Articoli Taggati ‘regali’

scritto da in C'è Vita a Matera, Cronache appanzate, Io mamma?, Web Area

Nessun commento

Questo post avrei voluto scriverlo io (ma ovviamente non ho la testa né la mano né il tempo per farlo). Invece l’ha scritto la bravissima Nausica, una delle geniali autrici di quel meraviglioso gruppo delle MOM – Mamme Materane All’Opera (attenzione, c’è anche un papà tra gli autori, se no s’offende!), di cui faccio parte.

Eccolo qui: “E mo’ che ti regalo?”: 14 idee più o meno probabili dai best seller 2013 di Amazon

Si parla di regali di Natale. Regali originali per bambini più o meno grandi da acquistare online. E devo dire che sono idee perfette. Grandiose.

Andatelo a leggere. Su, forza!

Io ho già individuato qualcosa che sicuramente prenderò e voi?

Mi raccomando, seguite i nostri articoli nel sito delle MOM. Ogni giorno c’è qualcosa di originale ed innovativo. Ed anche divertente.

P.S.: Nausica, ti ho rubato il tuo capolavoro, ti dispiace?

scritto da in Cose Serie, Momenti di Festa

Nessun commento

Anche quest'anno voglio supportare l'iniziativa della Amref che ha lanciato per questo Natale (sempre che ci arriviamo, visto che il 21 dicembre viene prima!). E poi quando si parla di mamme e bambini, come si può rimanere insensibili a questo tema? Esistono, purtroppo, dei luoghi in cui le donne perdono la vita nel momento in cui la stanno donando al loro figlio. Qui, grazie al Cielo, queste disgrazie ormai avvengono molto raramente. Ma in Africa, no, succedono ogni giorno: oltre 200.000 donne hanno bisogno di un’ostetrica… che molto spesso non c’è! Questo Natale, grazie alle Occasioni del cuore della Amref è possibile regalare a una di queste giovani madri un  kit di assistenza per un “parto sicuro”. Non c'è niente di tangibile, in questo dono. Questo kit è un'offerta figurativa che verrà inoltrata ai centri di nascita africani che ne hanno bisogno.

Questa è davvero una buona "occasione" di fare un regalo e nel frattempo di fare del bene a chi ne ha bisogno davvero. Dove si comprano questi regali? Come funzionano? Va' su www.regalidelcuore.amref.it e scegli il tuo regalo (kit di purificazione dell’acqua, visite pediatriche e vaccini, borse del dottore…): aiuterai AMREF a realizzare progetti di sviluppo sanitario che miglioreranno la vita di migliaia di donne e bambini. Ma tu non rimarrai senza pacchetto da donare: al destinatario del regalo darai  il Pacchetto del Cuore, una simpatica e graziosa scatola trasparente contenente immagine e descrizione del progetto scelto, oppure un Attestato che si potrà inviare via e-mail, stampare e conservare come pergamena arrotolata, o esposto in una bella cornice!

Articolo sponsorizzato

scritto da in Cose Serie, Momenti di Festa

Nessun commento

E’ iniziato un nuovo e sfavillante anno. Ci lasciamo indietro i regali di Natale, le ingordigie del cenone di Capodanno e guardiamo avanti alla fine delle feste, all’Epifania. E sì, è davvero vicina e dobbiamo preparare anche qualche dono per i nostri amici, vero?

Io una proposta alternativa alla solita calza ma molto bella e anche solidale ve la do. Si chiamano gli Spacchettati e sostengono le (buone) azioni della Oxfam Italia, associazione umanitaria parte di una grande coalizione internazionale, formata da 15 organizzazioni che lavorano in 98 paesi per trovare soluzioni durature all’ingiustizia della povertà nel mondo.

spacchettati

Cosa sono questi spacchettati? Sono dei regali utilissimi per chi ne ha davvero bisogno: ci sono capre, asini, mucche, quaderni… ce n’è per tutti i gusti! Ah, ovviamente i veri regali (cioè la mucca, per esempio) non li ricevono i vostri amici, ma qualcuno che ne ha davvero bisogno nel mondo. E una cosa fantastica è che questo regalo non teme doppioni, visto che una buona azione è unica ed inimitabile.

Come fare allora a regalare uno degli Spacchettati? Andate sul sito www.glispacchettati.it, scegliete i vostri regali e il destinatario riceverà una cartolina virtuale o cartacea di ciò che insieme avete donato a chi è meno fortunato. Originale, vero?

Ah, gli Spacchettati sono anche su Facebook.

Articolo sponsorizzato

scritto da in Cose Serie, Momenti di Festa

Nessun commento

Ci avevo pensato già l’anno scorso, ma mi sembra giusto ripeterlo anche quest’anno.

Manca un mese al Natale e stai già pensando a cosa regalare ai tuoi amici e parenti? Perchè non unire l’utile al dilettevole e scegliere il dono nella lista di Save The Children? Perchè? A che serve?

E’ un’idea semplice quella della Lista dei Desideri, un regalo virtuale e solidale che trasforma ormai da tre anni il Natale di migliaia di italiani nell’occasione di sostenere con generosità gli interventi di Save the Children, come offrire i servizi igienico-sanitari e la nutrizione a 1.500 bambini e l’acqua potabile ad altrettanti in Etiopia, o garantire antibiotici, vaccini, zanzariere, sali per la reidratazione e la vitamina A ai bambini in Mozambico dove ne muoiono ogni anno 150.000 sotto i cinque anni di vita.

La Lista dei Desideri è un modo per fare e ricevere regali originali per davvero, virtuali ma più concreti che mai. Per farlo è sufficiente andare sul sito www.savethechildren.it/regali, scegliere uno tra i 23 regali messi a disposizione ed effettuare on-line la donazione corrispondente. La persona cui si dedica il regalo sarà gratificata ricevendo una cartolina (cartacea o elettronica) quale simbolo di un gesto che migliora la vita di un bambino nel mondo. Concretamente si farà una donazione a beneficio dei bambini delle aree in cui Save the Children lavora.

Nella Lista dei Desideri ci sono regali per tutte le tasche, da 10 a oltre 1.000 euro, ma uno lo abbiamo dovuto dividere in quote perché è un regalo di peso: lo yak, il bue tibetano che Giobbe Covatta ha contribuito a rendere famoso e che anche quest’anno sarà con lui il simbolo dell’iniziativa, inseparabili!

Oltre al periodo di Natale è sempre possibile creare la propria lista dei desideri segnalandola agli amici in occasione delle più diverse ricorrenze, evitando in partenza il rischio di regali inutili sia per chi li deve offrire che per chi li riceverà. Un’opportunità che vale anche per bomboniere e liste nozze. Per tutte le aziende invece l’invito è quello ad abbandonare il solito panettone o la consueta agenda (che tanti altri penseranno a regalare) per donare virtualmente ai propri clienti, ai collaboratori o ai fornitori medicine, scorte di cibo o banchi da scuola per assicurare un futuro migliore a tanti bambini nei paesi in via di sviluppo.

(Per questo post Promodigital donerà 10 euro a favore di Save The Children)