Articoli Taggati ‘autunno’

scritto da in Clarita in Cucina

Nessun commento

Qualche giorno fa ho acquistato della farina di castagne. Non l’avevo mai usata ma volevo provarla. Ho trovato su Giallo Zafferano una ricetta intrigante e non ho esitato a provarla. Ecco, quindi la mia torta di castagne e cioccolato.

INGREDIENTI:
240 gr di farina di castagne
60 gr di cacao amaro in polvere
125 gr di zucchero
5 uova
300 ml di latte
1 bustina di lievito per dolci

PREPARAZIONE:
Sul sito di GZ, puoi trovare la versione “tradizionale”. Io, invece, ho adattato questa ricetta al Bimby. Ho messo nel boccale lo zucchero e le uova: 2 min., vel. 4. Ho aggiunto poi latte e cacao: 1 min., vel. 4. Poi ho versato la farina: 2 min., vel. 4. 10 sec. prima della fine ho aggiunto il lievito. Versa l’impasto in una teglia precedentemente oliata e inforna, in forno già caldo, per 30 min a 180°C e 20 min a 160°C. Poichè dopo la mia prova stecchino la torta risultava un po’ umida alla base, l’ho capovolta e l’ho fatta cuocere altri 10 minuti sempre a 160°C.
Il sapore di questa torta è piuttosto amaro. Per renderla più dolce puoi aggiungere della panna montata (come ho fatto io) o provare ad aumentare lo zucchero, mettendone almeno 150 gr.

scritto da in Clarita in Cucina

Nessun commento

Credo che oggi ci ho messo più tempo a scrivere il titolo che ad illustrare il procedimento di questa ricetta.

Innanzitutto voglio dire che è un personale esperimento culinario ed è riuscito alla grande. Poi, che è importantissima la qualità degli ingredienti utilizzati.

20131116-151850.jpg

INGREDIENTI (per 2 persone):
125 gr di fettuccine all’uovo
250 gr di funghi surgelati
50 gr di gorgonzola morbido
1 dado vegetale
1 spicchio d’aglio
cacioricotta al tartufo q.b.
sale q.b.

PROCEDIMENTO:
Lascia scongelare i funghi a temperatura ambiente. Poi mettili in un pentolino e cucinali con un filo d’olio e l’aglio. Dopo una ventina di minuti, quando sono cotti, mettili nel mixer e frullali, eliminando l’aglio. Rimettili nella pentola aggiungendo un dado e il gorgonzola. Mescola per bene per omogeneizzare il tutto e aggiusta di sale. Intanto cuoci la pasta e dopo che l’hai scolata, mettila nella pentola con la crema di porcini e gorgonzola. Mescola bene il tutto, impiatta e aggiungi una spolverata di scaglie di cacioricotta al tartufo.

Buono, vero?

scritto da in Fashion & Trends

Nessun commento

Quello che ho capito guardando le vetrine oggi:

  • Va di moda il corto: abiti corti, cappotti corti, giubbotti corti, pantaloni corti
  • Delle gonne non c’è nemmeno l’ombra
  • Va di moda o l’extrastretto o l’extralargo: tubini, pantaloni skinny, ma anche maglie xxl, casacconi
  • Color block e total black, passando per il color ocra, il verde smeraldo e il grigio
  • Ovunque è un proliferare di pelle e pellicciotti
  • Su ogni abito che si rispetti è d’obbligo indossare una maxi collana
  • E’ immancabile un cappello in testa
  • Imperano sbrilluccichii vari e pizzi
  • Scarpe e borse più o meno simili alle scorse stagione: tacchi vertiginosi o ballerine piattissime, la via di mezzo non esiste. Così le borse o maxi o mini.

Insomma, come al solito in vetrina ci sono capi che stanno bene alle magre. E su di noi che siamo dalla 44 in su, cosa starà bene di tutto questo?

A dire la verità, non ho ancora visto nulla nelle vetrine che mi abbia fatto pensare: “Questo capo devo averlo assolutamente nel mio guardaroba”. O nella mia scarpiera. Nada de nada.

Ok, capito, mi butterò sullo shopping per mia figlia… quello non mi delude mai.

scritto da in Fashion & Trends, Questa è la mia Vita

1 commento

No, non parliamo di uno dei best seller di Sophie Kinsella, che ho già recensito in questo blog. Parliamo di shopping. Oh, yeah! Da quando è nata mia figlia la mia passione per lo shopping, assopitasi durante la gravidanza, è rinata a nuova vita, e che vita! Il povero portafoglio e la povera carta di credito stanno sempre a piangere. Invece io e mia figlia siamo felici. Insomma, stavo dicendo, voi non sapete quanto sia bello ed appagante fare shopping per un mini minuscolo, e soprattutto per una mini minuscola: cappellini, maglioncini, scarpette, bavette, tutine, pigiamini e chi più ne ha più ne metta.

Uno dei miei shop più frequentati e preferiti è di sicuro la Prenatal. La frequento da quando ero gestante sia per i primi acquisti per mia figlia sia perchè i miei pochi abiti premaman li ho presi là. Nell’universo della bruttezza degli abiti per le donne in attesa, la Prenatal si salva perchè i vestiti che vende sono piuttosto fashion e non ti fanno sentire così triste e panciona. Ci sono anche capi più eleganti per le feste, che sono introvabili negli altri negozi, almeno qui nella mia città.

Poi è il negozio che vende articoli per bambini più vicino a casa mia, e questo è anche bello. Una delle cose che mi piace di questa catena è il rapporto qualità/prezzo: gli indumenti hanno un giusto prezzo per una buona qualità. Considerate che i bambini, oggigiorno, sono davvero costosi: tra pannolini, pappine, latte, vestitini se ne vanno davvero tanti soldini. E con la crisi che c’è trovare degli abiti che non costino eccessivamente ma che siano di buona qualità è cosa buona e giusta.

Si trovano delle cose davvero carine per i nostri bambini. La collezione 2011-2012, per esempio, si ispira a un lungo viaggio tra i paesi nordici: volumi, colori e tessuti evocano montagne innevate, misteriosi fiordi e boschi verdi. Per le femminucce, come la mia piccola Paola, il tricot con fantasia jacquard è il protagonista per scamiciati, abitini, maglie e shorts. E poi caldi piumini e gonne scozzesi o in morbido velluto. Immancabili i leggings, ora in tricot per affrontare la stagione più fredda. Comunque ce n’è per tutti i gusti, anche per quelle a cui non piace lo stile nordico. La collezione Prénatal infatti offre un’infinità di stili e colori, capi divertenti e accattivanti per il neonato e modelli allegri e grintosi per il baby, tutti da mixare per un look originale: l’attenzione e la cura nel dettaglio trendy sono protagonisti. || Read more