Articoli Taggati ‘abbigliamento’

scritto da in Da "The Style Glossy"

Nessun commento

By Mariel Chua for The Style Glossy

Come Scegliere il Tubino Nero Perfetto

Come diceva Coco Chanel, cui si deve dare il merito di aver reso popolare il tubino nero: “La semplicità è la chiave della vera eleganza.”

Prima di contemplare applicazioni, plissé o altre decorazioni, prendi in considerazione i contorni naturali del tuo corpo. “Corporatura, personalità e carriera variano tanto da donna in donna, pertanto un abito dovrebbe esaltare la nostra bellezza interiore ma anche essere appropriato all’occasione,” dice Mariane Perez, fashion designer e stylist del suo proprio marchio, ShopMariane.Multiply.com Su questo sito offre consigli su come trovare l’abito perfetto a seconda delle diverse tipologie di corpo e come coordinare accessori in maniera sensata. In più, Perez rivela come portare i propri abiti con la giusta determinazione e portamento.

Donna Triangolo: a Pera/Mela
Per ottenere una silhouette più armoniosa occorre ridimensionare le parti piu’ ampie del corpo, come il torso, le spalle o i fianchi, che potrebbero creare uno sbilanciamento visivo accanto alle parti piu’ magre. “Se hai i fianchi larghi, cattura l’attenzione in alto con dettagli voluminosi come un top con le ruches o con le spalle strutturate e important,” suggerisce Perez. “Se il tuo busto e’ grosso, focalizzati nel creare volume in basso con una gonna ampia. Aggiungi una cintura in vita per un tocco finale sexy.” Perez conclude dicendo che anche che capi strutturati sono buoni per questa categoria.

Donna Petite: Longilinea
“Petite è una figura che si basa non sul peso o la taglia, ma sulle proporzioni,” dice Leah Feldon, autrice di “Does this make me look fat?”, best-seller che spiega le regole dell’abbigliamento a donne di tutte le taglie, altezze e conformazioni. “Non fatevi ingannare dal termine petite, non vuol dire piccolo. Ci sono anche delle taglie forti che possono essere petite!” spiega. Puntate su abitini neri (o comunque monocromatici) dalla linea asciutta oppure su mini-dress morbide che slanciano le gambe.

Donna Rettangolare: Alta e Androgina
“Le donne alte sono perfette per indossare le cromie del nero e abiti lungi con nonchalance.” Basta pensare a Charlize Theron! Se credete di essere troppo alte o troppo “dritte”, Perez consiglia abiti stile impero oppure semplicemente di indossare una cintura in vita. “Questo darà l’illusione di una silhouette a clessidra.”

Donna Formosa o a Cerchio
Secondo Perez le donne con una silhouette voluttuosa dovrebbero mostrare un po’ di pelle nuda perché il coprirsi troppo potrebbe farle apparire più grosse di quanto non siano. “Scolli a V e a balconcino sono l’ideale perché esaltano il decolleté e attirano l’attenzione verso l’alto,” dice Perez, che incoraggia le donne con una silhouette abbondante a prendere in considerazione sia la qualità che il taglio di ogni capo che acquistano. Abiti semplici dal sapore sartoriale regaleranno una forma più slanciata alla linea del corpo.

Come Dare il Meglio con il Vostro Tubino Nero

Accessoriare
“Andate sul classico indossando un filo di perle oppure puntate sull’effetto teatrale con una collana o bracciale importanti,” suggerisce Perez. “Nell’ultimo caso, ricordate di bilanciare il tutto tenendo il resto degli accessori al minimo oppure evitandoli del tutto.” Per evitare di strafare, Perez segue il consiglio dii Chanel: “Prima di uscire di casa, guardatevi allo specchio e togliete un accessorio.”

Investire
Comprate l’abito più costoso che potete permettervi; varrà ogni centesimo speso perché durerà tanto tempo e si ripagherà da solo dopo l’ennesima volta che l’indosserete. Puntate sulla qualità senza dimenticare che questo non equivale per forza a un prezzo eccessivamente costoso. Occorre solo cercare nei posti giusti e approcciare un sarto che può eseguire delle alterazioni su abiti acquistati preconfezionati.

Lavare con Cura
Per quanto possibile, lavate il vostro abito a mano in acqua fredda usando il detersivo più delicato che trovate in commercio: il colore sarà preservato e il vostro capo durerà più a lungo.

Photo: Corbis Images

Mariel Chua è stata beauty editor e scrittrice per una serie di pubblicazioni tra cui Cosmopolitan



scritto da in Fashion & Trends

Nessun commento

Non so voi, ma una mia parte della mia testa è già confinata nel fresco autunno. Sarà la calura di questi giorni e la poca voglia di andare al mare, vista la disastrosa prova costume di quest’anno. Insomma, salterei volentieri questi mesi per giungere direttamente a settembre-ottobre e godermi la pioggia ed il fresco.

E sicuramente mi toccherà di rinnovarmi il guardaroba visto che l’anno scorso ho acquistato solo abbigliamento per “panzone” e non credo proprio che i vestiti di 2 inverni fa mi entrano ancora.

Sai che sono già usciti i colori che saranno i protagonisti della prossima stagione autunno-inverno 2011-12? Vediamo quali sono (la nostra fonte è sempre Pantone):

bamboo PANTONE 14-0740emberglow PANTONE 17-1547honeysuckle PANTONE 18-2120phlox PANTONE 19-2820cedar PANTONE 16-0526deep teal PANTONE 19-4914coffee liqueúr PANTONE 18-0930nougat PANTONE 16-1320orchid hush PANTONE 13-3805quarry PANTONE 15-4305

Insomma, abbiamo ancora il viola che non so da quanto tempo è presente, ormai, nel nostro guardaroba. Ce n’è anche una versione più soft, l’orchid hush, un incrocio tra lavanda e grigio. Il fucsia, colore dell’anno, è sempre presente, così come i toni del verde, uno dei colori più presenti sulle passerelle di questo 2011. Intramontabili i toni del marrone, i colori più autunnali. E poi abbiamo i colori bamboo e emberglow che danno una ventata di estate al guardaroba della stagione più fredda.

Io voto sempre per il fucsia e il viola. 🙂

scritto da in Fashion & Trends, Io mamma?

Nessun commento

Girovagando in rete, cercando qualcosa sull’abbigliamento post partum, mi sono imbattuta in un articolo su Pianeta Mamma su come essere una mamma fashion. Son fregnacce o consigli utili? Vediamoli un po’. Con commento della sottoscritta incluso.

Foto di Becaberry

  1. Durante le ultime settimane di gravidanza, prendiamoci un po’ di tempo per organizzare l’armadio, creando abbinamenti già collaudati e tenendo presente che probabilmente non riacquisteremo subito la taglia che avevamo prima dell’attesa. […] Per le scarpe, optiamo per modelli stilosi ma tassativamente comodi. […]
    Diciamo che molte cose che abbiamo utilizzato in gravidanza ci serviranno anche nel post parto. Personalmente ho trovato molto utili i leggings e i giacchini lunghi (che coprono coscione e sederone). Anche perchè non è che dopo il parto si possono indossare maglie ultra aderenti. Bisogna fare i conti con la panza. Quello che non si può prevedere, però, è il “fattore mucca”: il seno aumenta se si allatta (almeno per me è così) e questa cosa non è stata possibile prevederla. Discorso scarpe: sto approfittando del fatto che porto a spasso il carrozzino per portare i tacchi. Non corro e ho un costante appoggio. E non li portavo da mesi, non ce la facevo più.
  2. Mentre siamo in giro con la carrozzina, osserviamo le vetrine dei negozi o le passanti più modaiole per capire cosa è di tendenza quest’anno. A volte si tratta di capi che andavano già qualche anno fa e che quindi abbiamo ancora nell’armadio. […] Non potremo forse permetterci un pomeriggio di shopping, ma una capatina su internet durante le notti insonni forse riusciamo a ritagliarcela.
    In effetti è un po’ difficile andare a fare shopping. Viva lo shopping online. E non c’è bisogno per forza di guardare le vetrine, ci sono le riviste e tantissimi siti web con suggerimenti sulla moda.
  3. […] Prendiamoci un minuto in più per fare mente locale di quello che abbiamo nell’armadio. […] Basta pensarci per cinque minuti, focalizzando mentalmente quale abito ci potrebbe stare bene e con cosa abbinarlo. […]
    Io forse ho esagerato: un pomeriggio, approfittando del pisolino della pupa, ho provato praticamente tutto il guardaroba estivo dividendo la roba in: bocciata (da dar via), bocciata (da tenere sperando che un giorno entri), promossa con riserva (da mettere solo se proprio non ho nulla), promossa (praticamente 3-4 cose).
  4. Magari un’incursione nel nostro guardaroba ci lascia depresse e scoraggiate […]. Possiamo focalizzarci sugli accessori e sui dettagli: bracciali, orecchini scintillanti, un rossetto audace, una sciarpa sfiziosa. Il parto è un’ottima occasione per richiedere una generosa aggiunta al nostro “parco-gioielli”: alla fine ce lo siamo meritate!
    Eh, com’è che non ho proprio il tempo di pensare agli accessori? Riesco a malapena ad abbinare l’abbigliamento alla borsa e alle scarpe ma proprio non riesco a truccarmi…
  5. Non dimentichiamo quanto possono essere sensuali le forme morbide di una neo mamma. L’essere provocanti deriva dal comportamento, da come ci sentiamo. Sì, si può decidere di essere sexy: un sorriso raggiante, un pensiero positivo e un po’ di faccia tosta sono gli ingredienti giusti per incominciare.
    Ehm… passo!!!
  6. Sembra una mostruosità, ma osserviamo come le star utilizzino sistematicamente i loro bambini come accessori! E’ ovvio che nostro figlio è enormemente più importante di una borsetta, ma non c’è niente di male a vestirlo in un modo che non faccia a pugni con il nostro abbigliamento. Facciamo anche caso ai colori della carrozzina, del passeggino e del marsupio, e a come legano (o viceversa) coi nostri vestiti. […]
    Su questo approvo alla grande. Cioè io ADORO vestire mia figlia con tanti splendidi vestitini. E preferisco addossare su di lei le mie idee creative in tema di abbigliamento. A lei sta bene tutto, poi 🙂 Nonostante sia un piccolo cotechino vivente che a 1 mese e 1\2 indossa già la 3-6 mesi. || Read more

scritto da in Fashion & Trends, Il giorno più bello

1 commento

Oggi sono 4 mesi che io e Gianfranco siamo sposati. Mamma mia, sembrava che quel fatidico 25 giugno non arrivasse più ed invece è arrivato e sono già passati 4 mesi da quel giorno.

Proprio ieri, imbattendomi nel sito che ha fatto da padrone del periodo dei preparativi, Matrimonio.it, ho trovato un articolo che parla dei 10 must have che una moglie deve avere nel suo armadio. Vediamo un po’ quali sono (e se ce li ho).

Foto di .Michi.

  1. il cappotto di cammello: quest’anno va anche di moda ed è uno degli indumenti più classici che vanno sempre di moda. Io ce l’ho, anche se credo che ha un modello troppo avvitato (ed è troppo lungo) per essere di moda in questo inverno. Da ricomprare?
  2. il filo di perle: è indubbiamente tra i gioielli più femminili che esistono. Se non vi potete permettere un giro di perle vere, c’è sempre la bigiotteria, mooolto più economica. Io ce l’ho e ho anche bracciale e orecchini abbinati.
  3. il tubino nero: “secondo una statistica del quotidiano inglese The Indipendent il 96% delle donne possiede almeno un tubino nero, fin dai tempi (1961) in cui Audrey Hepburn portò al successo il little black dress creato per lei da Givenchy per il film Colazione da Tiffany”. Non ce l’ho, ahiahiahiahiahi!
  4. le Décolleté: “due i punti fermi per un paio di décolleté che si possa classificare basic: devono avere tacco da 7.5 cm in poi ed essere assolutamente nude, quindi niente fiocchi, nastri, fibbie.” Anche queste ce le ho. E ho anche quelle con le applicazioni e con il plateau.
  5. il trench: su questo sono imbattibile, ne ho addirittura 2, uno beige e uno nero. Adoro il look da Ispettore Gadget, da “maniaco del parco”. Super classico e sempre alla moda.
  6. la borsa: vabbè, dai, questa è un’offesa ad un’amante delle borse come la sottoscritta. Una borsa? Ma io ne ho tante! E’ il mio accessorio preferito. Ma una “brava moglie” deve comunque prediligere modelli da “signora”, classici. Io faccio così: ho sia quelle classiche, che quelle più “stravaganti”. Non ci facciamo mancare nulla!
  7. la camicia bianca: il classico dei classici. Dai, chi non ha una camicia bianca nel proprio guardaroba? Io ne ho più di una, fanno sempre comodo!
  8. la pochette: “una volta era a bustina e si chiamava pochette, oggi è a scatolina e si chiama clutch. E’ la borsina da sera adatta a contenere le chiavi di casa, un fazzoletto, il rossetto, il telefonino. E basta.” Questa mi manca…
  9. la lingerie: ovviamente qui non si parla dei mutandoni di Bridget Jones o della nonna. Qua parliamo di “cose serie”. Ovviamente ce l’ho 🙂 Occhio agli abbinamenti, eh!!!
  10. il profumo: “una donna che si distingue per il suo profumo è sempre molto affascinante”, sì, certamente, basta non si fa il bagno dentro e non è disgustoso. Da usare con parsimonia perchè a noi può piacere ma agli altri no. Io uso Very Irresistible di Givenchy, ma sta per finire quindi vedrò se trovo di meglio.

Insomma, dai, non vado così male, vero? E poi l’importante è che per mio marito io sia la sua moglie perfetta!