Articoli Taggati ‘rosa’

scritto da in Da "The Style Glossy"

1 commento

By Sonia Fossi for The Style Glossy

In polvere o in crema? Pesca o rosa? Alcuni consigli per non sbagliare mai!

Basta un tocco di colore e arriva il buon umore! Un trucco bene eseguito farà bene sia all’aspetto sia allo spirito, basta scegliere l’accoppiata fard e pennello giusta e il gioco e’ fatto. Ecco una piccola guida per scegliere il make-up perfetto per le tue esigenze e tipologia di pelle.

Il Colore Giusto: Pesca o Rosa?
Fragola, ciclamino, pastello, malva e chi più ne ha più ne metta. Esistono infinite declinazioni cromatiche in commercio del fard, ma in verità guardando bene ogni colore si potrà subito intuire che è una derivazione di una di queste due tinte principali: pesca e rosa. L’errore più comune che le donne compiono è quello di scegliere una palette di colori non adatta alla propria pelle, mentre la regola da seguire è semplice: la gamma dei rosa sarà perfetta per chi ha un incarnato nei toni freddi (ad esempio carnagione chiara, pelle sensibile, efelidi, etc.), mentre quella pesca per chi invece ha un incarnato nei toni caldi (ad esempio: pelle olivastra e/o facile all’abbronzatura, capelli e occhi scuri, etc.). Nel dubbio, chiedete consiglio in profumeria.

Il Tipo Giusto: in Polvere, Crema, Gel o Liquido?
E’ fondamentale scegliere la consistenza giusta a seconda del tuo tipo di pelle.

  • Pelle normale: ogni fard andrà bene, ma sceglilo tendenzialmente in polvere se vuoi un trucco più marcato e classico, in crema se vuoi un effetto più naturale e a lunga durata. Una formulazione liquida può andare bene se hai bisogno di un trucco impeccabile per tante ore, ma appena applicato ricordati di spalmarlo subito altrimenti rischi l’effetto macchia.
  • Pelle secca: un fard in crema avrà le proprietà emollienti e idratanti necessarie per ottenere un incarnato perfetto ed evitare l’odioso effetto screpolato.
  • Pelle mista/grassa: un fard in polvere o in gel aiuterà ad assorbire l’oleosità cutanea più facilmente, soprattutto quelli a base minerale. Prediligi comunque formulazioni oill-free e evita ingredienti a base di silicone.

Come applicarlo?
Sugli zigomi: guardandoti allo specchio, succhia in dentro le guance; sulla parte sporgente applica il colore e vai nella direzione delle orecchie.

Sulle gote: guardandoti allo specchio, ridi; applica il colore sulle guance con un movimento circolare.

Hai applicato troppo colore? Se il fard è in polvere basta passare un po’ di velina; se in crema un fazzolettino di carta; se liquido o in gel ahimè devi usare il sapone e iniziare tutto d’accapo.

Photo: Corbis Images

Sonia Fossi scrive da anni per le più importanti riviste di moda, bellezza, arte e design.

|| Read more

scritto da in Letture & Romanzi

Nessun commento

Mi ci voleva proprio. Era da tempo che non mi immergevo in una lettura così coinvolgente. Mi sono rilassata, divertita e abbandonata ai sogni di Rebecca Bruni, detta Coco, la protagonista di questo vincente romanzo di chick lit dal titolo Via Chanel n. 5.

Era da tempo che non gustavo così le pagine di un libro, che non mi estraniavo da tutto per immergermi in questa storia. E quando è finita mi sono dovuta risvegliare.

È possibile assomigliare a una delle più grandi icone dello stile, indipendente, bella, desiderata ed elegante come Coco Chanel? Rebecca ha trentatré anni, più di cento paia di scarpe, un armadio pieno di tubini neri, completi di tweed e una smisurata passione per la magnifica Coco. È romantica, sognatrice, e follemente innamorata di Niccolò, che sta per raggiungere a Milano, dopo un anno di relazione a distanza. Un nuovo lavoro come wedding planner, una vita vicino all’uomo che ama: la felicità sembra a portata di mano. Ma una brutta sorpresa è in agguato: appena giunta nella metropoli, Niccolò le confessa di essersi innamorato di un’altra. Rebecca si ritrova così in una città che non conosce e con il cuore a pezzi. Ma il suo mito, la grande Coco, come avrebbe reagito? Indossando degli enormi occhiali scuri, alzando la testa in segno di sfida, non avrebbe mai permesso a un uomo di schiacciare il suo spirito ribelle e anticonvenzionale! “Per essere insostituibili bisogna essere unici”, e forse Niccolò, unico non lo era. Dopo intere giornate chiusa a casa, Rebecca è pronta a voltare pagina: si tuffa nell’intensa vita mondana milanese e, con lo stile della sua eroina, assapora la sensazione di sentirsi una donna cercata e desiderata. Resterà un’eterna mademoiselle, come l’intramontabile Coco? O forse il destino le riserverà sorprese inattese e capaci di rivoluzionare la sua vita?

Il libro si lascia divorare. La lettura è scorrevole, piacevole, direi molto Kinselliana. Anche qua si parla di grandi firme della moda, di amore, di un lavoro creativo. Diciamo che ho trovato molte affinità con l’atmosfera di I love shopping e sequel.

Mi aspettavo, comunque, un po’ più di irriverenza e di ironia. Questo perchè conosco bene lo stile di Daniela Farnese, l’autrice, in rete conosciuta come la blogger Dania, sempre capace di stupire per le sue battute argute e piene di ironia. In questo libro, invece, mostra il suo lato romantico e credo che ci sia anche più di un richiamo autobiografico tra le righe. Daniela ha anche partecipato al Materacamp 2009 e anche qui si è distinta per la sua innata ironia.

Insomma, questo libro mi è piaciuto davvero tanto, ve lo consiglio e attendo con ansia il sequel, che spero tanto che ci sarà.

scritto da in Fashion & Trends

3 commenti

E’ da un po’ che non scrivo di moda e tendenze su questo spazio. Diciamo la verità, sto trascurando il mio blog. Prima riuscivo ad aggiornarlo ogni giorno ma ora non ci riesco più. Un po’ per via del 1000 impegni, che non mi lasciano spazi liberi, un po’ per un piccolo calo d’ispirazione che sto avendo (forse Paola mi sta rubando tutta la creatività?).

Torniamo a noi. Il 2011, ormai iniziato da 2 mesi (capperini, come vola il tempo!!!), ha un suo “colore dell’anno” che vedremo utilizzato e riutilizzato in tutte le stagioni. Qual è? Il rosa, meglio ancora il fucsia!

Per Pantone è proprio questo il colore che rappresenterà questo anno. Questo colore è molto energico e stimolante, proprio l’ideale per tirarsi su di morale. Poi è un colore che sta bene a tutti, uomini e donne, con carnagione chiara o scura. Sicuramente aggiunge un tocco di vivacità al nostro abbigliamento e può essere utilizzato sulle cravatte, sui vestiti, sulle gonne, insomma, dappertutto.

A me piace molto questo colore, molto allegro, pieno di vita. Di sicuro lo utilizzerò molto e non solo per me… anche per la mia cuccioletta 😉

scritto da in Letture & Romanzi

3 commenti

Potevo non acquistare (e recensire) l’ultimo (per ora) capitolo della saga “I love shopping” di Sophie Kinsella? No, vero? Eccomi qua. Ho acquistato I love mini shopping pochi giorni dopo la sua “uscita” nelle librerie, ma l’ho iniziato solo qualche settimana fa.

Devo dirvi la “vera” verità: ero in fermento per questa nuova uscita ma un pochino pochino sono rimasta delusa. Becky è sempre irresistibilmente pazza e ora ha un’alleata in più nel suo hobby preferito: sua figlia Minnie, che a soli 2 anni è capace di superare la maestra-mamma negli acquisti. Quasi tutto il libro è incentrato sulle peripezie della nostra protagonista nell’organizzare una mega-super-fashionissima festa di compleanno a sorpresa per suo marito Luke. Il tutto in tempo di crisi economica, con tagli e risparmi. Ci riuscirà la nostra eroina?

Perchè sono rimasta un pochino pochino delusa? Il ritmo del libro è un po’ meno veloce del solito. Il coinvolgimento, secondo me, si fa più forte solo nel finale. Insomma, di solito i libri della Kinsella me li sbranavo in 2 giorni, per questo ci ho messo, invece, circa 2 settimane. Però è comunque un libro molto carino, adatto per rilassarsi e passare qualche momento con il sorriso sulle labbra.