Articoli Taggati ‘trucchi’

scritto da in Da "The Style Glossy"

1 commento

By Sonia Fossi for The Style Glossy

In polvere o in crema? Pesca o rosa? Alcuni consigli per non sbagliare mai!

Basta un tocco di colore e arriva il buon umore! Un trucco bene eseguito farà bene sia all’aspetto sia allo spirito, basta scegliere l’accoppiata fard e pennello giusta e il gioco e’ fatto. Ecco una piccola guida per scegliere il make-up perfetto per le tue esigenze e tipologia di pelle.

Il Colore Giusto: Pesca o Rosa?
Fragola, ciclamino, pastello, malva e chi più ne ha più ne metta. Esistono infinite declinazioni cromatiche in commercio del fard, ma in verità guardando bene ogni colore si potrà subito intuire che è una derivazione di una di queste due tinte principali: pesca e rosa. L’errore più comune che le donne compiono è quello di scegliere una palette di colori non adatta alla propria pelle, mentre la regola da seguire è semplice: la gamma dei rosa sarà perfetta per chi ha un incarnato nei toni freddi (ad esempio carnagione chiara, pelle sensibile, efelidi, etc.), mentre quella pesca per chi invece ha un incarnato nei toni caldi (ad esempio: pelle olivastra e/o facile all’abbronzatura, capelli e occhi scuri, etc.). Nel dubbio, chiedete consiglio in profumeria.

Il Tipo Giusto: in Polvere, Crema, Gel o Liquido?
E’ fondamentale scegliere la consistenza giusta a seconda del tuo tipo di pelle.

  • Pelle normale: ogni fard andrà bene, ma sceglilo tendenzialmente in polvere se vuoi un trucco più marcato e classico, in crema se vuoi un effetto più naturale e a lunga durata. Una formulazione liquida può andare bene se hai bisogno di un trucco impeccabile per tante ore, ma appena applicato ricordati di spalmarlo subito altrimenti rischi l’effetto macchia.
  • Pelle secca: un fard in crema avrà le proprietà emollienti e idratanti necessarie per ottenere un incarnato perfetto ed evitare l’odioso effetto screpolato.
  • Pelle mista/grassa: un fard in polvere o in gel aiuterà ad assorbire l’oleosità cutanea più facilmente, soprattutto quelli a base minerale. Prediligi comunque formulazioni oill-free e evita ingredienti a base di silicone.

Come applicarlo?
Sugli zigomi: guardandoti allo specchio, succhia in dentro le guance; sulla parte sporgente applica il colore e vai nella direzione delle orecchie.

Sulle gote: guardandoti allo specchio, ridi; applica il colore sulle guance con un movimento circolare.

Hai applicato troppo colore? Se il fard è in polvere basta passare un po’ di velina; se in crema un fazzolettino di carta; se liquido o in gel ahimè devi usare il sapone e iniziare tutto d’accapo.

Photo: Corbis Images

Sonia Fossi scrive da anni per le più importanti riviste di moda, bellezza, arte e design.

|| Read more

scritto da in Da "The Style Glossy"

Nessun commento

By Polly Blitzer for The Style Glossy

Sei Trucchi per Capelli Luminosi

Avere una chioma lucente non deve essere per forza un’impresa impossibile.

Ecco alcuni facili trucchi per avere capelli che riflettono la luce come uno specchio, giusto in tempo per l’estate.

1. Uno dei tagliare segreti è usare una spazzola con setole di cinghiale. Le setole distribuiranno gentilmente gli oli naturali su tutto il vostro cuoio capelluto, e i vostri capelli saranno morbidi e lucenti. 

2. Al momento della messa in piega, punta il beccuccio sotto il cuoio capelluto per fare in modo che le cuticole capillari siano più lisce (così rifletteranno maggiormente la luce). Se punterai il beccuccio sopra o dentro il cuoio capelluto, i capelli saranno più elettrici e poco vitali.

3. Risciacqua con dell’acqua fredda. Alla fine della doccia ravviva la tua chioma con un bel getto di acqua fredda così da chiudere le cuticole dei capelli, e donare il massimo della lucidatura e liscio con meno elettricità possibile.

4.    Le tinte per capelli con i colori più intensi sono ideali per riflettere la luce: tingi i tuoi capelli di una o due tonalità più scure del tuo colore naturale per esaltare la luminosità della tua chioma.

5. Liscia i tuoi capelli. I capelli ricci si piegano e curvano, rendendo molto più difficile che la luce si rifletta su ogni ciocca uniformemente – più i capelli saranno lisci e dritti, maggiore sarà il riflesso.

Dopo aver seguito tutti i passi da uno a cinque,
metti a punto lo styling con una crema o un siero lisciante: questo preserverà
i capelli dall’umidità’ e dall’effetto
elettrostatico e aiuterà a mantenere la vostra pettinatura
bella, liscia e lucente.

Polly Blitzer è un’esperta di bellezza e stile. Ha lavorato come redattrice di un giornale femminile per oltre dieci anni.

|| Read more

scritto da in Da "The Style Glossy"

Nessun commento

By Amber Katz for The Style Glossy

I 5 migliori consigli di bellezza

Ecco i miei 5 segreti di bellezza più importanti, che fanno parte della mia vita e che voglio condividere con voi.

Trucco
Il trucco in polvere invecchia. Con gli anni, la pelle diventa disidratata. Quindi perché scegliere di applicare trucco in polvere? Fondotinta, fard e autoabbronzanti in crema interagiscono meglio e non fanno seccare la pelle.

Capelli
Una spazzola termica con ghiera in ceramica produce molto più volume rispetto a una spazzola con setole di cinghiale. Una veloce applicazione con una spazzola termica rende i capelli simili a quelli delle modelle nelle pubblicità degli shampoo. Che in fondo è ciò a cui aspiriamo.

Unghie
La forma migliore per le unghie è quella che imita la forma con cui crescono dalle cuticole. L’estremità esterna dovrebbe rispecchiare tale forma.

Corpo
Quando fate la doccia utilizzate sempre un esfoliante per eliminare le cellule morte.

Amber Katz è la curatrice di Beauty Blogging Junkie, un blog di bellezza che spazia dall’ombretto alla lacca per capelli.

|| Read more

scritto da in Da "The Style Glossy"

Nessun commento

By Sonia Fossi for The Style Glossy

Bio Beauty - I Pro e i Contro della Tendenza del Momento

Alimentazione, moda, bellezza: oggi il “naturale” è di attualità in ogni campo. Eppure, al contrario di abiti in fibre naturali e menù culinari bio, finora l’eco beauty non aveva mai suscitato troppo interesse. Del resto i prodotti di origine vegetale erano stati sempre poco competitivi con quelli chimici più all’avanguardia.

Almeno fino ad ora. Il progressivo aumento d’interesse verso le tematiche ambientali ha determinato una richiesta sempre maggiore di prodotti eco-sostenibili nel tempi e oggi l’offerta di prodotti e’ più ampia, e sono molto più efficaci e sofisticati di allora.

Seguendo le orme di persone come Stella McCartney che ci ha fatto desiderare borse e scarpe in pvc tanto quanto quelle in pelle, così adesso sono sempre più le celebrity che si assurgono a paladine del green nel beauty, con un mix di etica, stile e eleganza. Perché se la sostanza è quella che conta e’ pur vero che anche l’occhio vuole la sua parte.

Come Nude di Ali Hewson, la moglie di Bono degli U2, oppure Raw di Carol Alt, questi marchi eco-friendly puntano a un’immagine senza fronzoli e immediata, basti pensare solo al significato del nome dei brand, ovvero “nudo” e “crudo”, rispettivamente. Ma qual e’ la differenza tra naturale e bio?

Naturale o Biologico?
“La differenza tra prodotti naturali e prodotti biologici è che i primi non contengono -almeno non in quantità rilevanti- ingredienti di certificazione biologica,” dice Marius Morariu, co-fondatore e direttore della Tracie Martyn Beauty, la eco-spa di New York preferita da celebrity del calibro di Madonna, Brad Pitt, Kate Winslett e Linda Evangelista. Morariu spiega che per creare i prodotti che usano presso la spa impiegano sempre e solo estratti botanici bio anche quando questi sono disponibili non bio, a un prezzo inferiore.

“In ogni caso, qualsiasi prodotto naturale per definirsi tale deve essere libero di qualsiasi elemento di origine petrolchimica: questo è quello che conta in termini di purezza.” Per spiegarsi meglio, Marius fa un interessante parallelo sui cosmetici: “Molti prodotti che si trovano in commercio sono come le caramelle, con tanti zuccheri e coloranti sintetici. I prodotti naturali sono come la frutta e quando sono biologici vuol dire che quel frutto, o nel caso di una macedonia la maggior parte dei frutti, è stata coltivata biologicamente.”

Leggi l’Etichetta
Come diceva prima Marius, quello che contraddistingue un prodotto naturale sono gli ingredienti. Se per molto tempo quei nomi scritti sull’etichetta erano oscuri ai più, oggi i consumatori sono decisamente più consapevoli e non di rado, insieme allo slogan “naturale”, cercano anche quello “paraben-free.”

Nonostante non esista per il momento un’indagine scientifica che dimostri che la maggior parte di questi agenti chimici facciano male alla salute dell’uomo, secondo Morariu, in ogni caso e’ meglio evitarli. “I benefici di usare prodotti naturali al posto di quelli sintetici è che con quest’ulttimi e’ come giocare d’azzardo: non sai mai cosa potrebbe capitarti. Alcuni ingredienti petrolchimici come Paraben e Phtalate possono avere attivita’ ormonale, quindi non ha senso correre il rischio,” dice. “Non prenderesti nemmeno in considerazione l’idea di berti un po’ di silicone e petrolato per colazione, no? La tua pelle è il tuo organo più grande, perché la vorresti nutrire cosi’?” || Read more