Articoli Taggati ‘trucchi’

scritto da in Da "The Style Glossy"

Nessun commento

By Wendy Schmid for The Style Glossy

Trasforma il tuo Beauty Case

Con tutti i cosmetici che ci sono sul mercato, è molto facile accumulare un bel numero di prodotti. Quando li conserviamo per troppo tempo però, i cosmetici invece di migliorare la tua carnagione possono comprometterla con colori e profumi strani. In più possono anche diffondere batteri.

Col tempo i conservanti smettono di funzionare in modo efficace ed è possibile che stafilococchi, funghi e lieviti contaminino il trucco che è stato conservato dopo la sua scadenza,” dice la dermatologa Francesca Fusco. Quindi ricordati di tenere il tuo arsenale di accessori beauty ben curati e aggiornati quest’anno!

Ma iniziamo dall’ABC. Pat McGrath, direttore creativo di Procter & Gamble dice che sono questi i prodotti di bellezza fondamentali per un beauty case perfetto: fondotinta, correttore, cipria, fard e terra abbronzante, ombretto, eyeliner, rossetti dai colori più “sicuri” e più “temerari”, e infine il mascara. Ora puoi usare la seguente scheda per capire quando è arrivato il momento di buttare i prodotti di bellezza. Il conto alla rovescia inizia quando si apre il prodotto.

Fondotinta: da 6 a 18 mesi
Se vivi in un clima caldo e/o umido, il fondotinta liquido o in crema può rovinarsi dopo appena sei mesi. “Butta via il fondotinta se noti delle separazioni nel prodotto oppure se il liquido inizia a diventare granuloso o troppo spesso,” dice la make up artist delle celebrity Sue Devitt. Se conservato in un luogo fresco (che non sia sotto le luci del tuo armadietto dei medicinali), il fondotinta liquido può rimanere fresco fino a un anno. Le formulazioni in polvere invece dureranno altri sei mesi, basta che ci si ricorda di lavare l’applicatore in spugna ogni settimana.

Consiglio: Annusa il fondotinta al momento dell’acquisto. “Se noti dei cambiamenti, buttalo via,” consiglia la make up artist Joanna Schlip che ha lavorato con celebrity come Sandra Bullock e Sarah Jessica Parker. “Non vale la pena conservare il prodotto e rischiare così problemi alla pelle.”

Correttore: da 6 mesi a 1 anno
I correttori in stick e in polvere durano circa un anno, ma le formule liquide durano la metà del tempo. Anche qui fai attenzione ai cambiamenti di colore, consistenza e odore.

Cipria in Polvere: fino a 2 anni
Mentre usi la cipria per uniformare la carnagione, l’umidità e il sebo possono trasferirsi dalla pelle alla polvere del prodotto. Per prolungare la vita della tua cipria pulisci il pennello settimanalmente con shampoo e un detergente delicato, o sostituisci la spugnetta e gli applicatori quando sono troppo usati. Se è vero che la cipria può durare fino a due anni, bisogna buttarla nel caso si formi una pellicola superficiale prima di allora.

Fard e Terra Abbronzante: da 6 mesi a 2 anni
Una terra abbronzante regalerà un colorito puro e intenso per circa due anni. Ma considerate bronzer e fard liquidi scaduti dopo 12 mesi. Fard e bronzer in crema spesso sono disponibili in barattolo oppure compatti da applicare con le punta delle dita, quindi fai attenzione a eventuali cambiamenti di texture dopo 6 mesi e getta via tutto dopo un anno.

Ombretto in Polvere: fino a 2 anni
Come la cipria, anche l’ombretto può vedere ben due compleanni. Ricordati di pulire il pennello applicatore periodicamente, dice Fusco, in modo che i batteri intorno alla zona degli occhi non si depositi nel contenitore dell’ombretto.

Eyeliner Liquido: 3 mesi a 1 anno
Se l’eyeliner si sta seccando e non puoi più realizzare degli occhi di gatto stile Brigitte Bardot, potrebbe essere necessario dirgli addio dopo solo tre mesi. Altrimenti l’eyeliner può essere usato per ben un anno. “Sai che è ancora buono se si applica senza problemi,” dice Schlips.

Matita per gli Occhi: da 1 a 2 anni
Per fortuna, puoi tenere la tua scorta di matite colorate per ancora un altro po’ di tempo. Questo perché la maggior parte ha una base in cera e i batteri non possono crescere sulla cera, osserva Devitt. Consiglio: tempera le matite una volta alla settimana per tenerle al fresco.

Mascara: da 3 a 6 mesi
Appena l’odore si fa strano oppure vedi che la bacchetta è quasi asciutta quando la tiri fuori, è il momento di dire addio al mascara. “Il mascara è il prodotto dove i batteri possono crescere più facilmente,” spiega Fusco, “perché lo passiamo ogni volta vicino alla membrana mucosa sotto la base delle ciglia.”

Rossetto: fino a 2 anni
Quei rossi audaci e quei viola profondi che tieni in serbo per le serate importanti dureranno un paio d’anni perché i rossetti generalmente contengono cera nella loro formulazione.

Lucidalabbra: 1 anno
Dodici mesi…. anche se applicandoli spesso è probabile che finirai tutti i tuoi gloss preferiti prima del tempo!

Photo: Corbis Images



scritto da in Fashion & Trends, Io mamma?

Nessun commento

Girovagando in rete, cercando qualcosa sull’abbigliamento post partum, mi sono imbattuta in un articolo su Pianeta Mamma su come essere una mamma fashion. Son fregnacce o consigli utili? Vediamoli un po’. Con commento della sottoscritta incluso.

Foto di Becaberry

  1. Durante le ultime settimane di gravidanza, prendiamoci un po’ di tempo per organizzare l’armadio, creando abbinamenti già collaudati e tenendo presente che probabilmente non riacquisteremo subito la taglia che avevamo prima dell’attesa. […] Per le scarpe, optiamo per modelli stilosi ma tassativamente comodi. […]
    Diciamo che molte cose che abbiamo utilizzato in gravidanza ci serviranno anche nel post parto. Personalmente ho trovato molto utili i leggings e i giacchini lunghi (che coprono coscione e sederone). Anche perchè non è che dopo il parto si possono indossare maglie ultra aderenti. Bisogna fare i conti con la panza. Quello che non si può prevedere, però, è il “fattore mucca”: il seno aumenta se si allatta (almeno per me è così) e questa cosa non è stata possibile prevederla. Discorso scarpe: sto approfittando del fatto che porto a spasso il carrozzino per portare i tacchi. Non corro e ho un costante appoggio. E non li portavo da mesi, non ce la facevo più.
  2. Mentre siamo in giro con la carrozzina, osserviamo le vetrine dei negozi o le passanti più modaiole per capire cosa è di tendenza quest’anno. A volte si tratta di capi che andavano già qualche anno fa e che quindi abbiamo ancora nell’armadio. […] Non potremo forse permetterci un pomeriggio di shopping, ma una capatina su internet durante le notti insonni forse riusciamo a ritagliarcela.
    In effetti è un po’ difficile andare a fare shopping. Viva lo shopping online. E non c’è bisogno per forza di guardare le vetrine, ci sono le riviste e tantissimi siti web con suggerimenti sulla moda.
  3. […] Prendiamoci un minuto in più per fare mente locale di quello che abbiamo nell’armadio. […] Basta pensarci per cinque minuti, focalizzando mentalmente quale abito ci potrebbe stare bene e con cosa abbinarlo. […]
    Io forse ho esagerato: un pomeriggio, approfittando del pisolino della pupa, ho provato praticamente tutto il guardaroba estivo dividendo la roba in: bocciata (da dar via), bocciata (da tenere sperando che un giorno entri), promossa con riserva (da mettere solo se proprio non ho nulla), promossa (praticamente 3-4 cose).
  4. Magari un’incursione nel nostro guardaroba ci lascia depresse e scoraggiate […]. Possiamo focalizzarci sugli accessori e sui dettagli: bracciali, orecchini scintillanti, un rossetto audace, una sciarpa sfiziosa. Il parto è un’ottima occasione per richiedere una generosa aggiunta al nostro “parco-gioielli”: alla fine ce lo siamo meritate!
    Eh, com’è che non ho proprio il tempo di pensare agli accessori? Riesco a malapena ad abbinare l’abbigliamento alla borsa e alle scarpe ma proprio non riesco a truccarmi…
  5. Non dimentichiamo quanto possono essere sensuali le forme morbide di una neo mamma. L’essere provocanti deriva dal comportamento, da come ci sentiamo. Sì, si può decidere di essere sexy: un sorriso raggiante, un pensiero positivo e un po’ di faccia tosta sono gli ingredienti giusti per incominciare.
    Ehm… passo!!!
  6. Sembra una mostruosità, ma osserviamo come le star utilizzino sistematicamente i loro bambini come accessori! E’ ovvio che nostro figlio è enormemente più importante di una borsetta, ma non c’è niente di male a vestirlo in un modo che non faccia a pugni con il nostro abbigliamento. Facciamo anche caso ai colori della carrozzina, del passeggino e del marsupio, e a come legano (o viceversa) coi nostri vestiti. […]
    Su questo approvo alla grande. Cioè io ADORO vestire mia figlia con tanti splendidi vestitini. E preferisco addossare su di lei le mie idee creative in tema di abbigliamento. A lei sta bene tutto, poi 🙂 Nonostante sia un piccolo cotechino vivente che a 1 mese e 1\2 indossa già la 3-6 mesi. || Read more

scritto da in Fashion & Trends

Nessun commento

Ormai sono diventata una tester ufficiale del web, o no? Ultimamente mi stanno inondando di prodotti da provare e sono felicissima di farlo 🙂 Questa volta è il turno di Miss Broadway che mi ha spedito un carico di trucchi da testare e io l’ho fatto con molto piacere.

Da dove iniziamo? Sì, vi faccio innanzitutto vedere il ben di Dio che mi han inviato:

Notevole, no? 🙂

Vediamo un po’ quali sono i trucchi che ho provato?

  • Correttore in stick Stick Concealer: semplice da applicare, copre effetticacemente le imperfezioni. Non ne ho molte, solo un po’ di occhiaie ma devo dire che mi è piaciuto.
  • Polvere cremosa Perfect Doll – All Over: è una polvere che può essere utilizzata come fard, rossetto e ombretto. Io l’ho apprezzata più come ombretto, però. Ma perchè non mi piacciono i fard e i rossetti troppo “brillantinati”. (Lo indosso nella foto a destra)
  • Pennello Cipria Kabuki: è molto morbido e delicato.
  • Base illuminante per le palpebre Light of my Eyes: è una base che potrebbe essere usata in mancanza di fondotinta o correttore, visto che,  secondo me, la sua funzione principale è quella di far “attaccare” l’ombretto all’occhio.
  • Matita sopracciglia Extreme Browliner: è una matita per ridisegnare le sopracciglia. L’ho trovata buona. Su un lato c’è la matita colorata, sull’altro una matita trasparente (ma quest’ultima non l’ho saputa utilizzare). Sul cappuccio c’è il pettinino per sfumare la matita.
  • Ombretto cotto trio Starlet Glam: molto brillante ma naturale allo stesso tempo. Lo indosso nella foto di sinistra.
  • Mascara incurvante Panoramic Lashes: mascara di buona qualità che compie egregiamente il suo compito.
  • Rossetto Brillante Glam Kiss: molto morbido e si stende bene. Ed idrata anche bene le labbra.
  • Lucidalabbra effetto specchio Pleasure Kiss: ha un effetto molto naturale ma rende le labbra luminose e brillanti.
  • Matita contorno labbra trasparente Ghost: è praticamente trasparente. Non ho capito bene come si usa.

Gli unici prodotti che non ho provato sono: lo smalto per French Glitter (perchè essendo in attesa non lo posso usare) e gli stickers per le unghie (che non sono il mio genere).

Comunque, in definitiva, sono rimasta soddisfatta da questa prova. Il rapporto qualità/prezzo di questi prodotti è davvero buono.

scritto da in Fashion & Trends

Nessun commento

Qualche settimana fa sono stata contattata da un’agenzia di comunicazione (la MS&L) per partecipare all’evento di lancio della linea Xperience del noto brand Max Factor a… Milano! Ma è lontano lontano!!

Ma Sara è stata gentilissima e mi ha proposto di provare i prodotti di questa nuova linea direttamente a casa mia. Come facevo a dire di no?

Ieri mi è arrivato il pacchetto e subito mi sono cimentata a provare i nuovi trucchi. Ecco le mie impressioni:

1) Fondotinta Max Factor Xperience: leggo sulla descrizione che è estremamente leggero sulla pelle. Sarà vero? Diciamo che sono molto sensibile a questo aspetto visto che non sopporto molto i fondotinta sulla mia pelle proprio perchè li ritengo pesanti. Devo dire, invece, che questo è davvero leggero, non si sente proprio e la mia pelle risulta levigata e compatta. Vabbè che ce l’ho già così di natura però si vede che è ancora più perfetta. Questo prodotto contiene estratti di jojoba, rosa canina e acqua di cetriolo e ha una protezione solare SPF 10. Non ha un profumo forte e fastidioso ma è molto delicato.

2) Max Factor Gloss Vibrant Curve Effect: sono 3 colori diversi. Ero scettica sull’arancione ma è molto chiaro, quasi impercettibile, dona proprio un lievissimo colore che non sembra però arancione. I colori non sono molto forti e sono adatti per un look acqua e sapone. Temevo che il rosso fosse troppo forte e invece no, è molto delicato. Ovviamente usato su un rossetto dà tutto un altro effetto. Eccomi con le 3 tonalità, considerando che la base delle mie labbra è naturalmente molto chiara:

L’applicatore del gloss è molto comodo e permette di stenderlo senza sbavature. Le labbra risultano brillanti senza sentirle appiccicose. Anche il sapore del gloss non è male… Ah, in queste foto indosso anche il fondotinta xperience 🙂