Articoli Taggati ‘paola’

scritto da in Cronache casalinghe, Io mamma?

Nessun commento

Oggi festeggiamo la prima festa del papà di Paola e di mio marito Gianfranco.

Il regalo del giorno: esimere il papy dall’ingrato compito di pulire il culetto di questa monella da un cagottone mostruoso. Ovviamente questo compito è toccato alla mamma. Il papy era al lavoro quando è successo il fattaccio.

Comunque la splendida, qui sopra raffigurata, appena sveglia ha inviato al papy un’email con tanto di foto ricordo tutta cicici-cococo.

Ah, questi bimbi moderni… a 10 mesi e mezzo hanno già la casella email… 🙂 🙂 🙂

scritto da in Io mamma?

Nessun commento

Una delle cose che più temevo prima che Paola nascesse era: "E quando non respira bene, cosa devo fare? Come si fa a pulire il nasino di una bambina così piccola? Ovviamente lei non sa usare il fazzoletto come noi adulti!" Non è che bisogna avere necessariamente il raffreddore per avere il nasino chiuso, i bambini molto piccoli hanno sempre delle fastidiosissime caccolette nei loro teneri nasini, almeno la mia ce le ha ogni giorno. L'apoteosi, naturalmente, del naso sporco viene raggiunta quando hanno il raffreddore: sembrano dei piccoli maialini che grugnicono di continuo e piangono per il fastidio. Poveracci! Non riescono a mangiare, a giocare, sono perennemente nervosi e piagnucolosi!

Fin dai primi giorni di vita di Paola, ho preso la sana abitudine di pulirle ogni giorno il nasino con una soluzione salina, sia nei tempi di pace, cioè quando sta bene, e sia quando è raffreddata. Nei giorni "buoni" lo faccio una volta sola, di sera, prima di metterla nel suo lettino. Quando è raffreddata, invece, lo faccio 3-4 volte al giorno, per alleviarle il fastidio.

Cosa utilizzo? Ho provato le soluzioni fisiologiche "semplici", ma a loro preferisco Physiomer che a differenza delle soluzioni fisiologiche (e saline) è un siero di mare, cioè non è acqua di mare diluita o acqua salata, ma è proprio pura acqua di mare e ne contiene tutti i minerali e gli oligoelementi. Questa sua particolare composizione fa in modo che la soluzione sia non solo decongestionante, ma anche rigenerante delle mucose nasali. Utilizzandola quotidianamente, il nasino è sempre integro e si mantiene più forte per l'attacco di virus e schifezze varie.

Io utilizzo il Physiomer Baby Spray nebulizzato che ha un beccuccio morbido e ben tollerato dalla mia bambina. Lei che si muove in continuazione durante il lavaggino non corre il rischio di graffiarsi il naso con questo beccuccio. Inoltre è molto più pratico è comodo rispetto alle soluzioni da utilizzare con la siringa. Qui metti il beccuccio nel naso e spruzzi. E basta. Per completare il tutto, utilizzo l'aspiratore nasale (sempre della Physiomer) che mi aiuta a liberare completamente il naso. Sì, perchè la soluzione ripulisce e l'aspiratore asciuga. E le caccole di Paola pussano via.

Articolo sponsorizzato

Viral video by ebuzzing

scritto da in Cronache casalinghe

Nessun commento

I bambini del 2011 sono così fortunati da avere nella loro stanzetta un parcheggio riservato ai loro mezzi di spostamento.

Non è da meno mia figlia Paola, 8 mesi e mezzo di pannolini e ruttini, che dispone di ben due mezzi che adora: la macchinina e il girello. E io divento la sua parcheggiatrice di fiducia, visto che ho il compito di metterli al proprio posto quando la pupa non li usa.

Eccoli lì, ben allineati al box e al pavimento, in perfetta sintonia con l’ambiente babylandia. Questa casa non è un parcheggio?

scritto da in Io mamma?, Questa è la mia Vita

1 commento

Mi piace molto il video che ha creato lo zio Google per rivivere in neanche 3 minuti le emozioni – belle e brutte – di questo 2011 che ci stiamo lasciando alle spalle.

Per me il 2011 è riassumibile in un solo nome: Paola, il dono più grande che Dio ha donato a me e a mio marito. Il 2011 è stato l’anno che ci ha cambiato totalmente la vita. Ora è sicuramente più dura ed impegnativa ma grazie a lei è molto ma molto più bella di prima. Come abbiamo fatto a vivere senza di lei?