Articoli Taggati ‘suggerimenti’

scritto da in Da "The Style Glossy"

Nessun commento

By Sonia Fossi for The Style Glossy

Effetto Capelli Bagnati: Come Ottenere il Look in Quattro Passi

Tutte noi ci siamo passate almeno una volta: cimentarsi in quel famoso look effetto bagnato, stile Romy Schneider nel celebre film ‘La Piscina’. Subito dopo lo styling i capelli sembrano perfetti, ma poi, complice l’umidità estiva, le ciocche rischiano di incollarsi, appiattirsi, arruffarsi e chi più ne ha più ne metta. Il risultato? Una chioma tutto fuorché attraente.

Il motivo è semplice. Questa pettinatura richiede l’attenta esecuzione di piccoli passaggi importanti che spesso tendiamo a sottovalutare per via dell’aspetto naturale e nonchalant che comunica il cappello bagnato.

Ecco alcuni trucchi per apparire come appena uscite da una spiaggia tropicale o da una nuotata in piscina sotto il sole, prendendo spunto dalle passerelle di stagione che hanno lanciato il trend in varie declinazioni estive di successo.

  • Tutto inizia dalla doccia: dopo aver deterso i capelli con uno shampoo volumizzante, nutrite le ciocche con il balsamo, sciacquate e tamponate con gentilezza per evitare qualsiasi attrito che possa favorire l’effetto crespo.
  • Questa pettinatura rischia di far sembrare i capelli più fini di quanto non siano. Un prodotto volumizzante donerà consistenza e vitalità alla chioma: distribuite una mousse ad hoc su tutti i capelli e lasciate asciugare naturalmente. Le ciocche appariranno immediatamente già molto più definite.
  • Adesso è il momento del gel. Applicatelo solo dove volete che l’effetto bagnato sia più evidente. Per un effetto selvaggio come visto in sfilata da Alexander Wang, distribuitelo su tutta la capigliatura, iniziando dalle punte fino ad arrivare alle radici, usando solo le dita e mai il pettine. Quest’ultimo sarà necessario se invece si punta su un look più composto come quello “all’indietro” visto da Bottega Veneta. Se si hanno i capelli corti, tra le varie possibilità è consigliata la riga di lato.
  • Qualunque sia la variante prescelta il tocco finale consiste nel passare un serum lisciante su tutti i capelli: questo regalerà un senso di uniformità e completezza al tutto.

E’ una buona idea controbilanciare questo look di grande impatto con un trucco sobrio, che metterà in risalto la pettinatura. Stessa cosa vale per l’abbigliamento, dove si consigliano mise romantiche dai colori tenui o pastello.

Sonia Fossi scrive da anni per le più importanti riviste di moda, bellezza, arte e design.

|| Read more

scritto da in Da "The Style Glossy"

Nessun commento

By Sonia Fossi for The Style Glossy

Esercizi di stile: il foulard di seta

Se è vero che il foulard non conosce stagioni, è altrettanto vero che non c’e’ stagione migliore della primavera per sbizzarrirsi con la fantasia e trovare nuovi modi per reinterpretare il proprio guardaroba.

Versatile e iconico, il carré in seta stampata è un capo che se usato come si deve può fare la differenza e trasformare il completo più banale in un look indimenticabile. Diana Vreeland, la storica direttrice di Vogue America, raccomandava di indossarlo addirittura ogni giorno senza nemmeno guardarsi allo specchio, proprio perché la bellezza di questo accessorio risiede anche nella sua semplicità di utilizzo.

Ecco alcune idee e consigli per sfruttare al meglio i vostri bellissimi quadrati in seta, che non contemplano il doverli annodare al collo:

Come copricapo
Grace Kelly lo indossava così, piegando semplicemente il fazzoletto in due e mettendolo in testa. Se però l’effetto è un po’ troppo rétro per i vostri gusti, il look si può modernizzare arrotolando la stoffa per usarla come fosse un cerchietto, un fermaglio per capelli, oppure come fiocco sulla coda di cavallo.

Come cintura
Sostituire la cintura con un fazzoletto in seta annodato in vita, dona immediatamente un tocco di femminilità a qualsiasi mise. Un’alternativa minimal ma di grande impatto? Indossate il foulard come una stola con i lembi aperti e fermateli in vita con la cintura.

Come top
Un classico è prendere due foulard con le stesse misure, annodare i lembi corrispettivi e ottenere così una blusa estiva fresca e sofisticata. Per dare invece nuova vita a un abito altrimenti banale, si può indossare il carré a mo’ di fascia incrociata, facendolo passare davanti e legandolo dietro.

Come accessorio decorativo
E’ il perfetto charm per personalizzare la borsa, ma può benissimo essere usato al posto dei gioielli come collana: basta lasciarlo morbido e ampio e legare le due estremità con un piccolo fiocco. Un accorgimento che renderà speciale qualsiasi look, sarà il coordinare il colore del trucco, dello smalto o delle scarpe con una delle cromie presenti sulla seta stampata.

Sonia Fossi scrive da anni per le più importanti riviste di moda, bellezza, arte e design.

|| Read more

scritto da in Da "The Style Glossy"

Nessun commento

By Nicole Pearl for The Style Glossy

4 Prodotti di Bellezza da Tenere nel tuo Beauty Case

Ogni estate cambio un po’ di prodotti nel mio beauty case. Ecco quattro prodotti che faccio in modo di avere sempre a portata di mano:

Lucida labbra con filtro solare: il rossetto mantiene la bocca idratata durante il freddo invernale, ma le tonalità scure possono sembrare troppo dure durante una luminosa giornata di sole. Quando inizi a eliminare maglioni e cappotti, pensa anche alle labbra e inizia a giocare con formule più delicate come gloss e lucidalabbra. Sono il complemento perfetto alla spensieratezza estiva, perché offrono un tocco di colore e una lucentezza sexy che è ulteriormente enfatizzata dalla luce del sole. Quando scegli il tuo prodotto, assicurati che abbia un fattore protettivo di almeno 15. Il cancro può svilupparsi anche sulle labbra, quindi sempre più aziende stanno creando lucidalabbra con filtri solari.

Terra abbronzante: Il modo più veloce per donare al viso un colorito sano? Tieni una terra abbronzante a portata di mano. Scegli una tonalità un po’ iridescente da applicare dove il sole colpirebbe naturalmente la tua pelle. Un buon consiglio è quello di iniziare sugli zigomi e continuare formando una “C”, passando una spolverata sulle tempie e finendo sulla fronte.

Mattifier: Spesso vengono sottovalutati, eppure i mattifier, ovvero i trattamenti opacizzanti, sono la chiave per risolvere uno dei problemi più comuni che affligge le donne durante i mesi estivi: la pelle lucida. Lo scopo di un prodotto opacizzante è quello di fare esattamente quello che dice la parola stessa: dare una finitura opaca alla pelle del viso. I mattifier sono fatti con ingredienti in grado di assorbire gli oli che producono i pori prima che una chiazza di grasso percorra tutto il vostro viso. I miei prodotti opacizzanti preferiti sono quelli con una doppia o tripla funzione. Alcuni idratano e forniscono protezione contro il sole, altri agiscono come primer o fondotinta.

Ombretto luminoso: Sottolinea gli occhi con nuance vivaci come il giallo canarino e il verde erba, colori che hanno dato vita alle passerelle primaverili. Se usare un ombretto troppo intenso vi spaventa, un modo più facile per interpretare questo trend e’ quello di applicare un eyeliner luminoso sulle ciglia superiori o inferiori.

Photo: @iStockphoto.com/dachimage

Nicole Pearl scrive di bellezza per una serie di pubblicazione ed è la fondatrice di TheBeautyGirl.com, un sito web che vi offre notizie rubate dietro le quinte, ma anche consigli e tendenze su tutto quello che e’ il mondo beauty.



scritto da in Il giorno più bello

6 commenti

Ho già scritto su questo blog che il 2010 sarà l’anno del nostro Sì. E così mi sono abbonata ai feed di alcuni siti che parlano di matrimonio, preparativi, dispensando suggerimenti e proposte. Sul sito Oggi Sposi, oggi ho trovato un articolo interessante in cui Gaia Lunard elenca alcuni suggerimenti su come arrivare all’altare senza stress, quindi su cosa bisogna fare e cosa non bisogna fare per  al preparare meglio il matrimonio. Vediamoli insieme (con l’aggiunta di qualche nota personale).

Foto di Andrea Balducci

Cosa NON fare:

  1. Vi capiterà di entrare in dei negozi per provare l’abito da sposa e che la venditrice sia antipaticissima, scortese e vi irriti. A me è capitato e ho deciso di non andare li a comperare il mio abito…volevo che tutto quello che circondava il mio matrimonio fosse il più sereno e rilassante possibile. Nota: Con questo non voglio dire che bisogna testare la pazienza e la cortesia delle commesse ma solo scegliere tra i marchi che ci fanno sentire bene e a nostro agio.
    Per fortuna io ho già scelto il mio abito. E la commessa è stata paziente e disponibile. Praticamente ho “occupato” l’atelier per più di due ore. Ma l’ho trovato 🙂
  2. Non seguire alla lettera quello che una rivista vi dice di comperare. Non tutto è necessario e non tutto deve per forza essere come te lo descrivono. Per esempio non è necessario avere il profumo ‘speciale matrimonio ‘ se il vostro vi piace e lo usate da anni andrà benissimo anche per quel giorno.
    Personalmente io uso riviste e libri come spunto per il mio matrimonio e non come legge. Poi tutto dev’essere personalizzato. Il mio matrimonio dev’essere diverso dagli altri, se no non è più mio.
  3. Non bisogna aver paura delle riviste sui matrimoni. Anche se fai parte di quelle ragazze che già hanno tutto in testa e sanno cosa vogliono, può sempre essere d’aiuto per trovare un’idea originale per la torta, i fiori o i welcome bags. Le riviste che preferisco e vi consiglio sono White, Instyle wedding Elle sposa e come libri il più bello ineccepibilmente è “Il matrimonio che vorrei” (Mondadori)
    Ecco, le riviste, io ne ho comprate davvero tante e credo ne comprerò ancora.
  4. Non comprare un vestito di una taglia inferiore alla tua, è vero che di solito uno dimagrisce durante l’organizzazione del matrimonio ma si è sempre in tempo a farlo stringere ma non a farlo allargare….e per informazione anche se perdi peso durante il matrimonio di solito lo recuperi subito …(ps : anche i maritini di solito aumentano post wedding…) Prendete un abito che vi dona cosi come siete, e poi prendete cura della vostra pelle, fate attenzione all’alimentazione e non dimagrire non vuol dire che dovete ingrassare….
    Il mio vestito è perfetto, mi calza a pennello. E comunque sia credo che i 2 mesi prima del matrimonio li passerò a pane e acqua… non si sa mai 🙂
  5. Non vi vergognate a chiedere nel giorno del matrimonio al vostro parrucchiere di mettervi le canzoni che vi rilassano o che volete sentire. Ascoltare la musica preferita il giorno del matrimonio aiuta a rilassarsi e sprigiona l’energia.
    Il parrucchiere dovrebbe venire a casa mia. Quindi la musica la deciso io. Anche se spesso il silenzio è più rilassante.
  6. Non abbiate paura a commentare o a dire che non vi piace qualcosa nella pettinatura o nel trucco. Se preferite una sfumatura rosa invece di quella marrone ditelo senza problemi o discutetene per lo meno e vedete facendo una prova. Siete voi la reginetta della festa e dovete sentirvi e vedervi bellissima !
    Diciamo che se non lo direi sarei sciocca…
  7. Vietato mangiare o bere una volta che avete indossato l’abito da sposa. (un sorso d’acqua al limite sperando che non si bagni l’abito e se si bagna sperare che si asciughi prima dell’arrivo in chiesa)
    Dai, anche l’acqua. No, dai, l’acqua non me la potete togliere. Anche perchè d’estate fa caldo…
  8. Bisogna pianificare ma non troppo. (Dopo il taglio torta è importante divertirsi ! … passa tutto cosi in fretta…)
    Questo è un mio punto debole. Tendo a pianificare troppo. Ma credo che quel giorno non ci penserò. Sarò presa da altro. || Read more