatata dell’Inter. Adora il calcio e ha deciso di scrivere un libro per parlare di questa sua passione. Ibraforever è un manuale semiserio scritto da una donna, contro gli stereotipi che il calcio sia uno sport prevalentemente maschile.

“Ibraforever è uno slogan, un intercalare, un mantra portafortuna. È il mio modo di dire “W-il-calcio” con ironia e sufficiente distacco; racchiude la mia idea del mondo del calcio, un’idea antro-psico-socio-filo-ludica. Il calcio è condivisione, appartenenza, gioia…”L’autrice, attingendo a ricordi del passato e a emozioni presenti, offre una lente d’ingrandimento per considerazioni sui giovani, sui genitori e sulle donne, avendo come riferimento il mondo del calcio.”

L’autrice presenterà il suo libro mercoledì 26 giugno alle ore 18,30 presso il Gahvè Coffee and Drink in Piazza San Giovanni a Matera. Siete tutti invitati.

scritto da in C'è Vita a Matera, Momenti di Festa, Questa è la mia Vita

Nessun commento

Ieri sera abbiamo festeggiato il secondo compleanno della mia piccola Paola. Il compleanno vero e proprio è stato il 3 maggio ma il papy non era qui con noi e così abbiamo dovuto posticipare i festeggiamenti.

Quest’anno ho scelto di dare un tema al compleanno: Minnie. E’ il personaggio preferito della mia bimba. Perchè non accontentarla? E così ho allestito la stanza in cui abbiamo festeggiato con palloncini di Minnie e altre belle decorazioni.

Ma ciò che per me è fondamentale per ogni compleanno è indubbiamente la torta. E ne volevo una superbellissima ma anche superbuonissima. Come dice mio marito: “Che me ne faccio di una torta bella se non è buona?”. Posso dire una cosa? All’inizio ero un po’ scettica sulle torte in pasta di zucchero. Indubbiamente sono bellissime (ovviamente quelle fatte ad opera d’arte). Ma saranno anche buonissime? Io non sono un’amante sfegatata delle torte, per trovarne una buona ce ne deve passare di acqua sotto i ponti. Per questo motivo la preparo quasi sempre io.

Questa volta, però, ho fatto una scelta. Ho conosciuto su Facebook Monica, in arte Leccabaffi Cake-away, creatrice di torte davvero spettacolari. Credo che qui a Matera siano quelle più belle. Leggevo, tra i vari commenti, che fossero anche buone. Mi sono voluta fidare. E ho fatto bene. Innanzitutto Monica mi ha fatto scegliere il ripieno, il tipo di pan di spagna, la bagna, in modo da avere una torta più vicina possibile alle mie esigenze. Ho dato a Monica un’idea di disegno di quello che mi sarebbe piaciuto avere come torta. Lei ovviamente l’ha personalizzata, dandole una bellissima impronta personale ed il risultato è questo:

Ecco un particolare di Minnie:

Il timore che la torta non fosse buona è stato del tutto infondato. Mio marito si è divorato 2 fette, tutti l’hanno finita, ne è rimasta solo un pezzetto che ci siamo sbranati a colazione e Paola non faceva che il segno “chic” con il dito.

Sembra davvero una torta fatta in casa: pan di spagna morbido, crema gustosa, bagna delicata. La si gusta senza sentirsi pesanti. E’ davvero soffice, una nuvola di dolcezza. Sono stata molto soddisfatta della scelta. E la consiglio davvero.

Insomma anche a Matera si possono avere torte bellissime e buonissime. Con tutti i sacri crismi del cake design. Grazie Leccabaffi!