Articoli Taggati ‘consigli’

scritto da in Cose Serie

2 commenti

Ieri ho trovato nel mio Feed Reader un articolo molto interessante pubblicato su Presentation Zen, in cui vengono elencati 13 insegnamenti di vita che ci provengono direttamente dai bambini. Loro possono davvero insegnarci tanto e se vivessimo un po’ di più nel loro modo, credo che saremmo tutti più felici.

Foto di daf_ne

L’articolo è in inglese, quindi ho provveduto a tradurlo (e sintetizzarlo) nella nostra lingua.

  1. Vivere il presente: noi adulti spesso viviamo con la testa troppo al passato o al futuro, non godendoci ciò che abbiamo in quel momento. Invece i bambini pensano solo a quel momento e lo vivono intensamente.
  2. Essere spontanei: spesso ci preoccupiamo troppo degli altri, di cosa potrebbero dire/fare di conseguenza ai nostri comportamenti. Invece no, come i bambini non dovremmo curarcene ma lasciarci più andare e far vincere la spontaneità.
  3. Muoversi: l’esercizio fisico è fondamentale per la vita sia di un adulto che di un bambino. Solo che noi adulti passiamo molto tempo della giornata seduti e questo non fa bene.
  4. Giocare ed essere giocosi: essere giocosi non significa non essere seri. Tanta gente vive serenamente e seriamente ma senza dimenticare il lato bello della vita.
  5. Commettere errori: sbagliano s’impara, no? Non dobbiamo avere paura di sbagliare perchè gli errori ci insegnano sempre qualcosa.
  6. Non cercare di impressionare la gente: vuoi dimostrare a tutti i costi di essere più intelligente? E a che serve? Non puoi mai essere più intelligente di quanto lo sei realmente.
  7. Mostrare il proprio entusiasmo: l’entusiasmo dovrebbe essere il nostro stimolo principale a fare sempre cose nuove, no? E non lo soffochiamo, allora!
  8. Rinanere aperti alle nuove possibilità e alle idee “pazze”: Shunryu Suzuki dice che “nella mente del principiante ci sono molte possibilità, nella mente degli esperti ci sono pochi “. Si può essere esperti, ma per imparare, la tua “tazza” deve essere vuota. Ma in molti adulti, le  tazze sono piene di pensieri negativi, pregiudizi e scetticismo. Cosa che non hanno i bambini.
  9. Essere molto curiosi e fare tante domande: le domande sono molto importanti nella vita perchè con loro inizia un percorso di scoperta e di apprendimento che ci porta ad imparare sempre qualcosa di nuovo. E’ la curiosità che ci dovrebbe muovere in questo percorso.
  10. Sapere di essere creativi: indipendentemente dalla tua professione o dal livello d”istruzione ricordati che sei un individuo estremamente creativo. Purtroppo questa cosa ce la dimentichiamo sempre.
  11. Sorridere, ridere e divertirsi: prendiamo il nostro lavoro, molto, molto sul serio, naturalmente. Ma non c’è motivo di prendere se stessi in modo serio. Sorridere e ridere fa bene. E’ un dono che facciamo a noi stessi e a chi ci circonda.
  12. Rallentare il ritmo: ogni tanto fermati e guarda il mondo che ti circonda. Questo stimola l’immaginazione. E così nascono nuove idee, nuovi progetti…
  13. Incoraggiare gli altri: è una cosa incredibile vedere bambini molto piccoli che aiutano e incoraggiano gli altri. I buoni insegnanti e buoni capi ispirano e incoraggiano tra le altre cose che fanno. L’incoraggiamento è davero importante. Ma che cosa si deve fare quando ti senti scoraggiato? Un vecchio proverbio zen ha una semplice risposta: “Incoraggiare gli altri”.

Carini questi consigli, vero? Ora vediamo di metterli in pratica!

scritto da in Cose Serie, New Technologies

Nessun commento

A me come prima cosa verrebbe un infarto 🙂

Su Melamorsicata ho trovato questo video che ci aiuta a capire cosa fare se l’iPhone cade in acqua ed in estate può succedere con molta più facilità, visto che si va al mare, in piscina…

All’interno dell’iPhone ci sono dei sensori che invalidano la garanzia se entrano a contatto con l’acqua. Quindi cosa fare per minimizzare i danni?Per prima cosa non usatelo come se niente fosse. Spegnetelo il prima possibile per evitare dei corto circuiti. Poi immergetelo in un sacchetto pieno di riso per almeno 48 ore. Il riso assorbirà tutta l’umidità.

Spero davvero che funzioni dopo…

scritto da in Fashion & Trends

Nessun commento

Mamma mia come passa il tempo! Da quanto tempo non scrivo su questo blog! Intanto oggi siamo a -41 dal grande giorno e l’ansia sale… E le cose da fare non diminuiscono ancora… Ma veniamo a noi.

Spesso e volentieri noi giovani fanciulle (ma anche meno giovaani) chi chiediamo come valorizzare al meglio la nostra carnagione, il colore degli occhi e dei capelli. Ci viene in aiuto il make up, ma bisogna utilizzarlo bene, no?

Ho scoperto su Youtube due bei video che ci illustrano il trucco delle more e quello delle bionde. Chissà, possiamo prendere qualche spunto interessante, no?

Sei mora? Guarda questo video:

Sei bionda? Guarda questo video:

E per le rosse? Non ho trovato nessun video, sorry 🙂

scritto da in Fashion & Trends, Il giorno più bello

7 commenti

Su Oggi Sposi ho trovato un interessante articolo che elenca 22 consigli su cosa indossare quando si è invitati ad un matrimonio, senza tralasciare le regole del bon ton. Vediamoli insieme (e commentiamoli):

Foto di efeunodos

  1. Assolutamente banditi il bianco, colore esclusivo della sposa, ed il nero.
    Purtroppo questa regola viene spesso disattesa, e sto parlando soprattutto del fatto che spesso e volentieri gli invitati (specie le donne) indossano vestiti tutti neri. Io cerco di evitarlo. O almeno di indossare un capo nero ed uno colorato.
  2. Ricordare che è la sposa la sola protagonista per quel giorno (anche lo sposo, anche se è inutile negarlo: tutti gli occhi saranno puntati su di lei!). Assolutamente vietati quindi tutto ciò che può dare nell’occhio.
    Capito, invitati? Sarò io la protagonista e quindi lasciatemi la scena 🙂
  3. Meglio evitare anche il rosso, oggi tanto di moda, un colore troppo acceso e non facile da indossare.
    Su questo non sarei d’accordo anche perchè mi piace molto il rosso (e mi sta anche bene)
  4. Le tinte pastello, nelle loro varianti, sono le più appropriate.
    Su questo non ci piove 🙂 Sono sobrie ed eleganti.
  5. Le signore che proprio non si vedono con un colore vivace possono proporsi in sabbia, beige, marroni chiari e ecru.
    … che su di me stanno malissimo… Meglio un rosa o un celeste.
  6. Mai indossare di sera abiti di color oro, rosso, nero e viola.
    Questa non la sapevo… chissà qual è il perchè…
  7. Il cappello è indicato per le cerimonie di tipo formale. Ricordate però che se lo sceglierete dovrete portarlo per l’intera durata dei festeggiamenti.
    Quindi, soprattutto per i nostri matrimoni “giornalieri” (nel senso che durano un giorno intero), non conviene indossarli
  8. Se la sposa intende proporsi con il tradizionale abito lungo e desidera le invitate in lungo, deve avvisarle a voce. Se decide invece per il corto, comunicherà la propria decisione in modo che nessuna invitata si presenti in lungo.
    Il mio abito è lungo, quindi, invitate, sbizzarritevi come volete: lungo, corto, a voi la scelta!
  9. Secondo il galateo: la cerimonia formale diurna richiede il vestito lungo o l’abito da sera, la cerimonia semiformale diurna la gonna o l’abito da cocktail medio lungo, la cerimonia informale diurna il vestito semplice medio lungo, la cerimonia formale serale l’abito da sera lungo, la cerimonia semiformale serale e quella informale invece l’abito da cocktail.
    Lungo o da cocktail? A me piace più il secondo.
  10. La lunghezza delle gonne dovrebbe essere ragionevole, bandite minigonne e look aggressivi, più adatti a serate in discoteca.
    …ovviamente
  11. Necessarie le calze, sempre e comunque, sinonimo di vera eleganza, anche se fa molto caldo. Esistono infatti modelli velatissimi e quasi impalpabili perfetti per climi torridi.
    Nooo, questo non lo dovevo leggere. Io odio indossare i collant d’estate! Non li sopporto proprio!
  12. Meglio optare per scarpe decolleté, con tacco alto solo per chi non può farne a meno, da preferire comunque ai sandali.
    Io preferirei i sandali e non le decolletè… ma per il MIO matrimonio farò un’eccezione (perchè questa regola vale anche per la sposa, no?)
  13. Gioielli e accessori sempre discreti, trucco e acconciature idem.
    Io in questo sono una garanzia (fin troppo)
  14. I signori avranno meno possibilità di sbagliare, indossando un abito scuro, grigio, o blu, camicia bianca, calze scure e scarpe scure. In quanto alla cravatta, è lecito azzardare.
    Questi maschi, sempre fortunati. || Read more