Articoli Taggati ‘carnevale’

scritto da in Fashion & Trends, Momenti di Festa

Nessun commento

In questo weekend, che oggi inizia, non c’è solo la festività di San Valentino ma, in (quasi) ogni dove, ci saranno anche tante feste e festicciole per festeggiare gli ultimi giorni di questo breve Carnevale 2010 (alcuni eventi organizzati nella mia zona sono sul sito di Egghia!).

Ho trovato su YouTube alcuni tutorial per “trasformarti” nella tua eroina dei cartoni animati preferita. Potrebbero essere dei buoni suggerimenti di maschere originali da “indossare” ad una festa di carnevale, no?

Sailor Moon:

Barbie:

Biancaneve:

I video sono in inglese ma si capiscono comunque, vero?

scritto da in Clarita in Cucina

Nessun commento

Leccatevi i baffi, cari visitatori, oggi si mangia… da Dio!! No, aspettate, si mangia da Clarita come luogo… cioè in questo blog ma la pietanza di oggi è portentosamente divina! Solo il nome fa venire l’acquolina in bocca: Ravioli con ricotta e salame al ragù di salsiccia lucana.

INGREDIENTI (per 3 persone):
per la pasta
250 gr di semola di grano duro
200 gr di farina 0
2 uova intere
acqua q.b.
per il ripieno
300 gr di ricotta di mucca non freschissima
100 gr di salame di Napoli
100 gr di parmigiano grattugiato
per il sugo
800 gr di pomodori pelati
3 capi di salsiccia fresca lucana
un pugnetto di semi di finocchio
mezza cipolla
olio, sale e vino rosso q.b. || Read more

scritto da in Fashion & Trends

1 commento

Che ne dite di trascorrere un Carnevale molto fashion? Ho selezionato alcuni set composti su Polyvore per darvi qualche suggerimento su come utilizzare “normali” vestiti per partecipare ad una festa di Carnevale totally alla moda! Quale vi piace di più?

Modern Arlechine

Miu Miu
Miu Miu – by wrapupwarm on Polyvore.com

|| Read more

scritto da in Cose Serie

1 commento

Oggi è giovedì grasso ed iniziano i giorni più festosi di Carnevale. Se vuoi trascorrere questi giorni in Basilicata, e in particolare nella Provincia di Matera, ti segnalo un paio di manifestazioni che possono fare al caso tuo.

Carnevale Montese

“Il Carnevalone di Montescaglioso nasce soprattutto dalla cultura dei massari e dei braccianti. Anticamente i costumi erano realizzati con pelli di animali, ma la festa si è evoluta insieme al mondo contadino. Si è utilizzata la tela di canapa, di juta e poi anche la plastica dei sacchi per le sementi del grano, ora, invece, carta, cartoni, stoffe di vestiti in disuso. Il Carnevalone come la natura ricicla quasi tutto. All’alba del martedi grasso, ha inizio il lungo rito della vestizione. Il gruppo ha precise figure e gerarchie.
Apre la parca che rotea il lungo fuso tra le gambe della gente: simbolo della ruota del tempo che gira e della morte che prima o poi arriva. Guai a farsi colpire. Seguono i portatori dei campanacci più grossi, sbattuti con l’ausilio del ginocchio. La tetra figura della “Quaremma”, vestita di nero e con in braccio un neonato. La carriola con il Carnevalicchio in fasce, ove depositare le offerte in natura. La sposa di Carnevalone, più o meno sguaiata, ferma tutti e chiede offerte in natura e danaro: serviranno a fare crescere il Carnevalicchio ma in realtà a fornire materia prima per la cena e l’Ubriacatura notturna. A ruota libera e con i campanacci più piccoli, tante figure sempre suggestive in costumi ogni anno diversi. Si accetta ogni offerta: pane, finocchi, pasta, dolci, frutta, vino e salsiccia.
Chiude il corteo il vecchio e massiccio Carnevalone. Intabarrato in un mantello nero, in testa un cappellaccio, cavalca un povero asino. è conscio che nella notte schoccherà la sua ultima ora. Non parla ma accetta tutte le offerte. Sulle spalle di Carnevalone, sui fianchi o sulle chiappe dell’asino, qualche cartello con gocce di saggezza contadina condite da aspre critiche, sempre sgrammaticate (Carnevalone non ha avuto tempo per studiare), rivolte per lo più a politici e pubblici amministratori. Il governo è ladro, le tasse sono alte, il padreterno non dà pioggia, l’annata è andata male. || Read more