Articoli Taggati ‘Previsioni del Tempo’

scritto da in Previsioni del Tempo

Nessun commento

Cavolo, lunedì avevo i termosifoni accesi in casa (sebbene per 1 ora) mentre stamattina mi sono svegliata (dopo 10 ore di sonno – troppi arretrati) senza coperte… siamo passati così, da un giorno all’altro, dall’inverno all’estate: non esistono più le mezze stagioni.

Matera, 9 maggio 2009, ore 14,43, ci sono ben +25,8°C all’ombra!!! E’ arrivata l’estate?

Dando un’occhiata agli spaghetti, sembra proprio di sì. All’improvviso l’anticiclone delle Azzorre ha preso il dominio su di noi, investendoci di sole e calore… magnifico!!! E così dal doppio maglione di lana, passiamo alla t-shirt, dagli stivali anti-pioggia, alle chanel…

Quali sono le previsioni per la prossima settimana? Sintetizzando: sole, temperature tardo-primaverili, di qualche grado superiori alla media del periodo (per avere un’idea le minime saranno intorno ai 12-13°C, le massime invece saranno intorno ai 25°C e sul finire della prossima settimana potrebbero sfiorare i 28-30°C!!!).

Corro a finire il cambio di stagione, se no non ho cosa mettere…


(foto di **Sonia**)

scritto da in Previsioni del Tempo

2 commenti

Se da domani il tuo risveglio non sarà proprio un buon risveglio, non prendertela con la sveglia (magari lanciandola dalla finestra o prendendola a pugni)… prenditela con l’ora legale! Come? Te n’eri dimenticato? Stanotte le lancette dell’orologio passano un’ora avanti quindi ci si sveglia un’ora prima!!! Vogliamo la primavera, l’estate? L’arrivo dell’ora legale ne è il primo segno… (brutto però…) Ah, per la cronaca, l’ora legale terminerà il 24 ottobre.

Foto di Janex e Alba

A proposito di primavera… ‘ndo stai??? || Read more

Ahi, ahi, que frio!

Feb
2009
21

scritto da in Previsioni del Tempo

2 commenti

Siamo in una morsa di gelo che non vuole proprio abbandonarci… tutto febbraio sta trascorrendo con temperature sotto le medie molto prossime allo zero… abbiamo avuto la neve e non è escluso che non ritornerà: domani, infatti, saremo interessati da una perturbazione che porterà inizialmente pioggia ma in serata potrebbe tramutarsi in neve.

Snow in Matera

Nella prossima settimana il tempo sarà variabile: ci sarà il sole ma ci saranno anche le nuvole e potremo avere episodi piovosi. Le temperature saranno leggermente in rialzo ma comunque al di sotto delle medie del periodo. Solo da domenica 1° marzo, in coincidenza con l’ingresso della primavera meteorologica, le temperature torneranno in linea con i valori medi del periodo. E la pioggia si farà più insistente perchè passeremo da correnti più secche settentrionali a correnti più umide meridionali e occidentali.

scritto da in Previsioni del Tempo

Nessun commento


(foto di fturmog)

I cosiddetti giorni della merla sono, secondo la tradizione, gli ultimi tre giorni di gennaio, ovvero il 29, 30 e 31; sono considerati i giorni più freddi dell’inverno.

Il nome deriverebbe da una leggenda secondo la quale, per ripararsi dal gran freddo, una merla e i suoi pulcini, in origine bianchi, si rifugiarono dentro un comignolo, dal quale emersero il 1º febbraio, tutti neri a causa della fuliggine. Da quel giorno tutti i merli furono neri.

Secondo una versione più elaborata della leggenda una merla, con uno splendido candido piumaggio, era regolarmente strapazzata da Gennaio, mese freddo e ombroso, che si divertiva ad aspettare che la merla uscisse dal nido in cerca di cibo, per gettare sulla terra freddo e gelo. Stanca delle continue persecuzioni la merla un anno decise di fare provviste sufficienti per un mese, e si rinchiuse nella sua tana, al riparo, per tutto il mese di Gennaio, che allora aveva solo 28 giorni. L’ultimo giorno del mese, la merla pensando di aver ingannato il cattivo Gennaio, uscì dal nascondiglio e si mise a cantare per sbeffeggiarlo. Gennaio si risentì talmente tanto che chiese in prestito tre giorni a Febbraio e si scatenò con bufere di neve, vento, gelo, pioggia. La merla si rifugiò alla chetichella in un camino, e lì restò al riparo per tre giorni. Quando la merla uscì, era sì, salva, ma il suo bel piumaggio si era annerito a causa del fumo e così rimase per sempre con le piume nere.

Come in tutte le leggende si nasconde un fondo di verità anche in questa versione possiamo trovarne un po’, infatti nel calendario romano il mese di gennaio aveva solo 29 giorni, che probabilmente con il passare degli anni e del tramandarsi oralmente si tramutarono in 31.

Per quanto la leggenda parli di una merla, nella realtà questi uccelli presentano un forte dimorfismo sessuale nella livrea, che è bruna – becco incluso – nelle femmine, mentre è nera brillante – con becco giallo-arancione – nel maschio. (fonte: Wikipedia)

|| Read more