Articoli Taggati ‘consigli’

scritto da in Da "The Style Glossy"

Nessun commento

By Nicole Pearl for The Style Glossy

4 Prodotti di Bellezza da Tenere nel tuo Beauty Case

Ogni estate cambio un po’ di prodotti nel mio beauty case. Ecco quattro prodotti che faccio in modo di avere sempre a portata di mano:

Lucida labbra con filtro solare: il rossetto mantiene la bocca idratata durante il freddo invernale, ma le tonalità scure possono sembrare troppo dure durante una luminosa giornata di sole. Quando inizi a eliminare maglioni e cappotti, pensa anche alle labbra e inizia a giocare con formule più delicate come gloss e lucidalabbra. Sono il complemento perfetto alla spensieratezza estiva, perché offrono un tocco di colore e una lucentezza sexy che è ulteriormente enfatizzata dalla luce del sole. Quando scegli il tuo prodotto, assicurati che abbia un fattore protettivo di almeno 15. Il cancro può svilupparsi anche sulle labbra, quindi sempre più aziende stanno creando lucidalabbra con filtri solari.

Terra abbronzante: Il modo più veloce per donare al viso un colorito sano? Tieni una terra abbronzante a portata di mano. Scegli una tonalità un po’ iridescente da applicare dove il sole colpirebbe naturalmente la tua pelle. Un buon consiglio è quello di iniziare sugli zigomi e continuare formando una “C”, passando una spolverata sulle tempie e finendo sulla fronte.

Mattifier: Spesso vengono sottovalutati, eppure i mattifier, ovvero i trattamenti opacizzanti, sono la chiave per risolvere uno dei problemi più comuni che affligge le donne durante i mesi estivi: la pelle lucida. Lo scopo di un prodotto opacizzante è quello di fare esattamente quello che dice la parola stessa: dare una finitura opaca alla pelle del viso. I mattifier sono fatti con ingredienti in grado di assorbire gli oli che producono i pori prima che una chiazza di grasso percorra tutto il vostro viso. I miei prodotti opacizzanti preferiti sono quelli con una doppia o tripla funzione. Alcuni idratano e forniscono protezione contro il sole, altri agiscono come primer o fondotinta.

Ombretto luminoso: Sottolinea gli occhi con nuance vivaci come il giallo canarino e il verde erba, colori che hanno dato vita alle passerelle primaverili. Se usare un ombretto troppo intenso vi spaventa, un modo più facile per interpretare questo trend e’ quello di applicare un eyeliner luminoso sulle ciglia superiori o inferiori.

Photo: @iStockphoto.com/dachimage

Nicole Pearl scrive di bellezza per una serie di pubblicazione ed è la fondatrice di TheBeautyGirl.com, un sito web che vi offre notizie rubate dietro le quinte, ma anche consigli e tendenze su tutto quello che e’ il mondo beauty.



scritto da in Da "The Style Glossy"

Nessun commento

By Shelley Levitt for The Style Glossy

Capelli Danneggiati: Dietrofront.

Capelli morbidi, lucenti e in salute sono il punto forte di qualsiasi bella donna. Ma tanto quanto teniamo ai nostri capelli, tanto li esponiamo a torture quotidiane costanti: phon, piastre, tinture e decolorazioni, stirature chimiche e code di cavallo troppo strette possono lasciare i tuoi capelli secchi, bruciati e incapaci di mantenere una messa in piega. L’esperto di capelli John Gray, autore del libro The World of Hair, spiega che tutto questo maltrattamento intacca lo strato protettivo dei capelli – chiamato lo strato “F”- portando a una progressiva degradazione della corteccia e del nucleo centrale del capello.

Anche se la situazione può sembrare disastrosa, introducendo solo alcuni piccoli accorgimenti nella tua routine quotidiana di bellezza potrai avere una chioma che appare ed è sana, prevenendo allo stesso tempo ulteriori danni alla fibra capillare. “La tecnologia per i capelli ha fatto enormi passi avanti, spiega Jeni Thomas, scienziato numero uno di Pantene. “Oggi puoi continuare a colorare i capelli, usare strumenti per lo styling e passare il tempo fuori per ottenere acconciature fantastiche – basta che fai i passi giusti per proteggerli.”

Ecco come porre rimedio ai danni alla tua chioma a seconda delle causa del danneggiamento.

Troppi Trattamenti

Se schiarisci o colori i capelli trattati, non superare il rango di due tonalità dal tuo colore naturale: sarà molto meno stressante per la tua chioma che passare dal castano scuro al biondo o viceversa. Quando ritocchi i capelli a casa con un colore permanente o semi-permanente, focalizzati sulle radici così da non trattare di nuovo le punte porose.

Fai attenzione a esporre la tua chioma a trattamenti chimici liscianti o a permanenti. Se ami i risultati che ottieni lisciando chimicamente i capelli, parla con il tuo parrucchiere su come passare a un trattamento meno invasivo per migliorare la texture dei tuoi capelli – lasciandoli morbidi, lucenti e maneggevoli, invece che piatti e lisci.

Usa shampoo e balsamo formulati specificamente per i capelli colorati. I trattamenti chimici alterano la struttura capillare e questi prodotti contengono ingredienti, come alcuni polimeri, che enfatizzeranno la nuova struttura.

Calore Eccessivo

La temperatura più alta del tuo ferro arriccia capelli, piastra, o phon potrebbe essere superiore all’acqua bollente. Invece di “lessare” i capelli, applica uno spray protettivo e usa la temperatura più bassa possibile che ti consente di ottenere il risultato di styling che vuoi ottenere. Non fare la messa in piega quando i capelli sono bagnati; aspetta che siano almeno per due terzi asciutti, o almeno tamponali con un asciugamano per assorbire l’acqua in eccesso. Quando usi la piastra, continua a muoverla: prova ad andare su ogni sezione di capelli almeno una volta.

Cerca shampoo e balsamo che contengano le parole “idratante” o “nutriente” sull’etichetta; questi daranno alle tue ciocche tutti gli ingredienti di cui hanno bisogno per rimettersi in salute.

Capelli Stressati

Per sciogliere i capelli bagnati usa solo un pettine a denti larghi. Diminuisci il numero di volte e la frequenza con cui spazzoli i capelli in modo energico e aggressivo. Dimentica i “100 colpi di spazzola” e usa il minor numero di spazzolate possibili necessarie per ottenere o rinfrescare il tuo stile. Se porti la coda di cavallo, sii sicura di usare elastici senza cuciture e fai attenzione a quando li rimuovi: slegare distrattamente l’elastico potrebbe causare la rottura dei capelli. Se hai già segni di rottura, come capelli svolazzanti intorno alla corona, usa un gel lisciante. Strofina una nocciolina di prodotto tra i palmi delle mani e applica delicatamente sui capelli svolazzanti.

Esposizione Solare

Così come i raggi solari danneggiano la tua pelle, così distruggono anche la tua chioma, indebolendo la struttura proteica che mantiene i capelli forti e in salute. Il modo migliore per proteggere i tuoi capelli dal danneggiamento durante una giornata di sole è l’indossare un cappello; scegline uno dalla tesa larga che proteggerà anche la tua pelle. Se le tue ciocche sono state al sole per più giorni di quanti puoi ricordare, scegli shampoo e balsamo fortificanti, e scegli la formula adatta alla tipologia di capello (fini/fragili, medio/normali).



scritto da in Da "The Style Glossy"

Nessun commento

By Bonnie Steele for The Style Glossy

Capelli da sogno: come sfruttare al meglio il balsamo

È difficile mantenere i capelli sani e facili da pettinare di quando si è appena usciti dal parrucchiere. Qual è il segreto per capelli visibilmente sani e luminosi? L’uso regolare di un balsamo migliora la forza e la lucentezza e riduce i danni subiti dai capelli, sebbene non sia in grado di ripararli. “Il balsamo ammorbidisce le cuticole, riduce l’elettricità statica, protegge dai raggi ultravioletti e migliora l’aspetto in generale”, afferma la dermatologa D’Anne Kleinsmith.

Il balsamo contribuisce inoltre a mantenere idratata la corteccia dei capelli. “I capelli secchi soffrono per la mancanza di idratazione, che può ridurre il numero di legami idrogeno”, spiega John Gray, autore di The World of Hair. “L’uso di un balsamo consente la riformazione dei legami idrogeno e aumenta l’idratazione dei capelli migliorando l’impermeabilità della cuticola”.

Nel definire un regime di utilizzo del balsamo, bisogna considerare fattori quali la lunghezza dei capelli, la quantità di sostanze chimiche a cui vengono sottoposti e la frequenza con cui si usano strumenti di styling a caldo. “Chiedetevi che tipo di capelli avete”, suggerisce il parrucchiere Steve Lococo. “I balsami volumizzanti contengono ingredienti che aumentano il volume dei capelli. I balsami emollienti, invece, tendono a contenere oli o lanolina per ammorbidire il fusto del capello”.

Capelli fini

Solitamente i capelli fini non riescono a sostenere un livello di trattamento elevato. Per evitare il sovraccarico ai capelli fini, applicate il balsamo soltanto sulle punte e sulla parte centrale, ovvero sulle aree in cui i capelli sono più propensi a danneggiarsi. Un balsamo volumizzante leggero provvederà all’idratazione dei capelli e fornirà la protezione termica necessaria per l’utilizzo del phon.

Capelli medio-spessi
Se avete capelli di spessore medio e difficili da gestire, il balsamo rappresenta un fattore essenziale per un regime di cura efficace. “A differenza dei capelli fini, i capelli spessi possono sostenere elevati livelli di trattamento”, spiega Steve Shiel, ricercatore e specialista nella cura dei capelli. “Consiglierei l’utilizzo di prodotti più intensivi, ad esempio un balsamo ideato per capelli lisci o per capelli secchi o danneggiati. Una maschera emolliente può inoltre aiutarvi a gestire meglio i capelli difficili da modellare”.

Capelli colorati e con mèches
L’uso di tinture può rimuovere, completamente o in parte, lo strato lipidico presente sulla superficie di ogni cuticola, riducendo le naturali proprietà impermeabili dei capelli. Per questo motivo, i balsami di base perdono la loro efficacia sui capelli colorati perchè non sono in grado di depositarsi sui capelli. Invece I balsami appositamente creati per capelli colorati contengono polimeri specifici, capaci di agire su superfici non impermeabili.

Consigli sull’utilizzo del balsamo per tutti i tipi di capelli
Versate il balsamo sul palmo di una mano e strofinate insieme le mani. Quindi, usando le dita quasi come un pettine, applicate il prodotto partendo dalla parte centrale dei capelli e arrivando fino alle punte. “È importante concentrarsi su quest’area poiché rappresenta la sezione del capello più danneggiata”, spiega Shiel. “Durante il risciacquo, una quantità sufficiente di prodotto andrà a depositarsi sulla parte del capello più vicina alla cute”. Per una migliore distribuzione del balsamo, nella doccia potete anche utilizzare una spazzola piatta o un pettine a denti larghi.



scritto da in Fashion & Trends, Io mamma?

Nessun commento

Girovagando in rete, cercando qualcosa sull’abbigliamento post partum, mi sono imbattuta in un articolo su Pianeta Mamma su come essere una mamma fashion. Son fregnacce o consigli utili? Vediamoli un po’. Con commento della sottoscritta incluso.

Foto di Becaberry

  1. Durante le ultime settimane di gravidanza, prendiamoci un po’ di tempo per organizzare l’armadio, creando abbinamenti già collaudati e tenendo presente che probabilmente non riacquisteremo subito la taglia che avevamo prima dell’attesa. […] Per le scarpe, optiamo per modelli stilosi ma tassativamente comodi. […]
    Diciamo che molte cose che abbiamo utilizzato in gravidanza ci serviranno anche nel post parto. Personalmente ho trovato molto utili i leggings e i giacchini lunghi (che coprono coscione e sederone). Anche perchè non è che dopo il parto si possono indossare maglie ultra aderenti. Bisogna fare i conti con la panza. Quello che non si può prevedere, però, è il “fattore mucca”: il seno aumenta se si allatta (almeno per me è così) e questa cosa non è stata possibile prevederla. Discorso scarpe: sto approfittando del fatto che porto a spasso il carrozzino per portare i tacchi. Non corro e ho un costante appoggio. E non li portavo da mesi, non ce la facevo più.
  2. Mentre siamo in giro con la carrozzina, osserviamo le vetrine dei negozi o le passanti più modaiole per capire cosa è di tendenza quest’anno. A volte si tratta di capi che andavano già qualche anno fa e che quindi abbiamo ancora nell’armadio. […] Non potremo forse permetterci un pomeriggio di shopping, ma una capatina su internet durante le notti insonni forse riusciamo a ritagliarcela.
    In effetti è un po’ difficile andare a fare shopping. Viva lo shopping online. E non c’è bisogno per forza di guardare le vetrine, ci sono le riviste e tantissimi siti web con suggerimenti sulla moda.
  3. […] Prendiamoci un minuto in più per fare mente locale di quello che abbiamo nell’armadio. […] Basta pensarci per cinque minuti, focalizzando mentalmente quale abito ci potrebbe stare bene e con cosa abbinarlo. […]
    Io forse ho esagerato: un pomeriggio, approfittando del pisolino della pupa, ho provato praticamente tutto il guardaroba estivo dividendo la roba in: bocciata (da dar via), bocciata (da tenere sperando che un giorno entri), promossa con riserva (da mettere solo se proprio non ho nulla), promossa (praticamente 3-4 cose).
  4. Magari un’incursione nel nostro guardaroba ci lascia depresse e scoraggiate […]. Possiamo focalizzarci sugli accessori e sui dettagli: bracciali, orecchini scintillanti, un rossetto audace, una sciarpa sfiziosa. Il parto è un’ottima occasione per richiedere una generosa aggiunta al nostro “parco-gioielli”: alla fine ce lo siamo meritate!
    Eh, com’è che non ho proprio il tempo di pensare agli accessori? Riesco a malapena ad abbinare l’abbigliamento alla borsa e alle scarpe ma proprio non riesco a truccarmi…
  5. Non dimentichiamo quanto possono essere sensuali le forme morbide di una neo mamma. L’essere provocanti deriva dal comportamento, da come ci sentiamo. Sì, si può decidere di essere sexy: un sorriso raggiante, un pensiero positivo e un po’ di faccia tosta sono gli ingredienti giusti per incominciare.
    Ehm… passo!!!
  6. Sembra una mostruosità, ma osserviamo come le star utilizzino sistematicamente i loro bambini come accessori! E’ ovvio che nostro figlio è enormemente più importante di una borsetta, ma non c’è niente di male a vestirlo in un modo che non faccia a pugni con il nostro abbigliamento. Facciamo anche caso ai colori della carrozzina, del passeggino e del marsupio, e a come legano (o viceversa) coi nostri vestiti. […]
    Su questo approvo alla grande. Cioè io ADORO vestire mia figlia con tanti splendidi vestitini. E preferisco addossare su di lei le mie idee creative in tema di abbigliamento. A lei sta bene tutto, poi 🙂 Nonostante sia un piccolo cotechino vivente che a 1 mese e 1\2 indossa già la 3-6 mesi. || Read more