Articoli Taggati ‘passeggino’

scritto da in Io mamma?

16 commenti

Oggi voglio parlare di un prodotto che utilizzo quotidianamente: il passeggino di mia figlia Paola. Il prodotto in questione si chiama Chicco Living Smart. Magari tu che sei capitato in questi lidi perchè stai cercando proprio informazioni a riguardo, vero? Spero di esserti utile. Se poi hai qualche domanda o perplessità c’è il form dei commenti che puoi utilizzare.

Insomma, stavamo dicendo, il passeggino Chicco Living Smart, che poi fa parte di un trio composto anche da navicella e ovetto/seggiolino auto. La prima non la usiamo più da parecchi mesi, ma che ha fatto il suo egregio dovere quando Paola era una piccola neonata sdentata. Poi habemus l’ovetto/seggiolino auto: molto buono, davvero confortevole per la mia piccola che lo usa ancora visto che non è arrivata ai 13 kg e non è enorme. E’ un po’ più grande rispetto ad altri ovetti che ho visto in giro ed ha una seduta migliore. La figata è che è prevista anche la base Isofix per l’automobile. E’ quindi comodissimo montare e smontare il seggiolino dall’automobile.

Ma ora parliamo del pezzo forte del trio, il passeggino. I suoi punti di forza sono: leggerezza (pesa solo 10,7 kg), facilità di apertura e chiusura (con una mano e senza impazzire), reclinabilità totale del sedile (quindi è comodissimo per i sonnellini dei nostri piccolini e fa in modo che questo passeggino possa essere utilizzato fin dalla nascita), compattezza da chiuso, doppie maniglie che si uniscono in un unico maniglione (le prime sono comode quando si va a fare la spesa, così sappiamo dove mettere buste e pacchetti, il secondo quando piove o siamo al telefono, visto che siamo in grado così di pilotare meglio il nostro “bolide” con una mano), la sacca porta oggetti è abbastanza capiente.

Infine, guardiamo il lato estetico: è un passeggino elegante e raffinato ma pur mantenendo la sua sobrietà e funzionalità. E’ corredato di una borsa in tessuto e anche di un piumoncino/copripiedi comodissimo in inverno. La cappotta è molto grande ed è in grado di riparare il bambino da sole, vento e pioggia. La seduta è molto comoda e ampia ed è configurabile sia in modalità fronte strada, che in modalità fronte mamma (mia figlia ha voluto la prima fino a 10-11 mesi). Le parti in tessuto del passeggino sono lavabili in lavatrice.

Insomma, cosa manca a questo trio? Direi proprio nulla. E’ anche made in Italy!

Sul sito della Chicco ci sono tutte le informazioni tecniche sul prodotto, i colori e anche altri passeggini.

scritto da in Io mamma?, Sport

2 commenti

Diciamo che ci ero arrivata da sola e poi ne ho avuto la conferma: dopo una gravidanza uno dei trucchi per tornare in forma è il proprio bambino. In che senso? Diciamo che prendersi cura di lui comporta un oneroso dispendio di energie. E poi c’è la casa che dev’essere sempre in ordine perchè c’è gente che va e viene per conoscere il nuovo arrivato. La spesa, il bucato… ma non basta, i kg di troppo continuano ad essere presenti. Cosa ci potrebbe aiutare?

Senza andare lontanissimo, una delle attività che credo mi aiuterà a tornare nei miei vecchi vestiti (che ho dovuto accantonare perchè non ci entro proprio, tra tette da mucca e fianchi incicciti) è scorazzare la mia cucciola nella carrozzella. Il programma per il momento vede una bella passeggiatona mattutina da 1,5-2 ore fatta di salite e discese ovviamente all’ombra così la piccola respira ossigeno fresco e la sottoscritta rassoda il fondoschiena. E come si sente che fa effetto. Considerate che la mia cucciola pesa circa 5 kg e il suo “abitacolo” supera la decina. Ci sono le ruote, sì, ma pesa comunque. Ah, anche i bicipiti ringraziano.

Poi ho scoperto su internet che c’è una vera e propria ginnastica per le mamme, il MammaFit, “un programma di allenamento dedicato alle neo-mamme che possono esercitarsi in compagnia dei propri bambini. E’ una ginnastica basata su esercizi di allungamento e tonificazione con l’ausilio della carrozzina, passeggino o marsupio che diventa parte integrante della lezione.” Figherrimo!

Per esempio, guardiamo un po’ cosa si può fare con il pupo nel marsupio:

|| Read more