Articoli Taggati ‘scienza’

scritto da in Cose Serie

Nessun commento

Cari visitatori, e soprattutto, cari studenti e cari docenti,

Il Seminario di Storia della Scienza e il Cismus (Centro Interdipartimentale di Servizi per la Museologia Scientifica) dell’Università di Bari sono lieti di invitarti alla mostra Scienza di Puglia. Secoli V a.C.-XXI d.C., aperta, a Bari, presso la Cittadella Mediterranea della Scienza, dal 1° al 20 dicembre 2008.

Abiti come quelli indossati dai “medici della peste” del Seicento, esemplari viventi dei ragni che, secondo la tradizione, avrebbero indotto il tarantismo, oggetti appartenuti a personaggi come Nicola Pende e Arcangelo Scacchi… ma anche video esplicativi, computer e giochi didattici. Razionalità e folklore. Insomma, un percorso nella storia della ricerca pugliese, dalle origini magnogreche fino ad oggi, che intende superare gli steccati artificiosamente eretti tra le “due culture”, l’umanistica e la scientifica. Unico è infatti lo sforzo per comprendere il mondo e per risolverne i problemi. || Read more

scritto da in Cose Serie, Web Area

11 commenti

Riporto questo interessante articolo del Corriere che sfata alcuni miti e leggende più o meno metropolitane che riguardano la salute. Una giornalista americana del New York Times, Jane E. Brody, ne ha smascherati parecchi, attraverso una ricerca scientifica.

BERE OTTO BICCHIERI D’ACQUA AL GIORNO– E’ un consiglio molto diffuso negli Stati Uniti, e avrebbe lo scopo di tenere l’organismo idratato e di scongiurare la stipsi. In realtà – fa notare Brody – non c’è alcuna evidenza scientifica dietro questa asserzione. Per mantenere il corpo ben idratato, in condizioni normali di temperatura e di sforzo, basta bere normalmente e non farsi mancare frutta e verdura. Se poi si vogliono dei segnali dal proprio organismo circa necessità di liquidi basta guardare il colore delle urine (se diventa scuro meglio bere) e ascoltare la sete. Dietro il consiglio di bere almeno otto bicchieri d’acqua al giorno- fa notare maliziosamente l’autrice dell’articolo – forse c’è qualche industria che vende carta igienica o pannolini.


(foto di
esem2)

PULIRSI L’ORECCHIO CON I «BASTONCINI» – Molti ritengono che per tenere il canale auricolare libero da cerume sia necessario utilizzare gli appositi «bastoncini» di cotone. Niente di più sbagliato. Facendo così si rischia di spingere il cerume all’interno e di compattarlo ancora di più. Se poi si utilizza la procedura con i bambini si rischia anche di danneggiare la loro membrana timpanica. Per liberarsi dal cerume ci sono prodotti appositi oppure l’otorinolaringoiatra. I bastoncini possono andare bene per l’ombelico. || Read more