Articoli Taggati ‘inverno’

scritto da in Fashion & Trends, Previsioni del Tempo, Questa è la mia Vita

2 commenti

Le spiagge iniziano a svuotarsi, gli uffici a riempirsi. E’ il primo settembre e il ritorno alla normalità mette il turbo. Ormai non sono più tantissimi i colleghi in vacanza e le vetrine iniziano a riempirsi di caldi indumenti per l’autunno e l’inverno vicini. Solo in televisione ci sono per lo più repliche e si aspetta ancora qualche giorno per l’inizio delle trasmissioni che segnano la quotidianità durante l’anno.

(foto di visiophone)

Finalmente torna il piacere di fare shopping. Ieri ho rotto il silenzio di qualche settimana e mi sono fatta il primo regalo della nuova stagione: un bel maglione di PennyPull (PennyBlack). Sto dando un’occhiata alle vetrine qui a Roma, dove mi trovo in questi giorni, per avere un’idea delle nuove collezioni: borse grandi, vernice, maglioni lunghi, mantelle, gonne a pieghe, piumini e cappotti, molto viola (nelle varie tonalità), molto grigio, molto nero, borse grandi, scarpe con tacchi vertiginosi. Non ci sono grossi cambiamenti rispetto alla collezione A/I 2008-09.

|| Read more

scritto da in Fashion & Trends

4 commenti

A metà agosto lo shopping diventa un pò triste: le vetrine sono tappezzate dai manifesti dei saldi, l’assortimento è al minimo e le probabilità di trovare qualcosa che piaccia e che sia della taglia giusta non è così semplice.

Io non vedo l’ora che le vetrine tornino a “vivere” dopo l’estate e si riempiano di nuovi articoli, di cappotti e maglioni, di stivali e sciarpe.

Quali saranno i colori dominanti della prossima stagione? Mi servo, come al solito, del sito di Pantone per scoprirlo.

|| Read more

scritto da in Previsioni del Tempo

3 commenti

Siamo al giro di boa dell’inverno e gli antichi prevedevano l’andamento della fine della stagione dalle condizioni meteorologiche del giorno della Caldelora, ovvero del 2 febbraio, giorno in cui la Chiesa Cattolica festeggia la Presentazione del Signore, popolarmente chiamata festa della Candelora, perché in questo giorno si benedicono le candele, simbolo di Cristo “luce per illuminare le genti”, come il bambino Gesù venne chiamato dal vecchio Simeone al momento della presentazione al Tempio di Gerusalemme (fonte: Wikipedia).

Dicevano gli antichi:

Per la santa Candelora
se nevica o se plora
dell’inverno siamo fora;
ma se è sole o solicello
siamo sempre a mezzo inverno

E noi dall’inverno siamo fora? Come sarà il tempo nel giorno della Candelora? Cielo coperto, nebbia e forse vedremo un mezzo solicello… ma non dovrebbe piovere nè quanto meno nevicare, viste anche le temperature piuttosto alte che ci saranno, a causa di una perturbazione africana che ci interesserà da domani. Secondo gli antichi… siamo sempre a mezzo inverno. Allora speriamo in una pioggia all’ultimo minuto per lunedì 🙂

Solo da giovedì il sole tornerà a far capolino regalandoci un pò di calore. Come ho già scritto, da lunedì le temperature si alzeranno al di sopra delle medie del periodo e resteranno tali per tutta la settimana. E raggiungeranno anche i +15°C nelle massime.

scritto da in Previsioni del Tempo

Nessun commento


(foto di fturmog)

I cosiddetti giorni della merla sono, secondo la tradizione, gli ultimi tre giorni di gennaio, ovvero il 29, 30 e 31; sono considerati i giorni più freddi dell’inverno.

Il nome deriverebbe da una leggenda secondo la quale, per ripararsi dal gran freddo, una merla e i suoi pulcini, in origine bianchi, si rifugiarono dentro un comignolo, dal quale emersero il 1º febbraio, tutti neri a causa della fuliggine. Da quel giorno tutti i merli furono neri.

Secondo una versione più elaborata della leggenda una merla, con uno splendido candido piumaggio, era regolarmente strapazzata da Gennaio, mese freddo e ombroso, che si divertiva ad aspettare che la merla uscisse dal nido in cerca di cibo, per gettare sulla terra freddo e gelo. Stanca delle continue persecuzioni la merla un anno decise di fare provviste sufficienti per un mese, e si rinchiuse nella sua tana, al riparo, per tutto il mese di Gennaio, che allora aveva solo 28 giorni. L’ultimo giorno del mese, la merla pensando di aver ingannato il cattivo Gennaio, uscì dal nascondiglio e si mise a cantare per sbeffeggiarlo. Gennaio si risentì talmente tanto che chiese in prestito tre giorni a Febbraio e si scatenò con bufere di neve, vento, gelo, pioggia. La merla si rifugiò alla chetichella in un camino, e lì restò al riparo per tre giorni. Quando la merla uscì, era sì, salva, ma il suo bel piumaggio si era annerito a causa del fumo e così rimase per sempre con le piume nere.

Come in tutte le leggende si nasconde un fondo di verità anche in questa versione possiamo trovarne un po’, infatti nel calendario romano il mese di gennaio aveva solo 29 giorni, che probabilmente con il passare degli anni e del tramandarsi oralmente si tramutarono in 31.

Per quanto la leggenda parli di una merla, nella realtà questi uccelli presentano un forte dimorfismo sessuale nella livrea, che è bruna – becco incluso – nelle femmine, mentre è nera brillante – con becco giallo-arancione – nel maschio. (fonte: Wikipedia)

|| Read more