Articoli Taggati ‘sani’

scritto da in Da "The Style Glossy"

Nessun commento

By Yasemin Turker for The Style Glossy

Capelli più Sani da Oggi

Non si può assolutamente negare che una vita senza i nostri strumenti di styling preferiti sarebbe molto triste. Sono assolutamente di grande importanza per qualsiasi donna e senza di essi saremmo tutte afflitte da capelli in uno stato pietoso costante. Ma come la maggior parte delle cose che ci piacciono e ci fanno sentire bene – dai dessert al prendere il sole sdraiate in spiaggia – la messa in piega quotidiana in realtà ci fa del male.

Non è solo il phon o ferro per i capelli a danneggiare la nostra chioma. Altri fattori come l’ambiente, il modo di lavare i capelli e i colori chimici che usiamo possono farci odiare dai capelli stessi. Ma non disperare: c’e’ una soluzione, basta seguire le giuste istruzioni.

Ecco un elenco dei problemi più comuni e di come combatterli:

Problema n.1: Il Phon
La soluzione qui è molto semplice: abbassa la temperatura. Più il getto d’aria è caldo, più i capelli si danneggiano. Basta passare da un caldo rovente a un piacevole tepore e ricordarsi di applicare sempre uno spray protettivo prima di ogni messa in piega. Inoltre, ricordati di non asciugare i capelli quando sono bagnati. Piuttosto tampona con un asciugamano finché non diventano umidi prima e poi passa il phon sopra.

Problema n.2: L’ambiente
Non è solo la tua pelle a essere influenzata da sole, sale e vento – anche i tuoi capelli ne subiscono gli effetti. I raggi UV del sole sono in realtà molto dannosi per i follicoli dei capelli e possono causare fragilità, secchezza e opacità. Se ami il sole, cerca una gamma di prodotti per la cura dei capelli che fornisca anche protezione dal sole, soprattutto se tingi i capelli.

Problema n.3: Prodotto residuo sui capelli
Se scopri di avere capelli grassi o fini, sarà necessario lavare la chioma più delle tre volte la settimana che generalmente si raccomandano. Quindi al posto di andare in giro con i capelli sporchi, oppure di sentirti in colpa per lavare i capelli con maggior regolarità rispetto agli altri, cerca uno shampoo e un balsamo concepiti ad hoc per capelli fini o grassi e assicurati che la formula scelta sia rafforzante o anti-rottura. Una volta scelto il prodotto giusto, prima di applicarlo bagna i capelli totalmente con l’acqua fredda, dopodiché inizia a distribuirlo solo sulle radici. Quando hai finito, sciacqua con acqua fredda per lisciare ancora di più la cuticola dei capelli e sarai a posto. Fai attenzione a non usare troppi prodotti in una volta sola. Punta invece su pochi prodotti essenziali come spray protettivi e mousse invece di sovraccaricare i capelli ricoprendoli con mille cose diverse. I tuoi capelli ti ringrazieranno per questo.

Problema n.4: La tinta
In particolar modo, stiamo parlando del perossido. L’acqua ossigenata avrà reso famosa Blondie, ma di certo non sta facendo nessun favore ai tuoi capelli. Non sono solo le bionde a dover fare attenzione al perossido: la maggior parte delle tinte permanenti e semipermanenti di tutti i colori lo contengono. Per questo motivo, invece di tingere ogni volta tutta la chioma, cerca di far riposare le punte e ritoccare solo le radici quando iniziano i segni della ricrescita. In caso contrario, salta questo passaggio del tutto e opta invece per una tinta naturale priva di ammoniaca.

Photo: @iStockphoto.com/YouraPechkin

|| Read more

scritto da in Da "The Style Glossy"

Nessun commento

By Shelley Levitt for The Style Glossy

Impara Qual è il Tuo Tipo di Capelli: il Segreto dei Capelli Sani!

L’unica cosa che ci separa dall’avere capelli più belli e più maneggevoli è un po’ di conoscenza di noi stessi. Basta individuare qual è il proprio tipo di capelli naturali e si avrà una chioma liscia che tiene lo styling durante tutta la giornata (ovvero ricci definiti e sotto controllo, capelli fini che non si afflosciano a metà giornata e via dicendo).

“Se conosci i tuoi capelli,” dice Jeni Thomas, ricercatore scientifico per la salute dei capelli e del cuoio capelluto, “non solo saprai quello che puoi o che non puoi fare, ma anche come fare a lavorarci al meglio.”

La Scienza delle Tipologie di Capelli
Considerate questo: La stessa tecnologia 3-D usata in medicina per visualizzare e misurare la densità delle ossa viene usata per studiare come le molteplici fibre capillari interagiscono l’una con l’altra. Quello che i ricercatori hanno scoperto, dice Thomas, è che differenti tipi di texture di capelli creano altrettante diverse tipologie di strutture 3-d. Questa scoperta sta portando alla realizzazione di diverse linee di prodotti customizzati che segneranno la fine dei famosi “giorni no” per i nostri capelli.

Sappiamo che negli shampoo e nel balsamo, gli stessi ingredienti e formulazioni che mantengono i capelli ricci luminosi e in salute non doneranno ai capelli fini il volume e la corposità di cui hanno bisogno. Le fibre dei capelli ricci formano un network intricato che agisce come un filtro, intrappolando gli ingredienti contenuti nello shampoo e nel balsamo; quello di cui abbiamo bisogno per prevenire il danneggiamento sono prodotti che minimizzino la frizione tra ciocche.

Le fibre dei capelli fini, d’altra parte, si dispongono in un pattern parallelo che agisce più come un imbuto, quindi gli ingredienti che idratano e nutrono tendono a scivolare via anziché a trattenersi. La soluzione è una formula che aiuta gli ingredienti riparatori ad aderire e a trattenersi.

Le Tipologie di Base per i Capelli
Quasi tutti i capelli – il 98% – cadono in quattro differenti strutture:

1. Capelli Fini: hanno fino al 50% di proteine in meno dei capelli più; spessi, quindi sono fragili e tendono ad afflosciarsi.

2. Capelli Normali-Spessi: possono contenere fino al doppio delle cellule presenti nei capelli fini, rendendoli più rigidi e capaci di assorbire fino al 40% di acqua in più dei capelli fini, cosa che può causare l’effetto crespo.

3. Capelli Colorati e Trattati: hanno subito un cambiamento strutturale durante il processo chimico che li ha resi più carichi negativamente rispetto ai capelli naturali; questo può voler dire avere capelli più ruvidi, opachi e vulnerabili al danneggiamento.

Quale Tipologia di Capelli Conta
I prodotti formulati per la tua tipologia di capelli renderanno lo styling più facile; d’altra parte usare formulazioni con ingredienti sbagliati vi farà iniziare una guerra persa contro i vostri capelli – lottando per ottenere lo stie desiderato, frustrandosi perché non regge. Ad esempio, come indica Thomas, “i capelli spessi tendono a essere più soggetti al crespo di quelli fini, quindi per far si che i capelli normali-spessi tengano lo styling per tutto il giorno, ingredienti che offrono ai capelli un po’ di resistenza all’umidità sono estremamente utili.“

Per evitare che i capelli fini si affloscino a metà giornata, però, preparali con uno shampoo contenente polimeri che enfatizzi la forza detergente e aiuti quindi queste ciocche fragili a resistere al peso degli oli accumulati sul cuoio capelluto, dello sporco e dei residui dello styling del giorno precedente. Cerca shampoo, balsamo e prodotti specificatamente concepiti per il vostro tipo di capelli; troverai linee pensate ad hoc sulle mensole del vostro supermercato.

Il Taglio Giusto per il Vostro Tipo di Capelli

  • Capelli Fini “Evita tagli troppo rasati,” consiglia lo stylist George Papanikolas, i cui clienti includono Madonna e Penelope Cruz. “Opta invece per un taglio scalato con le estremità smussate, che darà ai tuoi capelli l’aspetto di un maggiore spessore.”
  • Capelli Normale-Spessi Porta i capelli almeno qualche centimetro sotto il mento. “Hai bisogno di un po’ di lunghezza per evitare che i capelli risultino troppo ammassati,” dice il proprietario del salone prestigioso, Mike Van Den Abbeel. “Lunghe ciocche scalate toglieranno pesantezza e doneranno definizione al vostro styling.”

Photo: @iStockphoto.com/fmbackx