Articoli Taggati ‘libri’

scritto da in Io mamma?

1 commento

At last sono arrivati! Ho approfittato degli ultimi giorni di sconti “veri” su Amazon (a fine agosto) per acquistare un po’ di libri “mammeschi” e leggere così qualche consiglio su come crescere al meglio mia figlia. Ne avevo già letti un paio che mi sono serviti moltissimo.

Così facendo un bel sondaggino sui social network ho deciso di acquistare:

20110915-150333.jpg

  • Confessioni di una mamma pigra di Muffy Mead-Ferro;
  • Le madri non sbagliano mai di Giovanni Bollea;
  • L’arte di comunicare con i bambini di Suzanne Vallieres;
  • I no che aiutano a crescere di Asha Philips;
  • Educare alla libertà di Maria Montessori;
  • Come stimolare giorno per giorno l’intelligenza dei vostri bambini di Nessia Laniado.

Riusciranno i nostri eroi a trovare il tempo per leggerli? O i miei figli supereranno la maggiore età e non li avrò ancora finiti?
Mi metto subito all’opera e vi farò sapere se vale la pena leggerli.

scritto da in Io mamma?, Letture & Romanzi

4 commenti

Sono una mamma da quasi 4 mesi e, in base alla mia piccolissima esperienza, ho imparato una cosa: nascono bambini più facili da gestire e bambini più “terribili”. Il compito dei genitori è quello di non “guastare” i bambini più buoni e di comprendere e render più tranquilli quelli più esigenti. Io faccio parte della prima categoria perchè mia figlia è una bimba facile da gestire e quindi tutti i miei sforzi sono concentrati su come fare a non viziarla e continuare, così, a farla sentire tranquilla.

Devo dire che mi sono stati utilissimi due libri che ho letto in gravidanza e che tengo sul comodino come due bibbie per illuminare il mio cammino di mamma. Uno è “Fate i bravi (0-3 anni)” della celebre Tata Lucia, educatrice del programma S.O.S. Tata. L’altro è “Il linguaggio segreto dei neonati” di Tracy Hogg, detta “la donna che sussurra ai bambini” per la sua eccezionale capacità di capire i neonati.

Il primo testo non l’ho finito di leggere perchè ho voluto fermarmi alle pagine che mi riguardano in questo momento, cioè alla gestione del bambino fino ai 5-6 mesi. Diciamo che alcune cose che vengono scritte nel libro le avrei fatte “di testa mia” ma il fatto che questo mio pensiero venga condiviso da una “fonte autorevole” mi ha tranquillizzata parecchio. Solo un consiglio di Tata Lucia non sto seguendo: lei consiglia di far dormire subito il neonato nella sua stanzetta ma io davvero non ci riesco. Ora poi che mi si gira a pancia in giù e non sa tornare a pancia in su mi spaventa molto e le sto spesso accanto. Poi le linee anti SIDS consigliano alle mamme di tenere il bimbo nella loro stanza per poterlo sorvegliare meglio in caso di apnea o rigurgito. Noi abbiamo addirittura acquistato l’Angel Care per stare più tranquilli!

Il testo di Tracy Hogg è davvero illuminante! Mi piace molto il metodo EASY per gestire il proprio bambino. E’ flessibile ma nello stesso tempo ti fa impostare una routine che tranquillizza il bambino.

Secondo me è proprio questo il segreto per gestire al meglio il proprio figlio: essere flessibili ma entro certi termini in modo da rispettarlo ma anche da rispettare noi stessi. Non esiste che io possa fare l’ultima poppata ovunque mi trovi. La faccio sempre a casa e poi metto a letto Paola. Ed è un modo di rispettarla come lei rispetta noi lasciandoci dormire circa 9 ore di notte. E per fare questo dobbiamo rinunciare ad uscire fino a tardi di sera. Ma meglio quello o non dormire di notte?

Amiche mamme, qualche altro libro sapete consigliare per gestire i propri bimbi?

Solo quattro mura

Mar
2010
25

scritto da in C'è Vita a Matera, Letture & Romanzi

Nessun commento

Di solito quando parlo di libri è perchè ne ho letto uno e ho voglia di recensirlo. Oggi faccio un’eccezione ma solo perchè lui è il fratello della mia migliore amica e ha talento da vendere.

Lui si chiama Gianluca Purgatorio, ha quasi 24 anni e ha appena pubblicato la sua opera prima. E’ un thriller dell’orrore che s’intitola “Solo quattro mura” – edito da 0111 edizioni.

“Solo quattro mura” è una silloge di brevi racconti aventi come filo conduttore il tema della morte, analizzato e narrato attraverso sei storie che spaziano dal thriller all’horror, fino a rasentare il fantastico, calate in atmosfere surreali, grottesche e claustrofobiche, tutte intrise di caratteri noir dove personaggi esemplari, stereotipi di categorie umane, si muovono all’interno delle scene interrogandosi e lottando contro inevitabili sentenze e destini esiziali.
Sei storie forti ed efficaci dai risvolti psicologici e intimistici che spesso sfociano nel metafisico, e dalle trame che si distinguono per spiccata originalità rivelando tutte, nella parte finale, il momento epifanico, il classico fattore a sorpresa sempre carico di effetto. Sin dalle prime pagine, una lettura avvincente e mai pesante, che di certo non lascerà immacolati e vergini i recessi del vostro animo.

Dove puoi acquistarlo? Oltre che in alcune librerie qui a Matera, ci sono vari portali che lo distribuiscono.

Il romanzo di Gianluca partecipa al concorso “Il Club dei Lettori“. Leggilo, votalo e partecipa subito all’estrazione finale di due bellissimi premi.

scritto da in C'è Vita a Matera, Clarita in Cucina, Cose Serie

1 commento

Quando si parla di cucina e di libri, Clarita non può mancare…

(via WFF) L’associazione Women’s Fiction Festival in collaborazione con la casa editrice Ponte delle Grazie, Palazzo Gattini Luxury Hotel e Libreria dell’Arco organizzano, dopodomani, giovedì 5 marzo, alle ore 18,30, nella sala meeting di Palazzo Gattini, la presentazione del volume: “La cucina nazionale italiana” di Allan Bay e Paola Salvatori e del nuovo libro, “La Cucina Pugliese” di Giovanna Quaranta, della collana diretta da Allan Bay, “Il lettore goloso“. Saranno presenti gli autori.

La cucina nazionale italiana

Come erano e come sono le 1135 ricette che fanno l’Italia

Fatta l’Italia, si sono col tempo fatti gli italiani, anche se questo è avvenuto per la cucina da pochi anni. Oggi le varie tradizioni regionali si sono adattate ai tempi e si sono fuse in un unico ricco patrimonio condiviso che è giusto definire cucina nazionale. Partendo da questa realtà, i due autori raccontano la storia delle nostre ricette e ne danno una proposta attuale, alla luce delle esigenze contemporanee degli italiani, sempre ghiotta e soprattutto sempre rispettosa della loro anima. Questo libro è un repertorio, completo ed esauriente, delle ricette di oggi degli italiani.

Gli autoriAllan Bay vive e lavora a Milano. Giornalista e scrittore enogastronomico, collabora al Corriere della Sera curando per ViviMilano una rubrica sui ristoranti. Scrive di cucina su Diario. Ha pubblicato la fortunata serie di libri «Cuochi si diventa». Cura la collana di libri di cucina «Il lettore goloso» per Ponte alle Grazie. Paola Salvatori vive e lavora a Bologna. Da sempre appassionata di storia della gastronomia, negli anni ha raccolto e studiato a fondo moltissimi testi di questo argomento, dal Cinquecento ai giorni nostri. Ha collaborato in passato con la rivista La Gola e attualmente a Charta. || Read more